La polizia celebra il patrono:
«Festa dedicata al vescovo»

MACERATA - Nel corso della messa nella chiesa di San Giorgio, Antonio Pignataro, si è rivolto a monsignor Marconi: «Dimostra coraggio nello scuotere le coscienze»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
san-michele-arcangelo-celebrazione-3-1-650x433

Il questore Antonio Pignataro

 

«Quest’anno la festa di San Michele Arcangelo è dedicata al vescovo di Macerata Nazzareno Marconi a cui va il più sentito ringraziamento per quello che ha fatto e che sta facendo per questa comunità», così il questore Antonio Pignataro nel corso della cerimonia che si è svolta oggi in onore del patrono della polizia. Il questore ha aggiunto «desidero dedicare questa festa al vescovo per il suo lavoro e il suo esempio, per il coraggio che dimostra giornalmente nello scuotere le coscienze di tutti». In occasione della festa, è stata celebrata alle 12 una messa nella chiesa di San Giorgio di Macerata, celebrata proprio dal vescovo. Presenti i rappresentati dell’Anps (Associazione nazionale polizia di stato) e tra le autorità anche il nuovo sindaco Sandro Parcaroli. C’erano poi poliziotti in servizio alla questura, al commissariato di Civitanova e alle sezioni Polizia stradale e Polizia postale di Macerata, e i famigliari degli agenti caduti in servizio: Leonardo Caucci e Marino Sbarbati ai quali il questore ha espresso parole di ringraziamento e di vicinanza.

san-michele-arcangelo

san-michele-arcangelo-celebrazione-2-1-650x433

san-michele-arcangelo-celebrazione-1-1-650x433



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X