Ubriaco si scaglia contro i carabinieri:
arrestato un 57enne
Due giovani nei guai per droga

SAN SEVERINO - Controlli a tappeto: l'uomo è ai domiciliari per resistenza a pubblico ufficiale, prima ha inveito e minacciato, poi ha fatto cadere due militari. I ragazzi, di 20 anni, sono stati fermati a bordo di un'auto: uno è stato denunciato per spaccio, all'altro è stata ritirata la patente ed è stato segnalato alla prefettura. Sequestrati oltre 30 grammi di marijuana
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
droga-tolentino

La droga e il materiale sequestrato ai due giovani settempedani

 

Un uomo arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, un giovane denunciato per spaccio, due romeni proposti per il foglio di via e oltre 30 grammi di marijuana sequestrata. E’ questo il bilancio di un’attività di controllo del territorio messa in campo ieri pomeriggio dai carabinieri della Compagnia di Tolentino. In particolare l’attenzione si è focalizzata su San Severino,  ma non solo. Durante il servizio i militari hanno fermato un’auto con a bordo quattro giovani, due ragazzi e due ragazze tutti ventenni, che arrivavano da San Pacifico in direzione centro. Il ragazzo alla guida ha mostrato subito segni di nervosismo e dopo poco ha consegnato spontaneamente un sacchettino con tre grammi di marijuana. Così è scattata la perquisizione per tutti gli altri e nell’auto. L’altro ragazzo, proprietario dell’auto e seduto a fianco al guidatore, aveva un zainetto: all’interno c’erano 30 grammi di marijuana, un grinder e un taglierino ancora intriso di sostanza stupefacente. E’ stato denunciato per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. All’altro invece, che era alla guida, è stata ritirata la patente ed è stato segnalato alla prefettura come assuntore.

de-carlini

Il capitano Giacomo De Carlini, comandante della Compagnia di Tolentino

Verso le 16,45 è poi arrivata una chiamata al 112 per un rissa davanti a un bar in viale Collio. Nel giro di un paio di minuti i militari sono arrivati sul posto, con loro anche la polizia locale. Non c’era nessuna rissa, era stato il titolare del bar a chiamare perché due uomini di 57anni, italiani  e residenti in città, erano arrivati visibilmente ubriachi chiedendo ancora da bere. Quando il barista s’è rifiutato questi si sono messi a inveire ed urlare, finché non sono stati chiusi fuori dal locale. Ed lì che li hanno trovati i militari. I due però hanno iniziato a prendersela pure con i carabinieri e gli agenti della municipale, uno in particolare li avrebbe anche minacciati con frasi del tipo “Vi conosco a tutti, so dove abitate”. Ad un certo punto uno dei militari presenti si è allontanato con quello che sembrava il più calmo dei due per cercare di sedare definitivamente gli animi, ma l’altro quando ha visto la scena, pensando forse lo stessero portando in caserma, si è avventato sui due strattonandoli. Sia il carabiniere che l’uomo sono così caduti e a quel punto il 57enne è stato immobilizzato. Ma senza placarsi, perché ha continuato a scalciare facendo cadere anche un secondo carabinieri. A quel punto è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e su disposizione del pm di turno trasferito ai domiciliari. Domani l’uomo, difeso dall’avvocato Laura Antonelli, dovrà presentarsi in tribunale per la convalida e la direttissima. Per i due carabinieri cinque giorni di prognosi a testa. Infine sempre ieri pomeriggio, ma a Tolentino, i carabinieri hanno fermato un’Audi A4 in zona stazione con a bordo due romeni residenti in Umbria, già noti per diversi reati contri il patrimonio. I due sono stati perquisiti e non sapendo giustificare la propria presenza in città sono stati allontanati. Per i militari è probabile fossero arrivati a Tolentino per commettere qualche furto o effettuare dei sopralluoghi. Sono stati proposti per un foglio di via in questura valido per tutti i comuni del cratere.

 

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X