Renna: «Orgoglioso del mio lavoro,
il giudizio sulla vecchia amministrazione
lo hanno dato i maceratesi»

MACERATA - Diversi esponenti del Pd prendono le distanze dal commento dell'ex assessore Canesin. Il coordinatore provinciale di FdI, Massimo Belvederesi: «La sinistra non perde mai occasione per evidenziare la propria superiorità intellettuale e dopo la batosta elettorale trova anche il tempo per insultare». Il sindaco Parcaroli: «Denigrare qualcuno per la propria occupazione penso sia tanto avvilente quanto sintomo di profonda bassezza culturale»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
di Luca Patrassi
«L’ex assessore Alferio Canesin non mi ha offeso, io sono orgoglioso del lavoro che faccio. E con me tutti gli operatori del Cosmari. Il giudizio sulla precedente amministrazione comunale, comunque, lo hanno dato chiaramente i maceratesi. Per il resto non voglio commentare, penso a far bene il mio lavoro in Comune, quello per il quale tanti maceratesi mi hanno gratificato con la loro preferenza».
FdI_Parcaroli_FF-8-325x217

L’assessore Paolo Renna

L’assessore Paolo Renna schiva in parte la domanda sulla polemica scaturita da un commento social dell’ex assessore democrat Alferio Canesin. Tutto era nato dal post di un altro ex assessore, Mario Iesari, che nel commentare la notizia del riconoscimento ottenuto dal Comune per il restyling del parco di Villa Lauri, si era chiesto se Renna nel ritirare il premio avesse avuto l’onesta di riconoscere il merito della passata amministrazione. Da lì il commento irrisorio di Canesin sul lavoro di operatore ecologico dell’attuale assessore che ha scatenato la bufera. Tanto che prese di distanza dall’assessore di lungo corso dell’esecutivo guidato da Romano Carancini sono arrivate anche all’interno del Pd. L’ex consigliere comunale ed ex segretario cittadino Paolo Micozzi osserva: «Non conosco bene la vicenda che riguarda Paolo Renna: se si tratta di un commento su un traguardo raggiunto dalla precedente amministrazione non posso condividerlo, se invece si attacca l’assessore Renna per il suo lavoro mi dissocio totalmente. Pur su posizioni politiche lontane riconosco a Paolo serietà e correttezza».

Piscina_Filarmonica_FF-6-325x217

L’ex assessore Alferio Canesin

Posizione, quella appunto di Micozzi, condivisa anche dal tesoriere del circolo dem del capoluogo Ivo Schiaffi. Netta la presa di posizione del segretario provinciale di Fratelli d’Italia Massimo Belvederesi: «La sinistra non perde mai occasione per evidenziare la propria superiorità intellettuale e la sua innata propensione all’accoglienza, alla solidarietà, all’antirazzismo, all’uguaglianza tra i popoli senza distinzioni sociali di sorta, poi però si imbatte in un semplice assessore di un capoluogo di provincia, il più votato alle urne quindi con un grande consenso popolare, che svolge il suo onesto lavoro e cosa fa? Lo porta in giro proprio per il lavoro che fa, denigrandolo sui social. Che bella forza che ha questa sinistra. Non ha nulla da fare se non leccarsi le ferite per la sonora sconfitta ma trova il tempo per insultare. Dal canto suo l’assessore non risponde, non scende al loro livello dimostrando superiorità, questa sì intellettuale. Caro Paolo non ti curar di loro ma guarda e passa, l’onestà, la dignità e l’impegno non saranno mai scalfite da certi personaggi. Se fosse successo al contrario che uno di destra avesse offeso allo stesso modo uno di sinistra, avrebbero chiesto l’intervento del Presidente della Repubblica per violazione della Costituzione, invece si sono fatti anche spalla nei commenti. Assurdo. Fatevene una ragione siete anacronistici e autoreferenziali. A nome di tutto il direttivo provinciale di FdI, e degli iscritti e militanti esprimo piena solidarietà al nostro assessore Renna esortandolo ad impegnarsi più di prima per dimostrare sul campo il proprio valore». Anche il sindaco Sandro Parcaroli scende in campo in difesa del “suo” assessore: «La mia massima solidarietà all’assessore Paolo Renna per quanto avvenuto nei giorni scorsi – ha scritto il primo cittadino  – L’assessore, una persona competente e sempre in prima linea per la propria città ma soprattutto un uomo e padre di famiglia onesto, è stato denigrato per il proprio lavoro da un esponente della sinistra ed ex assessore della nostra città. Il lavoro, qualunque esso sia, è un diritto di ogni uomo e di ogni donna come ci ricorda la nostra Costituzione; denigrare qualcuno per la propria occupazione penso sia tanto avvilente quanto sintomo di profonda bassezza culturale».

paolo-micozzi-pd

Il post con cui Paolo Micozzi prende le distanze dal lavoro della passata amministrazione e si dissocia dalle parole di Canesin

 

Canesin irride l’assessore: «Renna che mestiere fa?» D’Alessandro stizzita: «Meschino»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X