Pista di pattinaggio: 5.500 accessi
2mila euro alla Croce Verde

CIVITANOVA - Successo per l'impianto sportivo natalizio. Maria Luce Centioni e Michele Ciminari questa mattina hanno ricevuto dal sindaco Tommaso Corvatta e dal vice Giulio Silenzi un bonus da devolvere all'ente di assistenza proveniente dall'indennità delle due cariche. In poco più di un mese di apertura sono state oltre 150 le persone al giorno registrate e quasi 28mila euro complessivi di incasso
- caricamento letture
IMG_7790

Michele Ciminari vice presidente della Croce Verde assieme a Giulio Silenzi, Maria Luce Centioni e al sindaco Tommaso Corvatta

«La pista di pattinaggio, un’esperienza da ripetere». Soddisfazione da parte della Croce Verde per il bilancio di fine attività legato alla gestione del piccolo impianto sportivo che ha occupato lo spazio del Lido Cluana nel periodo natalizio. Maria Luce Centioni e Michele Ciminari questa mattina hanno ricevuto dal sindaco Tommaso Corvatta e dal vice Giulio Silenzi anche un bonus di 2.000 euro da devolvere all’ente di assistenza proveniente dall’indennità delle due cariche. In poco più di un mese di apertura sono stati 5.500 gli ingressi nella pista di pattinaggio, oltre 150 persone al giorno di media e quasi 28mila euro complessivi di incasso. Numeri che incoraggiano e che fanno già pensare al prossimo anno. «Abbiamo organizzato questa iniziativa nella convinzione che si trattasse di un’opportunità di sano divertimento per giovani e famiglie e in più un’attività che rendeva Civitanova più accogliente – commenta Silenzi – abbiamo dato la gestione alla Croce Verde, che ringraziamo vivamente, non solo per il suo valore sociale ma anche perché è una tra le realtà più organizzate del territorio. L’esito è estremamente positivo per il Comune, perché tutte le risorse investite per la gestione sono rimaste a Civitanova. Abbiamo registrato un clima entusiasta, soprattutto di adolescenti e giovani, con un un numero accessi impensabile rispetto alle attese iniziali. E’ stata una sfida, e possiamo sicuramente dire che si tratta di una scommessa vinta anche perché la pista si e’ ripagata (20.000 euro), l’Iva verrà recuperata e a carico del Comune rimangono solamente le spese per l’energia elettrica che l’Enel quantificherà nella bolletta di marzo». Entra nel dettaglio dei numeri, il vicepresidente della Croce Verde Michele Ciminari: «Abbiamo avuto 5.500 accessi alla pista per un incasso totale di 27.951 euro, da cui detrarre l’Iva per 5.040 euro, e le spese per i materiali e per il personale per un totale di 3.500 euro. A lavorare sul posto, garantendo presenza a tempo pieno, sono stati 4 nostri militi. Il ricavato netto ammonta a 19.411 euro. Per due giorni, nel momento clou dell’attività, l’impianto ha avuto un guasto, e considerando gli incassi giornalieri in quel periodo, avremmo avuto introiti per altri 4.000 euro circa». Per la segretaria del consiglio di amministrazione della Croce Verde, dottoressa Maria Luce Centioni, «E’ stata un’iniziativa pregevole anche dal punto di vista umano. Alla nostra associazione ha permesso di fornire un contributo alla comunità ed anche di dare una mano, col pagamento tramite voucher, a nostri volontari che abbiamo selezionato per dare un aiuto in più. Credo che la gestione affidata a noi sia stata una sicurezza anche per gli utenti, che hanno potuto contare su un supporto immediato e tempestivo in caso di necessità. Abbiamo ricevuto tante persone, anche da fuori Civitanova, spesso gruppi numerosi e molti si sono fidelizzati e sono tornati più volte. E’ un’esperienza da ripetere il prossimo anno e ringraziamo il comune per l’opportunità’ che ci ha concesso».

(l.b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X