Il frate anti-gender
arriva a Macerata

DIBATTITO - Padre Giorgio Maria Carbone è al centro di uno scandalo scoppiato quest'estate in seguito ad alcune controverse dichiarazioni sull'omosessualità. Sarà nella parrocchia Buon Pastore di Collevario martedì (10 novembre) alle 21,15
- caricamento letture
Padre Giorgio Maria Carbone

Padre Giorgio Maria Carbone

Arriva a Macerata padre Giorgio Maria Carbone, il prete che suo malgrado, è stato uno dei protagonisti dell’ultima edizione del Meeting di Rimini di Comunicazione e Liberazione, dopo che un video apparso sul sito di Repubblica gli ha causato l’etichetta di omofobo e propagatore di singolari teorie sugli omosessuali come quella secondo cui le coppie formate da persone dello stesso sesso sarebbero più a rischio di malattie cardiovascolari e tentato suicidio rispetto alle coppie eterosessuali. Martedì 10 alle 21,15 nella parrocchia Buon Pastore nel quartiere di Collevario il religioso affronterà il tema “Educare la persona per salvaguardare l’umanità”. L’iniziativa segna l’avvio di “Educare è Salvaguardare”, decimo ciclo d’incontri rivolti a genitori, insegnanti e giovani, organizzati dalla Rete per L’Educazione, formata da ben 10 associazioni. Padre Carbone, domenicano, docente di Bioetica, Antropologia Teologica e Teologia morale alla Facoltà di Teologia di Bologna, autore del recente “Gender: l’anello mancante?” è stato invitato dalla parrocchia e le associazioni coinvolte per offrire un’attenta analisi sull’umanesimo emergente, in cui la questione sull’ideologia gender sarà solo uno dei temi controversi affrontati.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X