Giulio Silenzi


Utente dal
9/5/2011


Totale commenti
55

  • Sicurezza, Silenzi all’attacco:
    “Si parla di rom e abusivi
    ma è ignorato il problema droga”

    1 - Mag 23, 2017 - 0:21 Vai al commento »
    Bommarito scrive: "Lo stesso Silenzi, poi, è stato sempre in prima fila nel negare l’effettività della presenza della criminalità organizzata (che è sinonimo di droga, di spaccio e di tutti i traffici connessi) a Civitanova Marche.” E’ completamente falso. Il sottoscritto con il Pd si è occupato della questione organizzando iniziative con Marco Minniti, Emanuele Fiano ed altri relatori. Iniziative che avevano per titolo “Prima che la paura…” proprio per contrastare le infiltrazioni della malavita organizzata. Siamo stati pronti a raccogliere la denuncia del Procuratore della Repubblica di Macerata Giorgio che testualmente disse “il problema dello spaccio e del consumo di droga è sottovalutato a Civitanova, fenomeno che è invece di notevole consistenza in città.” Abbiamo organizzato iniziative contro l’uso degli stupefacenti. Si poteva fare di più? Certo, come sempre. Ma non si può dire che siamo stati in prima fila nel negare la presenza della criminalità. Non è la prima volta che Bommarito cerca di accreditare delle tesi che per quanto ci riguarda sono assurde e del tutto infondate, frutto solamente di rancore politico.
    2 - Mag 21, 2017 - 16:36 Vai al commento »
    Ho posto il problema dello spaccio e del consumo di droga a Civitanova perche' e' un pericolo che sfiora le nostre e le vite dei nostri figli, e c'è stata una levata di scudi e le solite polemiche strumentali e alcune offensive. È una sacrosanta verità che su questo tema, il fiume di droga che circola in città, si inceppano tante lingue. Perché? Perché tutti zitti quando vengono arrestati spacciatori civitanovesi, alcuni conosciuti nella cosiddetta Civitanova bene? (Per correttezza informativa non ho associato, talmente assurda la cosa, la droga ai qualunquisti come riportato nell’articolo, così come ho annunciato un investimento di 50 mila euro nel 2017 e non nei cinque anni per potenziare la video sorveglianza). Perché nessun politico di destra ha sentito il dovere di intervenire quando qualche tempo fa il Procuratore della Repubblica di Macerata Dr.Giorgio ci ha ammonito dicendo che: "il problema dello spaccio e del consumo di droga è sottovalutato a Civitanova, fenomeno che è invece di notevole consistenza in città" e che perciò mentre si parlava di abusivi e di zingari, in citta' circolava una quantità di droga preoccupante e che quella era la vera emergenza? Perché? Volete parlare di analisi del sangue dei consiglieri? Nessun problema, tra l'altro il sottoscritto è anche donatore all'Avis, quindi figuriamoci, e questo per rispondere a chi pensa di mettermi in difficoltà. E a chi pensa che quello della droga sia un problema di oggi (magari colpa di Corvatta giusto?) ricordo la Civitanova degli anni 70, con i tossicodipendenti sotto la galleria della piazza, con le morti di overdose che in tutte le epoche purtroppo ci sono state. Fino ai giorni nostri, con il Sert cittadino che gestisce numeri tra i più alti in regione. Ci sarebbero molte cose da dire sul problema droga, e il sottoscritto e il Pd ne parlano da anni, anche guardando in faccia una realtà civitanovese che in molti non vogliono vedere. Fa più comodo spostare l'attenzione solo sugli abusivi (che è assodato che non debbano starci e per questo da tempo invochiamo la presenza continuativa dell’Interforze: Carabinieri, Polizia di Stato e Finanza in collaborazione con i Vigili urbani). La droga, spaccio e consumo con il mondo della criminalità che la controlla, è una vera emergenza che non può essere sottaciuta.
  • Amministratori assenti all’incontro,
    Streppa: “Nessun invito, lo sapevano”

    3 - Gen 14, 2017 - 12:02 Vai al commento »
    Sulla mia pagina FB ho pubblicato questo post di risposta. Giovanna Capodarca chiedi di non strumentalizzare questo evento? Ma se tu lo hai strumentalizzato con un post che riproduco di seguito. Tu hai aperto una polemica bruttissima perché ci hai accusato strumentalizzando un'assenza dovuta esclusivamente al fatto di non esservi degnate di fare una telefonata, o di mandare un sms. Ancor più grave il non aver avvisato il Sindaco, bastava una semplice telefonata. Ma di cosa stiamo parlando? Viene Davigo e per quale motivo non sarei venuto visto che sui temi della legalità sono stato sempre presente per la mia storia e le mie coerenti convinzioni? Ricordo, tra le altre, la mia presenza alle iniziative dei preti che lottano contro la camorra. Sarei venuto molto ma molto volentieri ad ascoltarlo perche' fin dai tempi di "mani pulite" sono stato dalla parte giusta. Che volete insinuare con la polemica che avete innescato? Mi arrampico sugli specchi? Incredibile, non ci fate sapere nulla. Voi vi arrampicate sugli specchi per dimostrare il contrario e ci sputate addosso con i tanti giustizialisti, denigratori di cui è piena la rete. Solo perché non sapevamo dell'iniziativa che si è' svolta mercoledì .Inizio a pensare che lo avete fatto apposta per tanti motivi non ultimi elettorali come dici tu nel tuo post "vostra la vostra sensibilità nei confronti dei cittadini CHI DOBBIAMO VOTARE ALLE PROSSIME ELEZIONI?.....forse GIgi ?
    4 - Gen 14, 2017 - 11:56 Vai al commento »
    Non e' vero che il Presidente del Consiglio Regionale e' stato avvisato nello stesso modo degli amministratori comunali.
    5 - Gen 14, 2017 - 13:22 Vai al commento »
    Tiziana Streppa a novembre quando mi ha detto nel mio ufficio(eravamo riuniti per altri problemi) che sarebbe venuto Davigo ti ho espresso il mio apprezzamento, poi se c’è stato il terremoto e avete cambiato la data e l’iniziativa è stata fatta mercoledì 11 gennaio, non capisco perchè non me lo hai comunicato. Bastava un sms se non volevi mandare una mail o fare una telefonata. Non lo hai fatto con me e non lo hai fatto con il Sindaco. Dico questo non perché avrei voluto un trattamento “di favore” ma perchè era la cosa più logica di questo mondo. Poi per quanto riguarda la notizia pubblicata dal Carlino, io non l’ho letta perchè ci sono giorni che non riesco a leggere i giornali o a vedere Fb dove tra l’altro quando mi sono collegato la notizia non mi è mai apparsa sulle mie pagine né su altri social ne sul corner o cronache maceratesi. Questa è la verità. Comunicare all’ufficio, cioè al dipendente che cura la pratica del patrocinio, il cambio della data, significa adempiere burocraticamente ad un compito da parte vostra. E infatti questa comunicazione, è stata messa agli atti dall’impiegato in quanto indirizzata solo a lui e pertanto attinente alla pratica e non ne ha dato notizia a nessuno. Non sapendo dell’iniziativa come penso non sapesse il 99% dei civitanovesi, come avrei potuto partecipare? Ora che questa assenza venga strumentalizzata da voi con il post della Capodarca che finisce dicendo siete invotabili fa capire che l’obiettivo di questa astiosa polemica (astiosa perchè mette in discussione i fatti per come si sono svolti e soprattutto la nostra buona fede) è quello di denigraci (conservo tutte le pesanti offese che mi sono state rivolte) ma soprattutto ha un fine elettorale. E la mia non è una supposizione ma è frutto delle frasi che la Capodarca ha postato. La correttezza è alla base di tutto. E sinceramente non mi sarei aspettato una simile brutta polemica e strumentalizzazione.
  • La ‘ndrangheta preoccupa Civitanova:
    “C’è l’attenzione della politica,
    ma è compito della magistratura”

    6 - Set 25, 2016 - 21:04 Vai al commento »
    Riecco Bommarito con i suoi farneticanti accostamenti tra gli amministratori del Comune e la criminalità. Lo aveva già fatto a luglio e gli avevo risposto (in calce riporto la risposta che ho già dato a Bommarito il 26 luglio 2016). Imperterrito e, soprattutto senza nessun elemento un minimo compromettente, Bommarito continua ad accostare malevolmente Cerolini all’amministrazione comunale. Per quanto riguarda Mattucci, gli ricordo, che al nostro insediamento abbiamo trovato convenzioni già firmate tra la sua/e società e il Comune. Convenzioni fatte molti anni prima quando io e il sindaco non eravamo presenti neanche in consiglio comunale. Le vicende giudiziarie di Mattucci, da quello che abbiamo letto sui giornali, riguardano le attività abruzzesi e non il palazzetto. Con Mattucci perciò nessuna compromissione, di nessun tipo. La lotta alla criminalità, alle infiltrazioni malavitose, ci hanno visto in prima fila fin dai tempi del Pci. E lo siamo ancora, offrendo la massima collaborazione, quando richiesta, alle forze dell’ordine e con comportamenti di contrasto per quello che gli amministratori comunali possono fare su un terreno di competenza della magistratura e delle forze dell’ordine. Ogni illazione è solo un esercizio giustizialista, basato sul nulla, frutto di rancore politico di cui si nutre Bommarito. Ma, su questo terreno, nessuno può darci lezioni, tanto è irreprensibile il nostro comportamento e i valori su cui si fonda. Non abbiamo interessi personali ne’ diretti ne’ indiretti, non abbiamo interessi familiari ne’ diretti ne’ indiretti. _______________________________________ Commento di Giulio Silenzi pubblicato il 26 luglio 2016 alle 10:56: Bommarito dice cose non vere nei confronti sia dell’Amministrazione Comunale che miei e parla addirittura di collusione facendo accostamenti deliranti, frutto di un rancore politico sconfinato e che finisce per distorcere i fatti amministrativi di Civitanova nei confronti di Cerolini. Andiamo per ordine: 1 – L’Amministrazione Comunale non ha mai posto veti a nessuno in merito alla partecipazione a dibattiti, ci mancherebbe altro, e Bommarito ha partecipato ad un incontro sul tema della droga organizzato e finanziato anche dall’Amministrazione Comunale. 2. Bommarito non dice la verità quando riporta un mio intervento nel corso di una fantomatica riunione di un comitato federale e voglio ricordare all’avvocato che i comitati federali non esistono più e che è rimasto ai tempi in cui militavamo nel PCI e facevamo parte dei comitati federali del PCI e lui ne aveva diritto (se ricordo bene) come segretario del PCI di Macerata. Quanta confusione si fa quando a prevalere è il livore! 3. Con Cerolini non abbiamo nessunissima compromissione. Al contrario, l’Amministrazione Comunale ha in essere una causa contro il “gruppo Cerolini” per la questione degli affitti non pagati per le palazzine del Lido Cluana. 4. Per quanto mi riguarda, non ho mai incontrato, ne’ parlato, ne’ conosco il signor Cerolini, del quale sarà la magistratura ad individuarne le eventuali responsabilità. È inaccettabile che si facciano teoremi inventati, perché tali sono, pur di coinvolgere l’Amministrazione Comunale che è del tutto estranea. 5. Sul tema della droga, cerchiamo di essere presenti per quanto possiamo fare come amministratori, non sottovalutando assolutamente la problematica sapendo però che ci sono funzioni specifiche. A Bommarito ricordo anche che questa amministrazione e il Pd sono stati i pochi ad allinearsi all’allarme sull’emergenza traffico e consumo di droga in città lanciato dal procuratore di Macerata mentre per altri il problema sicurezza che affligge Civitanova erano e restano altre questioni.
  • La ‘ndrangheta a Civitanova e dintorni:
    le mani dei crotonesi sulla costa

