Rapina in corso Cairoli: il blitz a Sarnano
Trovate pistola e parte della refurtiva

INDAGINI - Emiliano Ferriccioli, arrestato per spaccio, è sospettato del colpo nell'oreficeria di Macerata. Oltre alla droga, in casa e nell'auto, gli agenti della Squadra mobile hanno sequestrato anche un'arma ritenuta compatibile con quella utilizzata sabato mattina per minacciare il titolare. Decisive le immagini delle telecamere, lui nega ogni coinvolgimento
- caricamento letture

 

Una pistola nell’auto, parte della refurtiva nascosta in casa. Sono questi gli elementi che collegherebbero Emiliano Ferriccioli, il 41enne arrestato per spaccio, alla rapina messa a segno sabato mattina nella gioielleria Garulli in corso Cairoli a Macerata.

Polstrada_Questura_FF-7-650x583

Il commissario Maria Raffaella Abbate che dirige la Squadra mobile

Gli agenti della Squadra mobile, diretta dal commissario capo Maria Raffaella Abbate, sono arrivati a lui con un’indagine lampo. Subito dopo il colpo, infatti, la polizia ha esaminato le immagini delle telecamere dell’esercizio commerciale, che avevano ripreso in volto il rapinatore, e quelle installate in zona. Oltre ad aver ascoltato diversi testimoni. Così stanotte è scattato il blitz a Sarnano, dove il 41enne originario di Roma si è trasferito. Nella prima casa dove l’uomo risulta vivere, non c’era nessuno. Così la perquisizione si è spostata in un’altra abitazione, nelle disponibilità sempre della famiglia del 41enne. Sulle prime l’uomo ha fatto finta di non esserci e gli agenti hanno dovuto sfondare la porta per entrare e l’hanno sorpreso. A quel punto l’abitazione è stata passata al setaccio e sono saltati fuori 39 grammi di eroina, bilancini e materiale per il confezionamento.

rapina

Il rapinatore ripreso dalle telecamere della gioielleria

In casa inoltre è stata trovata parte della refurtiva del colpo in gioielleria, mentre nell’auto dell’uomo una pistola, che secondo gli inquirenti, potrebbe essere quella utilizzata nella rapina. Su questi ultimi aspetti però sono in corso ancora ulteriori accertamenti. Per questo Ferriccioli al momento è stato arrestato solo con l’accusa di spaccio. E’ difeso dall’avvocato Paolo Marchionni e nega ogni suo coinvolgimento nella rapina. La convalida dell’arresto è prevista per mercoledì. La rapina è stata messo a segno sabato poco dopo le nove. Un uomo, con un cappellino calzato in testa, è entrato nella gioielleria con la scusa di dover ritirare un braccialetto visto il giorno prima. Ma pochi minuti dopo ha estratto una pistola, l’ha puntata contro il titolare Graziano Tamburrini, bloccandogli le mani sul bancone e si è fatto consegnare l’oro. E’ fuggito con una borsa con un centinaio di orologi per un bottino di circa 10mila euro.

(redazione CM)

rapina-1-650x369

 

Rapina in corso Cairoli, c’è un sospettato: è un 41enne arrestato per spaccio

Rapina a mano armata in oreficeria «Mettete l’oro nella borsa, non ho voglia di scherzare» (IL VIDEO)

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =