Licenza sospesa alla discoteca Donoma
dopo le recenti aggressioni

CIVITANOVA - Il questore di Macerata ha deciso di prendere il provvedimento dopo i fatti avvenuti lo scorso martedì. Il provvedimento, della durata di 8 giorni, non riguarda il ristorante. La direzione del locale: «Ci siamo da sempre adoperati al rispetto delle leggi vigenti con l'ausilio di tutti i mezzi a nostra disposizione, ci spiace per gli incontrollabili incidenti avvenuti e da non ripetere»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

donoma-jerry-calà-1-325x217

 

di Laura Boccanera

Licenza sospesa per otto giorni al Donoma di Civitanova. Il provvedimento a firma del questore arriva dopo l’episodio di martedì scorso quando nel corso della serata ci sarebbe stata una lite fra due avventori del locale. Il provvedimento di sospensione porta l’articolo 100 del Tulps che prevede la chiusura momentanea per quelle attività all’interno delle quali si siano verificati episodi di aggressioni non particolarmente gravi o quando il locale sia ritrovo di persone pericolose o pregiudicate. In questo caso la misura è scattata proprio per l’aggressione ai danni di un avventore della serata del Martes calientes. Un episodio che non è isolato: la notte di Capodanno un ragazzo di Chieti è stato pestato brutalmente e attualmente c’è un fascicolo aperto con le indagini che si sono concentrate fra la security. Tra le motivazioni addotte dalla Questura c’è la situazione di pericolo per l’incolumità pubblica: «L’esercizio pubblico è stato teatro di numerosi episodi che hanno creato pericolo per la sicurezza pubblica – si legge nella nota diffusa dalla Questura – in particolare liti sfociate in aggressioni, fisiche o vere e proprie risse tra gli avventori del locale, talvolta col coinvolgimento di quelli che erano incaricati di assicurare i servizi interni». La nota fa riferimento solo ai casi dell’ultimo mese, ma ricorda anche una violenta aggressione nel 2016 che finì con la prognosi riservata di un uomo. Inoltre tra le motivazioni si fa riferimento alla  «presenza di persone segnalate all’autorità giudiziaria per vari reati». Con una nota la direzione del locale prende atto della sospensione che non riguarda comunque il ristorante che rimarrà aperto, ma solo la discoteca: «la direzione del Donoma prende atto in data odierna, del provvedimento cautelare di sospensione dell’esercizio, a causa di isolati episodi verificatosi nel corso degli ultimi anni. Provvede quindi ad effettuare una settimana di pausa. Nell’occasione ribadisce la ferma convinzione che sia essenziale la collaborazione fattiva con gli organi competenti dell’ordine pubblico, con il Comune di Civitanova Marche e con i cittadini stessi. Ci siamo da sempre adoperati al rispetto delle leggi vigenti con l’ausilio di tutti i mezzi a nostra disposizione, ci spiace per gli incontrollabili incidenti avvenuti e da non ripetere. Da parte nostra abbiamo cercato di dimostrare la massima disponibilità ed abbiamo messo sempre in campo la professionalità di tutti i nostri addetti ai lavori che utilizziamo nella nostra attività. Oltre 130 persone, nostri dipendenti e collaboratori, si impegnano con estrema serietà».

Movida troppo caliente, tre denunciati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X