facebook twitter rss

Condizioni di sicurezza ok,
la Pian Perduto riapre nei weekend

CASTELSANTANGELO - La strada sarà transitabile dal 23 giugno e a seguire nei giorni comunicati dalla Provincia. Date e orari per percorrerla
venerdì 21 Giugno 2019 - Ore 16:06 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

495 Condivisioni

 

Riapre da domenica (23 giugno) la strada provinciale 136 “Pian Perduto” tra Castelsantangelo e Castelluccio di Norcia. La Provincia ha accertato il ripristino delle condizioni di sicurezza, in particolare dei tratti dove operano gli operai nei cantieri allestiti, e quindi ha ordinato la riapertura temporanea al transito. Questa mattina si è tenuto un ultimo sopralluogo di verifica e domani saranno effettuati gli ultimi interventi per riaprire questo collegamento danneggiato dal terremoto del 2016 e di fortissima vocazione turistica con un considerevole afflusso di visitatori durante i mesi estivi, e in particolare in questo periodo in cui si avvicina la fioritura delle lenticchie. Il tratto di strada interessato, fino al confine con l’Umbria, sarà vigilato dalla ditta appaltatrice dei lavori con il proprio personale, soprattutto nei tratti più impervi, e dei controlli saranno effettuati anche dalla polizia provinciale, su disposizione del Presidente della Provincia Antonio Pettinari.

Le giornate di apertura decise, oltre a domenica 23 giugno, sono: tutti i sabati e tutte le domeniche, dalle ore 8 alle ore 21 per il restante mese di giugno e per i mesi di luglio e agosto 2019; tutta la settimana dal 12 al 18 agosto 2019 dalle ore 8 alle ore 21; tutte le domeniche, dalle ore 8 alle ore 20 per i mesi di settembre ed ottobre 2019. Nei restanti giorni proseguono i lavori del cantiere. «L’obiettivo della nostra Amministrazione – dichiara Pettinari – è accelerare il più possibile i lavori, anche perché sono quasi passati tre anni dai fenomeni sismici. È importante garantire l’apertura del tratto stradale nei fine settimana in cui il cantiere non lavora, per dare opportunità alle comunità di riprendere, anche se lentamente, un ritmo di vita normale, soprattutto dal punto di vista economico e sociale. Tutto deve avvenire nella massima sicurezza, per la tutela dei cittadini, degli automobilisti e dei motociclisti: ecco perché non abbiamo adottato il provvedimento di apertura fino a quando non siamo stati sicuri della completa sicurezza».

Riapertura Pian Perduto, niente di certo: «Un’altra domenica così e qui non torna più nessuno»

Domenica beffa per tanti turisti: provinciale Pian Perduto rimane chiusa

«Danni modesti ma strade chiuse» Lo studio di 130 scienziati passa gli effetti del sisma ai raggi X



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X