    7 - Set 25, 2016 - 21:02 Vai al commento »
    Riecco Bommarito con i suoi farneticanti accostamenti tra gli amministratori del Comune e la criminalità. Lo aveva già fatto a luglio e gli avevo risposto (in calce riporto la risposta che ho già dato a Bommarito il 26 luglio 2016). Imperterrito e, soprattutto senza nessun elemento un minimo compromettente, Bommarito continua ad accostare malevolmente Cerolini all'amministrazione comunale. Per quanto riguarda Mattucci, gli ricordo, che al nostro insediamento abbiamo trovato convenzioni già firmate tra la sua/e società e il Comune. Convenzioni fatte molti anni prima quando io e il sindaco non eravamo presenti neanche in consiglio comunale. Le vicende giudiziarie di Mattucci, da quello che abbiamo letto sui giornali, riguardano le attività abruzzesi e non il palazzetto. Con Mattucci perciò nessuna compromissione, di nessun tipo. La lotta alla criminalità, alle infiltrazioni malavitose, ci hanno visto in prima fila fin dai tempi del Pci. E lo siamo ancora, offrendo la massima collaborazione, quando richiesta, alle forze dell'ordine e con comportamenti di contrasto per quello che gli amministratori comunali possono fare su un terreno di competenza della magistratura e delle forze dell'ordine. Ogni illazione è solo un esercizio giustizialista, basato sul nulla, frutto di rancore politico di cui si nutre Bommarito. Ma, su questo terreno, nessuno può darci lezioni, tanto è irreprensibile il nostro comportamento e i valori su cui si fonda. Non abbiamo interessi personali ne' diretti ne' indiretti, non abbiamo interessi familiari ne' diretti ne' indiretti. _______________________________________ Commento di Giulio Silenzi pubblicato il 26 luglio 2016 alle 10:56: Bommarito dice cose non vere nei confronti sia dell’Amministrazione Comunale che miei e parla addirittura di collusione facendo accostamenti deliranti, frutto di un rancore politico sconfinato e che finisce per distorcere i fatti amministrativi di Civitanova nei confronti di Cerolini. Andiamo per ordine: 1 – L’Amministrazione Comunale non ha mai posto veti a nessuno in merito alla partecipazione a dibattiti, ci mancherebbe altro, e Bommarito ha partecipato ad un incontro sul tema della droga organizzato e finanziato anche dall’Amministrazione Comunale. 2. Bommarito non dice la verità quando riporta un mio intervento nel corso di una fantomatica riunione di un comitato federale e voglio ricordare all’avvocato che i comitati federali non esistono più e che è rimasto ai tempi in cui militavamo nel PCI e facevamo parte dei comitati federali del PCI e lui ne aveva diritto (se ricordo bene) come segretario del PCI di Macerata. Quanta confusione si fa quando a prevalere è il livore! 3. Con Cerolini non abbiamo nessunissima compromissione. Al contrario, l’Amministrazione Comunale ha in essere una causa contro il “gruppo Cerolini” per la questione degli affitti non pagati per le palazzine del Lido Cluana. 4. Per quanto mi riguarda, non ho mai incontrato, ne’ parlato, ne’ conosco il signor Cerolini, del quale sarà la magistratura ad individuarne le eventuali responsabilità. È inaccettabile che si facciano teoremi inventati, perché tali sono, pur di coinvolgere l’Amministrazione Comunale che è del tutto estranea. 5. Sul tema della droga, cerchiamo di essere presenti per quanto possiamo fare come amministratori, non sottovalutando assolutamente la problematica sapendo però che ci sono funzioni specifiche. A Bommarito ricordo anche che questa amministrazione e il Pd sono stati i pochi ad allinearsi all’allarme sull’emergenza traffico e consumo di droga in città lanciato dal procuratore di Macerata mentre per altri il problema sicurezza che affligge Civitanova erano e restano altre questioni.
  • Rifiuti, Marzetti critica:
    “Nella Tari lo spot dell’amministrazione”

