Accesa la cometa dei Sibillini,
luce pulsante come un cuore

VISSO - E' in funzione da oggi ed è composta da quattro fasci a ioduri metallici che si illumineranno per pochi minuti ogni ora, a partire dalle 17 e fino alle 23. L'installazione è stata donata da iGuzzini. Guarda verso il cielo per oltre 350 metri, visibile anche dall'Umbria. Il sindaco Pazzaglini: "E' la nostra speranza, far ritornare le persone e portarne di nuove"
- caricamento letture

Adolfo Guzzini con l'assessore Sciapichetti e il sindaco Pazzaglini, dietro il fascio luminoso

Adolfo Guzzini con l’assessore Sciapichetti e il sindaco Pazzaglini, dietro il fascio luminoso


Un fascio di luce alto verso il cielo per oltre 350 metri, visibile anche dall’Umbria. E’ arrivato a Visso il dono dell’azienda recanatese iGuzzini illuminazione, promesso subito dopo il sisma che ha piegato la montagna maceratese (leggi l’articolo). Alle 17 l’accensione, proprio a Visso. Un simbolo di rinascita e speranza, sopra l’edificio della piscina, che diventerà probabilmente sede del Comune.
L’assessore Angelo Sciapichetti l’ha ribattezzata la «stella cometa dei Sibillini», affermando che «è il simbolo della ricostruzione, di come l’economia ed imprenditori illuminati possano portare quello sviluppo economico che si deve accompagnare alla ricostruzione materiale. Ringrazio il sindaco Pazzaglini per essere stato in prima linea sul suo territorio,  sin dal 24 agosto». All’accensione era presente il presidente dell’azienda recanatese, Adolfo Guzzini, che ha acceso i quattro fasci di luce a ioduri metallici, che si illumineranno per pochi minuti ogni ora, a partire dalle 17 e fino alle 23. «Dietro c’è un grande progetto – ha detto l’imprenditore, arrivato a Visso insieme al figlio Matteo – il fascio di luce è gestito da un software per simulare il battito di un cuore umano, simbolo di questa terra che vuole continuare a vivere, per ricordare la tragedia subita, anche se fortunatamente non ci sono stati morti, la voglia di rinascere e ricostruire. Per questo abbiamo voluto mettere in campo una serie di progetti, condivisi con tutto il consiglio di amministrazione e le maestranze».  L’azienda, in precedenza, ha donato anche 100mila euro al comune terremotato. Un gran giorno per il sindaco di Visso, Giuliano Pazzaglini. «Siamo venuti a vedere la speranza – ha commentato – nonostante il freddo siamo qui. Questa luce non è solo simbolica ma anche concreta. I Guzzini ci sono vicino e si confrontano con noi ed è molto importante. Questo faro terrà alta l’attenzione, i media non possono essere qui tutti i giorni, ma noi terremo l’attenzione alta, la ricostruzione non deve essere fine a se stessa, ma deve portare opportunità di sviluppo, far ritornare le persone e magari portarne anche di nuove». All’accensione è intervenuto anche Oliviero Olivieri presidente del parco dei Sibillini ed altri amministratori locali.

Il momento dell'accensione

Il momento dell’accensione

fascio-luce-visso

visso-faro-luce



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X