Trova i ladri in camera
e gli scaglia contro il cane

I MALVIVENTI sono entrati nella notte in casa di Myriam Marcelli, insegnante civitanovese della scuola di danza "I veli della Luna". Hanno sentito la donna e il suo pastore maremmano che si stavano dirigendo nella stanza dove stavano cercando qualcosa da rubare e sono scappati
- caricamento letture

 

pastore-maremmano

Un pastore maremmano

 

Rientra in casa e sente i ladri in camera, prende la pistola e gli scaglia contro il pastore maremmano. «Ripensandoci non so se lo rifarei, ma ho avuto tanta paura che potessero far del male ai miei animali». Disavventura questa notte per Myriam Marcelli, l’insegnante civitanovese della scuola di danza “I veli della Luna” di Bivio Cascinare che attorno alle 2, quando ha fatto rientro a casa, ha visto l’ingresso e la zona giorno completamente a soqquadro con cassetti divelti, sportelli aperti e cose ovunque. «E’ stato un attimo – racconta – ero appena rientrata dalle prove e dalle lezioni che si svolgono proprio sotto all’appartamento dove vivo e quando ho visto tutto quel casino dal principio ho pensato che fossero stati i miei gatti, ma poi ho sentito un rumore nella zona notte, come se qualcuno stesse spostando dei mobili, e allora ho capito. Per un attimo ho sentito una stretta allo stomaco. Ho preso dalla borsa la pistola antiaggressione che spara un liquido urticante, un dono del mio fidanzato che è una guardia giurata, poi sono scesa di sotto e ho portato su con me il mio pastore maremmano Luna». Appena rientrata nell’appartamento Myriam Marcelli ha aperto la porta che separa l’area giorno da quella notte, il cane ha ringhiato e si è diretto in camera dove però a quel punto i ladri, sentendo la presenza della proprietaria e del cane, si erano dati alla fuga. Scappati a gambe levate hanno lasciato nell’abitazione una tenaglia utilizzata per forzare l’ingresso. I malviventi infatti hanno utilizzato come ponte il tetto di un’altra struttura è attraverso il terrazzo hanno forzato la serranda, aperto l’infisso della porta finestra e addirittura tagliato una catenella di acciaio. «Fortunatamente in casa non ho oggetti di valore o denaro in contante e non sono riusciti a portarmi via nulla, però ho tantissimi animali gatti, serpenti e i miei cani. La mia reazione e l’intervento è stato determinato proprio dal terrore che avessero potuto far loro del male come dispetto. Ora come ora non so se lo rifarei. Ma per fortuna avevo con me il cane e la pistola, altrimenti probabilmente sarei scappata».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X