    8 - Set 15, 2016 - 14:56 Vai al commento »
    Checché ne dica Marzetti, la Tari che pagano i civitanovesi è tra le più basse in regione (1.84 euro al mq) e in Italia e questa è una verità che l’ex assessore non riesce ad accettare, ma che non può nemmeno contestare. Nella lettera allegata ai bollettini vengono diffusi dati certi e verificabili, ovvero che la Tari, già bassa, è anche diminuita di oltre l’8% in due anni e che non c’è Comune in regione che abbia applicato un taglio di tale portata. Questo è quello che conta e che Marzetti non vuole ammettere, in continuità con una politica di opposizione preconcetta e scissa dai dati reali sui rifiuti. Dal 2013 con la nascita della TARES (governo Monti), il Comune è obbligato alla copertura totale dei costi del Servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti, con la conseguenza che per i cittadini la tassa è decisamente aumentata rispetto agli anni precedenti; questo obbligo di legge di pareggiare entrate e uscite ha provocato un aumento della tariffa, non certo scelte di politica locale. Tanto è vero che tutte le amministrazioni di tutti i comuni d'Italia, nessuno escluso, si sono dovute adeguare e un recente studio economico della Confcommercio nazionale ha valutato in alcuni Comuni aumenti del 600%. Ma, Marzetti rifiuta questa realtà, come rifiuta il fatto che la tariffa è diminuita. Sembra quasi dispiacergli che i civitanovesi, le famiglie Civitanovesi, paghino meno grazie ad una attenta e rigorosa politica sui rifiuti.
  • Marzetti sull’estate dei 100mila:
    “Il trionfalismo di Silenzi fa rabbrividire”

    9 - Set 11, 2016 - 18:17 Vai al commento »
    l'unico ad aver mai considerato i civutanovesi fessi e' stato per anni lui quando chiudeva le stagioni con numeri (presenze e arrivi) in negativo ma dava la colpa alla Regione accusandola di sbagliare i calcoli, lui che è passato alla storia come l'assessore al turismo della ...Croazia, dove a spese dei civitanovesi venivano accompagnati i turisti con un servizio catamarano pagato con i soldi del Comune è costato centinaia di migliaia di euro. Oppure sempre a spese dei civitanovesi veniva sponsorizzata una squadra ciclistica che doveva veicolare il nome della città in giro per l'Europa, iniziativa che non ha portato un solo turista a Civitaiva ma in compenso ha assottigliato il bilancio di altri soldi perche queste strampalate iniziative di facevano con i soldi dei civitanovesi. Quanto ai Rom e agli abusivi ce ne erano in abbondanza con marzetti che ha governato un ventennio senza riuscire a debellare ne' l'uno né l'altro fenomeno. Non è passato alla storia nemmeno per il decoro urbano l'ex assessore che in tutta la sua luminosa carriera amministrativa non è riuscito a bonificare la spiaggia lasciando per anni sul litorale un 'panettone' inquinato. Oggi Marzetti non si dà pace per le piazze piene, gli eventi riusciti è una estate che ha offerto ai civitanovesi eventi di cultura e musica gratuiti e tutti con una grande risposta di partecipazione. È' proprio Marzetti invece l'unico esaltato; esaltato nell'arte di denigrare la città al punto da negare un movimento di gente ed economico che purtroppo per lui è' sotto gli occhi di tutti quelli che giudicano con serenità e onesta'
  • Estate da 100mila presenze,
    Civitanova regina della costa

    10 - Set 13, 2016 - 11:19 Vai al commento »
    C'è un qualcosa di patologico nella 'ossessione Silenzi' che ha roso alcuni personaggi in questi cinque anni di amministrazione Corvatta. C'è da chiedersi se, nell'augurarsi la mia scomparsa della scena politica, abbiano preso in considerazione anche una occupazione alternativa. Orfani di Silenzi, se le loro previsioni si avverassero, dopo un comprensibile periodo di giubilo, che faranno questi professionisti della polemica? In un sussulto di civismo potrebbero magari tentare l'avventura amministrativa e mostrare al mondo di cosa sono capaci (loro che per quel poco di incarichi ricoperti nelle istituzioni della cultura non sono passati non dico alla storia, ma nemmeno alla cronaca della città). Questi personaggi anti Silenzi sono anche i 'silenti' del passato quando non venivano scalfiti dalle cosiddette percezioni o dalle sparate e solo da cinque anni a questa parte sussultano, davanti a cifre che l'amministrazione comunica alla Siae. Non sono numeri a caso le 100 mila presenze composte da civitanovesi e non che hanno partecipato questa estate agli eventi che hanno coinvolto tutta la città. Forse questi pignoli ragionieri non si sono nemmeno guardati intorno e non hanno notato le piazze strapiene. Certo, un successo aiutato anche dal fatto che gli spettacoli erano gratuiti, per una precisa scelta politica di offrire cultura e divertimento a tutti. Ebbene sì, pure dopo il dramma del terremoto e non con la 'grancassa', come il moralizzatore di turno sottolinea, ma con l'organizzazione di iniziative di raccolta fondi e materiale che hanno intercettato una grande partecipazione di gente. È stata enorme la risposta di chi ha offerto tempo ed energia per aiutare il prossimo invece che alzare il ditino per bacchettare e criticare. Ovviamente, il censore inflessibile mi ricorda i divieti di balneazione causati dal maltempo e dalle mareggiate, stabilisce naturalmente lui quando debbano essere forniti i dati sulle presenze turistiche, bacchetta tutti e manco i festival gli vanno bene, forse perché in nessuno e' stata riconosciuta la necessità della sua grande competenza culturale. Perché forse a questo si riduce tutto, ovvero la marginalità in cui non si accetta di stare e, invece di fare autocritica, si pratica l'arte della denigrazione del lavoro altrui. È proprio vero che c'è bisogno di aria fresca. Ma, non solo in politica. Ah, un consiglio al nostro professionista della polemica web: occorrono competenza e passione non solo per gestire l'assessorato al turismo, ma anche altre deleghe. E allora suvvia, si candidi. Un po' di coraggio. Si sporchi le mani, o anche solo quel ditino sempre alzato per rimbrottare e ci mostri il cammino, così che noi poveri politici possiamo imparare una buona volta come si fa.
  • Inquinamento del basso Chienti,
    Silenzi: “Serve un nuovo accordo”

    11 - Lug 26, 2016 - 10:12 Vai al commento »
    Non ho partecipato alla riunione per motivi familiari. Ed è singolare che per una volta che uno non partecipa ad una iniziativa, ci sono i moralisti dell'ultima ora che si stracciano le vesti. Tutto diventa dietrologia. Invece le cose sono molto più semplici. Si continua a non entrare nel merito delle questioni da me sollevate. Si continua a generalizzare senza individuare le precise responsabilità tecniche e politiche dell'aver perso l'unica possibilità costruita dalla Provincia sotto la mia guida che avrebbe permesso di intervenire per avviare la bonifica. Il progetto da 10 milioni non doveva essere validati tecnicamente e politicamente e si sono fatti passare anni nel disinteresse di tutti. Questo dicono le carte. Pubblicherò tutti gli interventi che ho fatto in tutti questi anni in solitudine. Non c'è altra via rispetto ad un nuovo accordo di programma che riesca a reperire le risorse se non c'è una forte volontà da parte della Regione e degli Amministratori locali. Ci troveremo con gli anni che passano senza che un intervento sia stato avviato. Ho proposto una soluzione ma ci si sofferma sempre sulla polemica personale che per alcuni, in questo spazio, è diventata una vera e propria ossessione. A Morgoni ricordo che non riuscimmo ad eleggere un capogruppo perché spaccati a metà (quattro a quattro) e lui fu indicato dal Presidente del Consiglio (Forza Italia) Marcucci prima ancora che riuscissimo a comporre la spaccatura del gruppo per cui si stava impegnando il Segretario Cavallaro. Acqua passata che Morgoni ha voluto riprendere e che non fu una pagina politicamente edificante. Questo non toglie che Morgoni da capogruppo sarebbe potuto benissimo intervenire su questa problematica perché l'inquinamento esisteva ed esiste e l'anno perso con Capponi andava denunciato con forza. Così come quando incredibilmente fu avallato un faraonico progetto da dieci milioni che ha portato a vanificare l'accordo di programma e a non avviare la bonifica. In questi anni, resta il mistero di come, avendo 3 milioni e 700 mila euro a disposizione si sia validato un progetto da dieci milioni e che nonostante l'invito del Ministero di rifare la progettazione in base alla somma disponibile la Provincia si sia ostinata a perseguire il progetto da dieci milioni e a farci perdere l'opportunità che avevamo in tanti determinato per avviare i lavori di bonifica. In quegli anni, purtroppo, nessuno intervenne. Non dico per sostenere le mie posizioni ma per denunciare quanto stava accadendo. Se si fosse fatto, la Provincia avrebbe cambiato orientamento.
  • Criminalità economica:
    Cerolini e Mellino complici
    mentre la politica tace

    12 - Lug 26, 2016 - 10:56 Vai al commento »
    Bommarito dice cose non vere nei confronti sia dell'Amministrazione Comunale che miei e parla addirittura di collusione facendo accostamenti deliranti, frutto di un rancore politico sconfinato e che finisce per distorcere i fatti amministrativi di Civitanova nei confronti di Cerolini. Andiamo per ordine: 1 - L'Amministrazione Comunale non ha mai posto veti a nessuno in merito alla partecipazione a dibattiti, ci mancherebbe altro, e Bommarito ha partecipato ad un incontro sul tema della droga organizzato e finanziato anche dall'Amministrazione Comunale. 2. Bommarito non dice la verità quando riporta un mio intervento nel corso di una fantomatica riunione di un comitato federale e voglio ricordare all’avvocato che i comitati federali non esistono più e che è rimasto ai tempi in cui militavamo nel PCI e facevamo parte dei comitati federali del PCI e lui ne aveva diritto (se ricordo bene) come segretario del PCI di Macerata. Quanta confusione si fa quando a prevalere è il livore! 3. Con Cerolini non abbiamo nessunissima compromissione. Al contrario, l'Amministrazione Comunale ha in essere una causa contro il "gruppo Cerolini" per la questione degli affitti non pagati per le palazzine del Lido Cluana. 4. Per quanto mi riguarda, non ho mai incontrato, ne' parlato, ne' conosco il signor Cerolini, del quale sarà la magistratura ad individuarne le eventuali responsabilità. È inaccettabile che si facciano teoremi inventati, perché tali sono, pur di coinvolgere l'Amministrazione Comunale che è del tutto estranea. 5. Sul tema della droga, cerchiamo di essere presenti per quanto possiamo fare come amministratori, non sottovalutando assolutamente la problematica sapendo però che ci sono funzioni specifiche. A Bommarito ricordo anche che questa amministrazione e il Pd sono stati i pochi ad allinearsi all’allarme sull’emergenza traffico e consumo di droga in città lanciato dal procuratore di Macerata mentre per altri il problema sicurezza che affligge Civitanova erano e restano altre questioni.
  • Primo spettacolo all’Eurosuole Forum
    Arriva Enrico Brignano

    13 - Ott 18, 2015 - 1:15 Vai al commento »
    ---------------------------------------------------------------------- Debutta il palazzetto come luogo di spettacolo il prossimo 8 gennaio con Enrico Brignano. Abbiamo attivato con la Tyche Eventi una collaborazione già sperimentata e che ha fatto registrare un grande successo in occasione del concerto di Goran Bregovic questa estate. E' una formula ottimale per l'ente pubblico che mettendo a disposizione lo spazio e collaborando nell'organizzazione può proporre una programmazione qualificata e condivisa senza rischi e costi aggiuntivi. Sono condizioni che ci possono aprire a valutare altre proposte e altre collaborazioni per arricchire ulteriormente la programmazione.
  • Flussi sospetti da Banca Marche,
    la replica di Sagretti

