Maceratese e Carrarese di marmo,
pareggio a reti bianche

LEGA PRO - In Toscana i biancorossi ottengono un punto al termine di una partita povera di emozioni, con le difese che hanno avuto la meglio sugli attacchi. Domani in campo Ancona-Spal e Pisa-Pontedera
- caricamento letture
carrarese_maceratese_26

I giocatori della Maceratese salutano i tifosi a fine gara

 

Capitan Faisca, uno dei migliori in campo nella sfida fra Carrarese e Maceratese

Capitan Faisca, uno dei migliori in campo nella sfida fra Carrarese e Maceratese

di Marco Cencioni

(foto di Gianni Barbieri)

Torna da Carrara con un punto la Maceratese. Termina a reti inviolate il match giocato allo stadio Dei Marmi e difficilmente sarebbe potuto finire diversamente. Partita che definire brutta è un eufemismo e risultato degna conseguenza di quanto visto in campo. Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto per i biancorossi? Sicuramente la prima delle due alternative è quella per cui ci sentiamo di propendere. Perchè, pur non indossando il vestito della festa, la squadra di Bucchi ha dimostrato ancora una volta di essere organizzata, quadrata e compatta come poche altre. Forse i tifosi si aspettavano di più. Ma il punto – che muove la classifica in ottica play off aspettando i risultati di domani (raggiunto momentaneamente il Pisa a quota 57 e più 7 sull’Ancona impegnata contro la Spal) – è stato ottenuto contro un avversario ostico (pur sempre padrone della quinta piazza) e che, nel computo delle occasioni, si è reso, seppur di poco, più pericoloso. E, a tutto ciò, va aggiunto un altro mattone nel muro che i giocatori biancorossi stanno costruendo giornata dopo giornata: l’iniezione di fiducia data dalla consapevolezza di essere squadra. Sempre. Lo si vede anche oggi, lo si capisce dagli atteggiamenti in campo degli interpreti, sempre propositivi nei confronti dei compagni, maturi nel leggere in corso l’andamento della contesa. Bucchi può essere soddisfatto di questi dati di fatto, perchè artefice di un’amalgama forte. L’ambiente biancorosso, che questo gruppo l’ha visto crescere giorno dopo giorno, può a sua volta essere, dunque, solo orgoglioso e fiero dei suoi giocatori.

carrarese_maceratese_18

Un’azione del match giocato allo stadio Dei Marmi

 

carrarese_maceratese_24

Fissore anticipa Cais

La cronaca – Al sesto minuto, primo calcio d’angolo e subito un’ opportunità per la Maceratese. D’Anna rimette al centro lo spiovente di Togni, libera la difesa proprio sui piedi dell’accorrente Sabato che calcia in porta: sfortunata deviazione di Kouko che, involontariamente, si sostituisce a Lagomarsini. Passano altri dodici giri di lancette prima di annotare un’altra occasione da rete. Assist di Kouko dalla destra, Foglia non trova l’impatto con la sfera da ottima posizione. La gara si trascina stanca. Le squadre peccano di imprecisione al momento di offendere e badano più all’attenzione nel difendersi – rispettando le posizioni in campo – che a mettere in moto l’inventiva quando si tratta di rendersi pericolose. La sensazione è che solo una giocata possa rompere l’equilibrio. Impressione confermata al minuto 28, quando Dettori pesca con un assist calibrato il movimento di Gherardi fra Fissore e Imparato. L’attaccante controlla benissimo in area ma mastica il sinistro da posizione invitantissima, Forte deve solo distendersi per bloccare senza affanni. Un altro sussulto a meno sette dall’intervallo. Imparato stende Barlocco e finisce sul taccuino dell’arbitro, Dettori calcia al centro ed è attentissimo D’Anna ad evitare il tiro in porta di Sales, appostato sul secondo palo. Sul prosieguo dell’azione, Kouko tenta il coast su coast solitario, ma la sua pregevole azione personale si conclude con un mancino che Lagomarsini disinnesca facilmente. Prima del riposo, ancora Rata pericolosa. Buonaiuto funamboleggia sul suo binario di competenza (l’unico acuto della sua prova oggi), centra per Kouko anticipato da Massoni, la palla arriva a Foglia che con il piattone spara alle stelle da ottima posizione.

