Multe al molo, arriva lo sconto
La Capitaneria accoglie i primi ricorsi

CIVITANOVA - Rimodulate e abbassate le sanzioni che passano da 1.032 euro a 51 euro. Secondo la direzione di Ancona, preposta a dirimere i contenziosi, la guardia costiera civitanovese avrebbe applicato un codice del regolamento invece che un altro facendo lievitare l'ammenda
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il molo foraneo chiuso prima dei lavori di messa in sicurezza

Il molo foraneo chiuso prima dei lavori di messa in sicurezza

di Laura Boccanera

Multe al molo foraneo, la Capitaneria di porto accoglie i ricorsi e così rimodula e abbassa le sanzioni che passano da 1.032 euro a 51 euro. Secondo la direzione di Ancona, preposta a dirimere i contenziosi, Civitanova avrebbe applicato un codice del regolamento invece che un altro, facendo salire la sanzione fino a diventare salatissima. I fatti risalgono allo scorso 23 novembre (leggi l’articolo) quando due donne vennero multate per 1.032 euro ciascuna per aver superato la sbarra del molo foraneo (in precedenza chiuso dal comandante e riaperto solo dopo la messa in sicurezza e i lavori effettuati dal Comune con i fondi regionali a tempo record – leggi l’articolo). A nulla valsero le rimostranze delle due civitanovesi che dissero di non sapere del divieto di oltrepassare la sbarra del molo anche per i pedoni. Da qui la decisione di fare ricorso rivolgendosi agli avvocati Laura Domenella e Giovanni Trapanese del foro di Ancona. Oggi la notizia della rimodulazione definitiva della multa a 51 euro. Fondante per il ricorso sarebbe stata la contestazione che Civitanova avrebbe applicato la normativa sbagliata: ad aver fatto lievitare fino a 1.032 euro la multa era stata l’infrazione dell’articolo 25 del regolamento del porto del 9 agosto 2011, modificato con ordinanza 50/2013 che vieta il transito ai mezzi in tutta l’area, ma non ai pedoni e l’articolo 1.164 del codice della navigazione. La Capitaneria di Ancona ritiene invece che avrebbe dovuto essere applicato l’articolo 1.174 comma 2 del codice della navigazione. I legali ora potrebbero impugnare la sanzione e decidere di fare opposizione al giudice di pace competente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X