Lupo ucciso dai bracconieri:
“E’ il quarto negli ultimi mesi”

GAGLIOLE - Un esemplare femmina intrappolato in un laccio è stato trovato stamattina ad Acquosi. Il delegato della Lac Danilo Baldini: "Ceriscioli e la giunta si schierino contro la proposta di riaprire la caccia"
- caricamento letture

LUPO-foto-di-Carlo-Vecchioli

 

Un altro esemplare di lupo è stato trovato morto questa mattina dai carabinieri forestali vicino ad Acquosi, località di Gagliole. A renderlo noto Danilo Baldini delegato della Lac, la Lega per l’abolizione della caccia. Il lupo, una femmina appartenente alla sottospecie appenninica, era rimasta intrappolata in un laccio posizionato dai bracconieri lungo un sentiero utilizzato abitualmente dai cinghiali – prede abituale dei lupi – per andare ad abbeverarsi in una vicina sorgente. L’animale che nel tentativo di liberarsi si è quasi auto amputato una zampa è stato poi raggiunto dai cacciatori di frodo e ucciso a colpi di fucile. Poco meno di un mese fa a Cessapalombo è stato rinvenuto un altro esemplare ucciso (leggi l’articolo). “Si tratta del quarto lupo ammazzato nelle Marche negli ultimi mesi – dice Baldini -. In questo quadro, “risuona” il silenzio della Regione che, a differenza di altre 11 Regioni schierate contro la riapertura della caccia al lupo, non si è finora pronunciata nel merito. Chiediamo al presidente Ceriscioli ed alla sua giunta di assumere una posizione chiara e contraria sulla proposta di riapertura della caccia al lupo, in vista della imminente riunione della Conferenza Governo – Regioni, che dovrà decidere sugli abbattimenti”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X