carrarese_maceratese_20

Lagormarsini rinvia sul pressing di Fioretti

 

carrarese_maceratese_25

Francesco Forte, portiere della Maceratese, in un’uscita fuori dalla sua area di rigore

Nella ripresa partono forte i padroni di casa. 240 secondi bastano a Dettori per mettere al centro un cross insidioso su cui Forte si dimostra attento, l’uscita alta del portiere evita a Cais di concludere a rete di testa. Due minuti più tardi l’estremo biancorosso poi si supera, deviando in corner la sassata di Erpen. I due allenatori ricorrono alle forze fresche dalla panchina, ma solo Bucchi cambia l’atteggiamento dei suoi inserendo Orlando per Buonaiuto e provando così a pungere con le tre punte. In realtà l’intenzione del tecnico non si palesa nella pratica e ancora la Carrarese a sfiorare il vantaggio, nell’unica ripartenza concessa dagli ospiti. Cavion sprinta sul binario sinistro ed imbecca Erpen, al minuto 65′, il numero sette accomoda per il neoentrato Tognoni che spedisce a lato con il destro. Le formazioni con il trascorrere dei minuti accusano la stanchezza e si allungano ma non ne beneficia lo spettacolo, dato che la brillantezza e la lucidità delle menti offensive restano nel cassetto. Solo nel finale torna a farsi vedere la formazione di mister Bucchi. Imparato centra dalla destra al 79′, Kouko con il destro dal limite non inquadra lo specchio. Finisce qui, in pratica, visto che i minuti finali non regalano emozioni. La Maceratese prende il punto e prosegue il suo cammino, certa di aver dimostrato anche oggi che le sue qualità più importanti, solidità e spirito di squadra, possono condurla lontano.

tabellinoIl tabellino:

CARRARESE (4-3-1-2): Lagomarsini 6; Sales 6, Battistini 6,5, Massoni 6, Barlocco 6; Cavion 6, Berardocco 6, Dettori 6,5; Erpen 6 (30’s.t. Gerbaudo s.v.); Gherardi 5,5 (15’s.t. Tognoni 5,5), Cais 5,5 (27’s.t. Vitiello s.v.). A disp.: Gavellotti, Bagni, Tavanti, Pedone, Brondi. All.: Remondina.

MACERATESE (4-4-2): Forte 6,5; Imparato 6,5, Fissore 6, Faisca 6,5, Sabato 6; D’Anna 5,5 (35’s.t. Potenza s.v.), Togni 6 (27’s.t. Giuffrida s.v.), Foglia 6, Buonaiuto 5,5 (15’s.t. Orlando 6); Fioretti 6, Kouko 5,5. A disp.: Ficara, Clemente, Karkalis, Carotti, Cerrai, Alimi, Colombi, Talamo, Massei. All: Bucchi.

ARBITRO: Pierantonio Perotti di Legnano

ASSISTENTI: Fabrizio Lombardo di Sesto San Giovanni – Antonio Catamo di Saronno

NOTE: prima della partita osservato un minuto di silenzio in memoria dei due operai morti in un incidente sul lavoro a Carrara. Spettatori 600 circa, di cui circa 70 da Macerata. Ammoniti: D’Anna, Imparato, Berardocco, Dettori, Giuffrida. Angoli: 6-2. Recupero: 3′ (0’+3′).

carrarese_maceratese_2

carrarese_maceratese_1

Le squadre salutano al centro del campo prima del calcio di inizio

carrarese_maceratese_5

Cristian Bucchi, allenatore della Maceratese

carrarese_maceratese_3

I biancorossi durante il minuto di silenzio

Le due squadre osservano il minuto di raccoglimento

Le due squadre osservano il minuto di raccoglimento

carrarese_maceratese_23

carrarese_maceratese_22

Fioretti difende palla

carrarese_maceratese_21

carrarese_maceratese_19

Sabato difende la sfera

carrarese_maceratese_16

carrarese_maceratese_15

carrarese_maceratese_14

Un intervento di Lagormarsini, portiere della Carrarese

carrarese_maceratese_13

carrarese_maceratese_6



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X