facebook twitter rss

Corso Cavour tra oggi e domani: 
«La rotatoria? Sarà una mazzata»
«No, la nuova viabilità funzionerà» (Video)

MACERATA, VIAGGIO NEI QUARTIERI (5a puntata) - I residenti e i commercianti sui progetti del Comune, tra chi è perplesso, chi approva, e chi pensa non si realizzeranno mai. E c'è chi critica la mancanza di parcheggi nella zona
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Corso Cavour, viaggio nei quartieri di Macerata
48 Condivisioni

Bancarelle sul corso

 

di Alessandra Pierini (video Gabriele Censi)

E’ senz’altro una delle vie più trafficate di Macerata, non solo dal punto di vista della viabilità ma anche da quello pedonale. Corso Cavour è il passaggio quasi obbligato tra la periferia e il centro storico di Macerata. Residenzialità, commercio, servizi e finanza si intrecciano in quest’area che si distingue per conformazione da tutte le altre della città. Basti pensare che è l’unica “strada” a tre corsie dell’intera città. E ora attende novità importanti, dopo l’approvazione del Pums (Piano urbano di mobilità sostenibile) che prevede la realizzazione di una rotatoria all’ingresso che consentirà di girare direttamente per via dei Velini, in direzione Villa Potenza, a chi viene da via Roma o da viale Martiri della Libertà.

Corso Cavour nella foto di Fabio Falcioni

Per questo Cronache Maceratesi l’ha scelta per la quinta puntata del viaggio nei quartieri della città. Giorno di mercato (con la novità delle bancarelle spostate da piazza della Libertà per far spazio a quelle natalizie), occasione per raccogliere impressioni positive e negative da parte di chi qui ci abita.

«Manca un parcheggio, devo lasciare l’auto a un chilometro – è categorico Francesco Moretti, residente pensionato -, è vero che ho tempo e non è un problema, ma se devo scaricare l’acqua o la spesa la cosa si complica». E la nuova viabilità? Moretti è critico: «L’amministrazione? Non la farà mai. Hanno promesso la piscina per 20 anni e non hanno messo neanche i paletti».

Abita da sempre in corso Cavour Adriano Ciaffi, esponente del Pd: «E’ una via che è cresciuta, si è saputa ammodernare». Vive a Macerata da 25 anni Renata Gabbi: «Quando scendo da casa, ho la sensazione di essere in una grande città. A me piace, anche se poi prendo l’auto e me ne vado per agriturismi o a vedere i girasoli perchè la vera bellezza è nei dintorni». Anche Mario Ulissi, anche lui pensionato, ama la via in cui abita: «Io qui sto come un signore, vivo benissimo e sono sicuro che la nuova viabilità funzionerà».
Molto più critico Franco Belelli, titolare dell’alimentari all’ingresso della via: «Corso Cavour non è più quello che mi ricordo io e la rotatoria gli darà la mazzata finale». Fa un discorso più ampio Maria Crescenzi, residente ma anche commerciante: «Questa via è sporca e nessuno pulisce, ma è solo un esempio di come vanno le cose in questa città dove purtroppo non c’è nessuno che pensa. Per fortuna si vive di università e speriamo che si possa continuare».

 

Rivoluzione viabilità in corso Cavour, Ciaffi: «Bisogna riflettere, siamo a fine mandato» (Video)

Chi vorresti come sindaco nel 2020? Il toto nomi al mercato (VIDEO) Le donne chiedono rappresentanza

«Cattivi odori e auto che sfrecciano» Sforzacosta nella morsa: stretta fra traffico e Cosmari

Collevario, il paradiso verde della città «Ma meglio guardare dove cammini»

Via dei Velini tra commercio ed erba alta: «Un’oasi abbandonata a se stessa»

Le “croci” di Santa Croce: «Marciapiedi a pezzi e verde da curare» E piove dentro il Circolo dei pini (FOTO)

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X