Abbadia di Fiastra
tra i parchi del cuore

AMBIENTE - E' tra i luoghi scelti per la campagna di Legambiente e Vallelata. Il più votato sarà ripulito in una grande giornata di volontariato
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
2Giugno_AbbadiaDiFiastra_FF-6-325x217

L’abbadia di Fiastra

La Riserva naturale dell’Abbadia di Fiastra è stata seleziona per il concorso “Puliamo il tuo parco!”, la campagna lanciata da Vallelata e Legambiente che invitano a votare il proprio parco del cuore. Per ogni regione, il parco più votato sarà ripulito in una grande giornata di volontariato.
Nelle Marche, oltre all’Abbadia di Fiastra, è possibile votare per la pulizia di Parco del Cardeto ad Ancona,  Parco XXV Aprile a Pesaro, Parco dell’Annunziata ad Ascoli e Pineta di Porto Sant’Elpidio a Fermo.
«In un momento in cui riscopriamo e riviviamo in modo eccezionale il legame tra uomo e ambiente – si legge in una nota –  Vallelata ha deciso di investire sulla natura. La campagna, sviluppata in collaborazione con Legambiente, rientra nel più ampio progetto Puliamo il Mondo, l’iniziativa di volontariato ambientale che vede le persone donare il proprio tempo per la pulitura di parchi, piazze, spiagge e fiumi del mondo».
Fino al 30 giugno sul sito puliamoiltuoparco.vallelata.it sarà possibile votare il proprio parco del cuore tra i 100 parchi – 5 per ogni regione italiana – che sono stati selezionati insieme a Legambiente e si potrà partecipare ad un concorso per vincere una delle biciclette pieghevoli in palio.

Mauro-Frantellizzi

Mauro Frantellizzi

«Oggi più che mai abbiamo ritrovato la voglia di vivere all’aria aperta e godere delle nostre città, dei nostri giardini e parchi ed è quindi il momento giusto per ricordare quanto sia importante tenerli puliti. – dichiara Mauro Frantellizzi, Direttore Marketing Galbani Cheese – Sono i nostri parchi che ci stanno riaccogliendo oggi all’aria aperta dopo giorni in casa, sono i nostri quartieri, le nostre città, la nostra Italia, e con questa campagna Vallelata, da sempre attenta alla natura e alla riduzione dell’impatto ambientale nelle sue produzioni, vuole dare una mano in più per far capire che la natura è casa nostra è tocca a noi preservarla al meglio».
«Per un pianeta più pulito, c’è bisogno dell’aiuto di tutti – dichiara Marco Ciarulli, direttore di Legambiente Marche – La cittadinanza attiva passa anche dal coinvolgimento del settore privato, grazie al quale, attraverso un’efficace comunicazione, è possibile raggiungere e sensibilizzare un numero maggiore di cittadini. Quindi ben vengano iniziative strutturate come quella con Vallelata, educative ed utili per la collettività».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X