La sfida di Antonio Cavallero
Pluricandidato da Macerata all’Europa

GUARDA IL VIDEO - Il movimento Cultura Popolare propone il proprio leader come sindaco, presidente della Regione e antagonista della Merkel. Centrosinistra e centrodestra in tensione per una possibile alleanza con il Movimento 5 Stalle: "Se non te voli smerdà sulu grascià non devi camminà"
- caricamento letture
cavallero (9)

Maurizio Serafini (il giornalista Alessandro Pierini)

di Gabriele Censi

(Foto di Guido Picchio)

GUARDA IL VIDEO

Un uomo solo al comando, è il pericolo che in molti paventano nella vita politica nazionale. Ma non parliamo del presidente del Consiglio Matteo Renzi. Verso quella poltrona per il momento non ci sono ambizioni da parte di Antonio Cavallero. Il leader di Cultura Popolare ha lanciato la sua sfida a tutto campo con una pluricandidatura: sindaco di Macerata, presidente della Regione e presidente del Parlamento europeo. I mezzi per una campagna di comunicazione massiccia non mancano al movimento, nato nella terra maceratese (prima scesa in campo alle provinciali del 2011) e ormai determinante in consessi anche più ampi (ricordiamo la visita del senatore Mario Monti a casa Cavallero per chiedere preziosi consigli alla mamma vergara). Mezzi importanti che declina lui stesso con sicumera: “Porchetta e vì cottu pe’ tutti e la candidatura è assicurata).

 

 

Clicca sull'immagine per guardare il video

Clicca sull’immagine per guardare il video

cavallero (6)

Luciano Monceri (Antonio Cavallero)

Domenica il centrosinistra sceglierà il candidato con le primarie e questo dovrà dunque vedersela con un ulteriore avversario imprevisto e temibile. Senza “grilli” per la testa Cultura Popolare strizza l’occhio al “Movimento 5 Stalle” e sta portando scompiglio nelle alleanze anche nel centrodestra. Molti sono gli esponenti di questa parte che non nascondono simpatia per un leader carismatico che ha dimostrato conoscenza pratica delle priorità per i cittadini: “Altro che le piscine e lu palazzettu, serve allargà lu camposantu”. In regione la carta vincente è nella sanità: “Risolviamo con la musica: tromba de culu, sanità de corpu”.

cavallero (3)Maniere forti invece in Europa con la Merkel. Un recente incontro del nostro esponente ha lasciato il segno sul volto della cancelliera. La campagna elettorale è partita con tanto di inno che contiene anche il simbolo della buona politica predicata da Cavallero: il ciauscolo. “Quanno la bocca magna e lu culu renne ‘ncorbu a le medicine e chi le venne”. Il candidato di Cultura popolare  lancia anche un appello ai maceratesi: “Maceratese! Nun te si ‘ccortu… ma puzzi de mortu”

GUARDA IL VIDEO

I due protagonisti dell’ironica intervista sono impersonati dai ben noti artisti maceratesi Luciano Monceri (Antonio Cavallero) e Maurizio Serafini (Alessandro Pierini) che ringraziamo per la disponibilità.

cavallero (12)

cavallero (11)

cavallero (10)

cavallero (8)

cavallero (7)

cavallero (4)

cavallero (2)

cavallero (1)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X