Scissione Pd, da noi Renzi non fa breccia:
fedeli Orazi, Lambertucci e Belvederesi

POLITICA - Il consigliere di Macerata, l'ex segretaria provinciale e l'esponente civitanovese si aggiungono all'endorsement di Fiordomo. Il segretario provinciale Vitali: «Per ora nessuna comunicazione ufficiale»
- caricamento letture
ulderico_orazi_anna_ascani-e1568809591124-325x260

Ulderico Orazi col vice ministro Anna Ascani

 

Il consigliere di Macerata Ulderico Orazi rinnova la sua fiducia a Matteo Renzi e aderisce a Italia Viva. Fa lo stesso Teresa Lambertucci, in passato segretario provinciale dem. Mentre a Civitanova seguirà il leader Roberta Belvederesi, che era anche membro del direttivo provinciale dei dem.
«Sono stato tra i primi ad appoggiare Renzi – ricorda Ulderico Orazi – fin da quando arrivò a Macerata con i camper ormai 8 anni fa. Per me è il politico più lungimirante, ha le idee più innovative a livello nazionale, ha una marcia in più. E’ un dispiacere lasciare il Pd, è stata casa mia da quando è nato ma mi sento  di seguire il progetto di Renzi, basato sui giovani. Parteciperò alla Leopolda il prossimo mese». Al momento i politici maceratesi che hanno già aderito alla proposta di Renzi si contano sulle dita di una mano. Tra questi l’ex sindaco di Recanati Francesco Fiordomo, mentre è ancora incerto il deputato Mario Morgoni, pure vicino all’ex premier. «Prima erano tutti renziani – commenta Orazi –  attualmente non ne vedo tanti».

teresa_lambertucci

Teresa Lambertucci

Tra questi c’è di sicuro Teresa Lambertucci, già nel Pds e nei Ds prima di diventare segretaria provinciale del Pd. «Ho già aderito alla petizione online – spiega – e inevitabilmente lascerò il Pd, oggi infatti ho comunicato la mia assenza all’assemblea regionale. Faccio parte dell’area renziana già dal 2012, e all’epoca quell’adesione era legata all’evoluzione del partito legata a logiche correntistiche che non mi convincevano. Renzi all’epoca diede una nuova linfa e da allora non mi sono più spostata. Quindi per me è una scelta logica e consequenziale, quella di aderire a Italia Viva. All’inizio pensavo si trattasse più di un’operazione legata ai gruppi parlamentari, poi le parole di ieri di Renzi hanno chiarito si tratta di un progetto per una prospettiva di rinnovamento per l’Italia, fortemente incentrata sui giovani, di stampo liberale. Nessuna contrapposizione col Pd, a cui non posso che dire “Buon lavoro insieme”. Certo forse qualche commento o condanna mi è sembrato sopra le righe e troppo incattivito, anche perché continueremo a collaborare».

pd-belvederesi-civitanova-4-e1568830991863-612x650

Roberta Belvederesi

A Francesco Vitali, segretario provinciale del Pd, attualmente non risultano comunicazioni ufficiali di uscite dal partito. la critica verso Renzi: «Penso che la sua sia stata una scelta meditata, visto che se ne parlava da tempo. Però il tempismo non è stato dei migliori. Renzi era stato tra i fautori del nuovo governo e anche se adesso dice che questa nuova formazione è legata al fatto che la legislatura arrivi fino in fondo, la sua decisione in questo particolare momento è un segno di indebolimento e potrebbe dare agli altri, lega in primis, più forza nelle motivazioni contro il Pd e Renzi stesso». Ipercritico anche Giovanni Gostoli, segretario regionale del Pd che stigmatizza la scelta dell’ex premier:«Siamo nati per unire, non per dividere. Una scissione sul nulla e incomprensibile».

(Redazione Cm)

Renzi via dal Pd, Gostoli: «Scissione sul nulla»

Sms di Renzi a Morgoni: “Resta con noi” Il deputato: «Riflessione tormentata» Fiordomo segue l’ex premier

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =