La ss77 alla prova dell’esodo,
gli automobilisti: “Tutta un’altra storia”

STRADE - Nelle video interviste raccolte da Anas le opinioni di chi transita sull'arteria appena inaugurata che apre nuove e più ampie possibilità di tracciati turistici. Il giudizio: "Una situazione decisamente migliorata"
- caricamento letture

 

inaugurazione quadrilatero 2016_Foto LB (11)

Il tratto della ss 77 aperto lo scorso 28 luglio

 

“Tutta un’altra storia”, gli automobilisti promuovono a pieni voti la Foligno-Civitanova nell’ardua prova dell’esodo estivo. L’arteria, tratto di completamento della famosa Quadrilatero è stata aperta lo scorso 28 luglio giusto in tempo per rivelarsi più che utile nell’imminente periodo delle ferie agostane. Una nuova strada che ha aperto nuove rotte turistiche riscuotendo l’approvazione di turisti o normali viaggiatori . Da Termoli ad Arezzo, da Macerata in Toscana, da Nocera Umbra a Porto Potenza. La Quadrilatero apre le frontiere verso Ovest e anche chi un tempo preferiva le coste tirreniche, oggi non disdegna il mare Adriatico grazie alla statale 77 che unisce le Marche all’Umbria. In un video l’Anas, ha raccolto le impressioni degli automobilisti che hanno scelto la nuova strada per l’esodo estivo.

quadrilatero“In un ora siamo al mare” commentavano soddisfatti nella settimana di ferragosto i turisti umbri sulle spiagge di Civitanova (leggi l’articolo). In realtà la nuova arteria apre veri e propri itinerari accorciando le distanze tra le due sponde dello stivale. C’è chi da Perugia arriva molto più facilmente nell’assolata Puglia, chi sceglie Civitanova e poi magari Porto San Giorgio, chi da Assisi va per qualche giorno a Tortoreto in Abruzzo. Traffico scorrevole” e”paesaggi bellissimi” sono le note di merito – sottolineate da molti – della dorsale umbro-marchigiana “Una situazione assolutamente migliorata” e “Una rivoluzione in chiave evolutiva” sono i commenti che più di altri rendono l’approvazione generale espressa dai turisti. A gonfie vele anche gli affari per le aree di servizio: “Facciamo molti più caffè” dice una dipendente del primo bar sulla direttiva monti-mare. Insomma la SS77 non porta solo qualità ma anche quantità. Il contro-esodo è la prova che la nuova opera rappresenta una prospettiva diversa e migliore per i territori che unisce.

(Cla.Ri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X