facebook twitter rss

Spaccio organizzato, 4 condanne:
pene per oltre 19 anni

MACERATA - Sotto accusa davanti al Gup 4 nigeriani. L'indagine riguardava cessioni di droga avvenute nel capoluogo, nel complesso vennero eseguite 27 misure cautelari
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
20 Condivisioni

La conferenza stampa a conclusione dell’operazione

 

Spaccio organizzato a Macerata: condanne complessive a oltre 19 anni per le 4 persone che erano sotto accusa al gup del tribunale di Macerata (e che rientrano in una maxi operazione che era stata condotta da polizia e carabinieri che portò a 27 misure cautelari). Sotto accusa quattro nigeriani che sono accusati di aver spaccio diversi quantitativi di eroina in città tra il 2017 e il 2018. Ieri il giudice Claudio Bonifazi ha condannato Nelson Osas Adoghe a 5 anni e 30mila euro di multa, mentre gli altri tre imputati sono stati tutti condannati a 4 anni e 4 mesi e 24mila euro di multa: si tratta di Camara Mamadi, Aboucabar Zerome, Promise Ewaleifoh. Adoghe avrebbe spacciato 109 grammi di eroina (tra il 2017 e i primi mesi del 2018) a Macerata e Passo di Treia. Camara avrebbe ceduto eroina in 33 occasioni, a Macerata, tra fine 2017 e marzo 2018. Zerome avrebbe venduto eroina (18 grammi) e 10 grammi di marijuana tra gennaio e marzo 2018. Ewaleifoh avrebbe ceduto 32 dosi di eroina, fino al 6 maggio 2018. Alcune cessioni sarebbero avvenute vicino ad una scuola di Macerata, altre in via Roma e altre ancora a Passo di Treia. Gli imputati sono difesi dagli avvocati Simone Matraxia, Umberto Gramenzi, Jacopo Allegri e Angela Cesarini.

(Gian. Gin.)

 

Spaccio organizzato a Macerata, muro di gomma degli arrestati

Macerata, scacco allo spaccio di droga: 27 arresti, oltre 4mila cessioni di eroina (I VIDEO)

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X