Convegno su Fortini,
Gabellieri e Giannoni smentiscono:
«Caporaletti ha detto il falso»

CIVITANOVA - L'assessore alla cultura: «Io non ho mai vietato nulla, non so neanche bene chi sia» . Il presidente della Biblioteca: «Il cda ha votato favorevolmente la proposta, resta da decidere quando si farà»
- caricamento letture
giannoni-gabellieri

Il presidente della Biblioteca Paolo Giannoni e l’assessore alla cultura Maika Gabellieri

 

di Laura Boccanera

«Caporaletti ha detto il falso, è un personaggio in cerca d’autore, non usi me per dimostrare di esistere». L’assessore Maika Gabellieri nega di aver “vietato” l’organizzazione del convegno su Franco Fortini in occasione del 50esimo anno dalla Fondazione della Biblioteca Zavatti e respinge al mittente l’accusa di gestire la cultura in maniera “fascista”. Dopo la presa di posizione dell’ex presidente della Biblioteca Aldo Caporaletti che ieri denunciava un passo indietro da parte del consiglio di biblioteca a causa del “niet” della Gabellieri, oggi l’assessore puntualizza quella che invece è il suo punto di vista sulla questione. «Caporaletti dice molte cose imprecise e altre proprio false – commenta l’assessore – e sto valutando se ci sono le condizioni per una denuncia. E’ gravissimo quello che ha detto, il mio operato ha sempre dimostrato il contrario. Ma soprattutto, Caporaletti alla riunione dov’era? Riferisce cose dette da chi? Se non lo dirà a me, lo dirà ad un giudice. Io non ho mai vietato nulla, non so neanche bene chi sia Fortini, non ho approfondito la sua poetica e non mi sono mai espressa sulla proposta del cda della Biblioteca. L’incontro al quale si riferisce non era un cda della Zavatti, ma una riunione fra i nuovi gestori della Biblioteca, un dirigente comunale e me, poi è arrivato anche il presidente Paolo Giannoni per illustrare una proposta per il 4 maggio visto che il tempo a disposizione è poco. Di Fortini, dell’intitolazione della piazza e di quello di cui parla Caporaletti io non so proprio niente. Butta solo fango su di me e se ne prenderà le sue responsabilità». Conferma la versione della Gabellieri anche Paolo Giannoni, presidente della Biblioteca: «Come presidente ho incontrato Caporaletti che ci ha proposto per il 50esimo di organizzare un convegno su Fortini e c’è un verbale che conferma che il cda ha approvato la proposta. Un convegno su Fortini è previsto, non abbiamo deciso quando perché aspettavamo l’arrivo dei nuovi gestori da Bologna per organizzare il tutto. Il cda ha votato favorevolmente quella proposta insieme ad altro ed è tutto nel verbale del 29 marzo. Il consiglio di biblioteca preciso che è un organo consultivo e non deliberativo, ma il veto di cui parla Caporaletti non l’ho visto nè sentito da nessuna parte».

«Convegno sul poeta Fortini cancellato dalla Gabellieri perché era un uomo di sinistra»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =