«Morgan era un ciclista esperto,
assurdo morire così»

CIVITANOVA - Roberto Mancini ricorda l'amico 53enne scomparso ieri durante un giro in bici con un gruppo di amici. «Era un uomo buono, una persona positiva e legata alla famiglia. Sempre in prima fila per aiutare nelle iniziative di beneficenza»
- caricamento letture

 

morgan-delle-monache

Morgan Delle Monache

 

di Laura Boccanera

«Era esperto e molto prudente, aveva affrontato anche le Alpi, assurdo morire a due passi da casa per le campagne della tua città». Sconcerto per la morte di Morgan Delle Monache, il 53enne civitanovese morto ieri mattina dopo essere precipitato in una scarpata in contrada Le Grazie a Civitanova Alta mentre era in sella alla sua mountain bike con alcuni amici. A ricordarlo oggi è Roberto Mancini, presidente dell’associazione bike team Monti azzurri con la quale il 53enne civitanovese era tesserato. Nel mondo del ciclismo e del ciclotrekking Delle Monache lo conoscevano tutti. E’ un piccolo mondo, unito e legato dallo stesso amore per la natura e le due ruote. E lo sconcerto per una morte tanto assurda ancora oggi è palpabile in quanti lo hanno conosciuto e apprezzato: «era un uomo buono, di poche parole, ma una persona positiva, legata alla famiglia, alla moglie e alle due figlie, davvero un brav’uomo – continua Mancini – di lui ricordo che era sempre disponibile a dare una mano, non si tirava mai indietro, anche quando magari facevamo iniziative in cui c’era da scaricare cose, per beneficenza, a sostegno dei disabili, lui era in prima fila. Un amico. E poi aveva due occhi di quel blu di ghiaccio come raramente si vedono».

incidente-mortale-contrada-le-grazie-civitanova-5-650x443

I soccorsi

Mancini ricorda poi le sue capacità sulla mountain bike: «aveva tanta esperienza ed era un tipo prudente. Aveva affrontato le salite e le discese, ma quelle vere, di alta montagna, siamo ancora incapaci di capire come possa essere successo, morire così, a pochi metri da casa, durante una passeggiata in campagna. E’ incomprensibile e inaccettabile». Delle Monache nella vita lavorava come autista all’impresa di calcestruzzi Rita di via Fontanella. Non sono ancora stati fissati i funerali. La salma si trova da ieri, dopo il recupero del corpo, all’obitorio di Civitanova. Ieri nel tardo pomeriggio è intervenuto anche il medico legale Antonio Tombolini per valutare se effettuare o meno l’autopsia. E’ possibile che si procederà in questa direzione per appurare con certezza se la causa della morte sia la caduta o un malore avvenuto nei secondi immediatamente prima che Delle Monache scivolasse nel dirupo. Lascia la moglie Romina Mancia e le figlie Aurora e Martina.

 

 

Scivola con la bici nella scarpata, morto un 53enne civitanovese



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X