Violenta lite di fronte casa,
ubriaca picchia il convivente

CIVITANOVA - L'uomo ha rifiutato le cure mediche e non ha voluto sporgere denuncia. La donna, clandestina, segnalata per ubriachezza in luogo pubblico
- caricamento letture

 

polizia-archivio-arkiv-211-325x192

 

Finisce con una segnalazione per ubriachezza in luogo pubblico una violenta lite per futili motivi fra una tunisina, clandestina, e il suo convivente italiano. La donna, evidentemente ubriaca, l’ha picchiato nel primo pomeriggio di ieri mentre si trovavano di fronte al condominio in cui abitano a Civitanova, tanto che sul posto sono intervenuti gli agenti della Volante del commissariato, diretto dal commissario capo Lorenzo Sabatucci. L’uomo ha rifiutato le cure mediche e non ha voluto sporgere denuncia. Quello accaduto è solo l’ultimo episodio di una lunghissima serie che ha visto protagonista la cittadina straniera, già nota alle forze dell’ordine per reati contro la persona e contro il patrimonio, resistenza a pubblico ufficiale nonché per ubriachezza, responsabile di ripetuti diverbi sfociati in lesioni verso il proprio convivente. Numerosi gli esposti alle forze dell’ordine da parte di cittadini residenti nel condominio occupato dalla straniera e dal proprio convivente. La donna, pur essendo clandestina visto che è stato rifiutato dalla questura di Macerata il rinnovo del permesso di soggiorno non avendo prodotto un contratto di lavoro, ha potuto godere dello stato di inespellibilità grazie a garanzie di legge previste quale genitore di figlia in minore età. L’ufficio immigrazione, diretto dal vice questore Marcucci, che ha seguito costantemente la vicenda in collaborazione il commissariato di Civitanova e su impulso del questore di Macerata Antonio Pignataro, lo scorso 29 luglio aveva provveduto all’espulsione della straniera accompagnandola al centro per i rimpatri di Roma-Ponte Galeria. Ma la donna ha avanzato istanza di asilo politico motivo per il quale, divenuta nuovamente inespellibile, è tornata nel vecchio condominio di Civitanova dove si è resa protagonista dell’ennesimo episodio violento.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X