Visso, il comune all’ex piscina
Pazzaglini: “Il rientro è a buon punto”

SISMA - Il sindaco dal 23 gennaio farà una serie di incontri con i cittadini: "Fast completati, container pronti entro fine mese e aree per le casette individuate"
- caricamento letture

visso-neve-terremoto-fdm10-650x434

terremoto-visso-sindaco-pazzaglini-campo-croce-rossa-coc-26_10_16-FDM-40-400x267

Il sindaco Giuliano Pazzaglini in prima linea con l’emergenza

 

Dalla prossima settimana gli uffici del comune di Visso si trasferiranno nell’ex piscina, accanto al laghetto, dove qualche settimana fa l’azienda iGuzzini ha donato una luce speciale che simula un cuore pulsante (leggi l’articolo), il simbolo della rinascita del paese, devastato dal sisma. A dirlo è sindaco Giuliano Pazzaglini. “Il post terremoto può essere diviso in tre tempi diversi – ha scritto il primo cittadino su Facebook – la gestione delle esigenze primarie nell’immediatezza dell’evento, la gestione del rientro delle persone a Visso e la ricostruzione. Volutamente non indicavo la fase della rinascita economico-sociale, perché come ho sempre detto non potevamo permetterci di dedicargli una “fase” apposita ma doveva iniziare subito”. Il primo cittadino anticipa che dal 23 gennaio darà vita ad una serie di incontri con i residenti, dicendo che la fase del rientro delle persone è “a buon punto, con centinaia di sopralluoghi fatti, i Fast praticamente completati, i container che da contratto dovrebbero essere pronti ad ospitare persone prima della fine del mese, le aree Sae (per le casette in legno, ndr) individuate e approvate e con i lavori propedeutici alla loro realizzazione iniziati”. Pazzaglini si toglie anche qualche sassolino dalla scarpa, riguardo alle critiche ricevute sul proprio operato “perché le realizzazioni che si indicano per dimostrare la nostra incompetenza sono sempre quelle iniziate dopo il terremoto del 24 agosto e riguardano opere che noi all’epoca non dovevamo fare. Non lo dico come difesa di ufficio ma solo con la speranza che si possa evitare di disperdere energie in attività inutili”.

mauro-falcucci-sindaco-castelsantangelo-e-giuliano-pazzaglini-sindaco-visso_Foto-LB

Con il sindaco di Castelsantangelo Mauro Falcucci

Il sindaco interviene anche sul tema della presunta maggiore velocità dell’Umbria nel procedere sulla via del ritorno alla normalità, con il sindaco di Castelsantangelo che aveva parlato di disparità, poiché le casette chieste il 24 agosto non sono ancora arrivate nelle Marche, mentre invece le prime venti sono già arrivate a Norcia (leggi l’articolo). “Per me di derby si tratta visto che siamo più fratelli che cugini, mi sento di dover prendere le difese della nostra regione”, esordisce Pazzaglini, ricordando che le Marche hanno il 64 percento dei danni totali del terremoto, il doppio delle altre tre regioni.

 

visso-neve-terremoto-fdm1-400x267

Visso innevata e da ricostruire

È vero che ci sono state inefficienze – continua il sindaco – e ritardi ma dopo un evento come quello che ci ha colpito, senza una struttura adeguata a fronteggiarlo, senza fondi (almeno all’inizio e con un’emergenza dietro l’altra da fronteggiare era inevitabile che accadesse. Ora però è il momento di accelerare, molti dei comuni hanno professionalità con una notevole esperienza nella ricostruzione, i comuni hanno amministratori capaci che ben conoscono le esigenze dei loro territori, serve che Regione e Commissario si confrontino con noi su come intervenire”. Pazzaglini dice che riguardo al confronto con i sindaci l’assessore Sciapichetti, il presidente Ceriscioli, il commissario Errani ed il capo della Protezione civile Curcio hanno dato la massima disponibilità, ma avverte: “Ora però oltre alla disponibilità serve la fiducia, quindi per quanto mi riguarda non mi limiterò ad evidenziare problemi ma proporrò anche soluzioni. Quello che chiedo è che da parte vostra ci sia la fiducia sufficiente per prendere in considerazione le mie proposte, sempre con la speranza che anche noi sindaci riusciremo ad organizzarci in gruppi omogenei”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X