facebook twitter rss

Il centro storico che cambia:
chiude il Caffè Venanzetti,
apre il kebab lungo le Scalette

MACERATA - Le attività si avvicendano a ritmi vertiginosi. Giù le serrande per "La taverna" in piazza XX settembre. In corso Matteotti arriva "Cucina 23"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
728 Condivisioni

L’ingresso del Caffè Venanzetti in galleria. Il locale non ha riaperto dopo le ferie

 

di Alessandra Pierini (foto Fabio Falcioni)

Il Caffè Venanzetti dovrà trovarsi un salvatore. Il tempo è scaduto e il gestore Eraldo Marchetti, come già paventato (leggi l’articolo), non ha riaperto le porte dello storico locale nel cuore di Macerata. Uno dei più belli dal punto di vista architettonico. Fa pensare ad un caffè torinese, sembra un locale blasonato.

«I turisti si fermano a fargli le foto» racconta un residente. Eppure non trova pace. Negli ultimi anni è stato un girotondo continuo di titolari, di volti, di cambiamenti ma la sua identità il Caffè Venanzetti non l’ha mai ritrovata. Ed ora, per l’ennesima volta, si spera che qualcuno riuscirà a salvarne le sorti. «Stiamo cercando qualcuno di altamente qualificato per portare avanti l’attività – spiega Eraldo Marchetti, attuale gestore, che affitta il locale dalla Provincia – bisogna avere la possibilità di lavorare con l’esterno perché sia sostenibile. Abbiamo diversi contatti e speriamo di concludere le trattative quanto prima».

Non c’è speranza invece per “La Taverna” pizzeria in via XX settembre. A dare l’annuncio ai “tavernicoli” sono state direttamente le titolari attraverso i social: «Con grande dispiacere vi comunichiamo che la pizzeria ha ufficialmente chiuso. Un saluto a tutti i nostri fedelissimi clienti».

In corso Matteotti aprirà “Cucina 23”

Così il centro storico continua a cambiare vorticosamente. Aperture e chiusure sono ormai talmente veloci che molti neanche se ne accorgono. Anche perché in centro, il più delle volte, bisogna andare appositamente. Non è un luogo di passaggio e non è necessario. Pur conservando la bellezza e il genius loci. E per una serranda che si abbassa ce n’è un’altra pronta ad alzarsi. E’ apparso infatti un bene augurante avvisi in corso Matteotti, sulla vetrina del negozio occupato fino ad un anno fa da “La concorrente”, negozio di gastronomia poi chiuso. Ora al suo posto aprirà “Cucina 23” che si propone come vineria e gineria.

Ismail Esuz, titolare del kebab lungo piaggia della torre

E la globalizzazione passa anche per il cibo. Così lungo le scalette arriva il kebab. E’ il secondo dentro le mura di Macerata, dopo quello aperto anni fa ai Cancelli. Ad iniziare la nuova avventura in centro Ismail Eisuz. Prima la sua attività era in corso Cairoli ma poi il locale è stato venduto ed è rimasto senza niente. «Ho inaugurato sabato – racconta – è ancora presto per dire come va. Ma ho cercato di fare tutto per bene». L’attività sorge al posto di una storica barberia, poi occupata dal Doppio Zero che ha abbassato le serrande ormai da qualche tempo. Intanto si diffondono sempre più i centri di distribuzione automatica. Fredde macchine, basta inserire un gettone.

 

Caffè Venanzetti chiuso per ferie: «E’ probabile che non riapriremo»

La Taverna in via XX Settembre ha chiuso domenica

Il negozio di kebab è sorto a posto del Doppiozero

Negozi sfitti

Uno dei distributori automatici

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X