    14 - Set 21, 2015 - 13:01 Vai al commento »
    Sagretti e’ indagato e dovrà chiarire davanti agli organi inquirenti tutto quanto sarà necessario per fare luce sulle vicende giudiziarie che lo vedono coinvolto. Sono un garantista e non un forcaiolo, pertanto ho sempre detto che bisogna attendere la conclusione delle indagini per l’accertamento delle responsabilità. Questo vale per tutti. Per quanto riguarda l’Amministrazione Comunale del Sindaco Corvatta, questa ha lavorato fin dal suo insediamento (luglio 2012) con onesta’, trasparenza, senza conflitti di interesse e con atti che sono stati validati dal responsabile legale dell’ente, il segretario Dott. Mariotti. Perciò, vari tentativi di associare la nostra amministrazione con le vicende giudiziarie, risultano del tutto infondati e sono soltanto banali tentativi di strumentalizzazione politica.
    15 - Set 19, 2015 - 16:39 Vai al commento »
    Quanto ho dichiarato lo sottoscrivo interamente. L’articolo pubblicato da Cronache Maceratesi a firma Marco Ricci era a mio parere completo e su questo ho espresso una mia valutazione politica e amministrativa. Sagretti in base a quanto abbiamo letto, e per cui non c’è stata smentita, è indagato per le vicende riguardanti l’indagine abruzzese(seguite dalla Procura di Pescara) che ha visto coinvolto, tra gli altri, Mattucci. Sarà la magistratura inquirente a chiarire tutto quello che c’è da chiarire. Non entro minimamente nel merito del lavoro degli inquirenti per i quali abbiamo massimo rispetto e attendiamo gli sviluppi. Così come non entro nel merito delle questioni specifiche puntualmente riportate nell'articolo suddetto. Mi riservo una valutazione più puntuale della vicenda politico/amministrativa dell’operazione Civita Park dal suo inizio nel 2007 fino al 2012 e dalla successiva collaborazione con la nuova presidenza, con Banca Marche per ultimare le opere che dovevano essere consegnate alla città: Palas, fiera, sottopasso, 4 corsie via Einaudi, strade e parcheggi, illuminazione, elisuperficie, “camere" di compensazione per evitare esondazioni del Chienti. Opere per un valore di circa 17 milioni di euro che sono state realizzate evitando a questa città un massacro del territorio con cattedrali incompiute che sarebbero state un degrado che Civitanova non avrebbe meritato. La nostra azione amministrativa e’ stata sempre impostata sull'onesta’, senza conflitti d’interesse e nella soluzione legale dei problemi. Alla fine ci siamo riusciti nell’interesse esclusivo della città.
  • I 5 Stelle denunciano:
    “Infiltrazioni mafiose per il crematorio”
    Ma era solo un’omonimia di aziende

    16 - Set 18, 2015 - 19:34 Vai al commento »
    LA MACCHINA DEL FANGO E' impressionante la facilità e la leggerezza, mista a boria, con le quali il Movimento 5 Stelle riesce sempre a gettare fango con una ossessiva dietrologia su chiunque venga identificato come un avversario. Una acredine che però acceca e che talvolta porta anche loro, paladini e cavalieri del Bene e della Verità, a cadere in errori grossolani e gravi per chi si candida a voler essere rappresentante del popolo. La vicenda legata al forno crematorio è l'esempio lampante di un modus operandi per cui l'obiettivo non è la salvaguardia del bene pubblico, l'appoggio di una protesta civica o i dubbi e i pungoli, leciti, di chi vuol fare bene l'opposizione. I grillini gettano fango su chiunque a qualsiasi altezza, peccato che questa volta sono dovuti tornare sui propri passi e fare un “mea culpa” per la cantonata presa. L'azienda Altair infatti non ha alcuna collusione con associazioni criminali e mafiose non è partecipata di nessuna società legata a gruppi di dubbia moralità. Un errore grottesco e madornale scambiare due aziende ben diverse che in comune hanno solo il nome. E proprio loro che sono sempre così solleciti a chiedere documenti, atti, pratiche, delibere, a interrogare e proporre mozioni tanto da intasare le attività degli uffici e del consiglio comunale, ora sono vittime di loro stessi. Mi aspetto, come avvenuto per la notizia, altrettanto clamore nella rettifica alle loro assurdità, auspicandomi che i grillini affrontino il giusto contrappasso per le proprie azioni e che la vergogna possa per qualche secondo, assieme ad un sano imbarazzo, far abbassare il capo ai “senzaerrore”.
  • I flussi sospetti da Banca Marche
    ai gruppi Foresi e Sagretti
    Capannoni fantasma e perdite milionarie

    17 - Set 16, 2015 - 17:22 Vai al commento »
    Ceresani In questo articolo non si parla del Palas ma di altro, e cioè di vicende gravissime e documentate almeno stando a quello che si legge. Invece Lei parla del Palas dicendo delle sciocchezze. Dimostra di non essere informato correttamente e si limita a ripetere cavolate altrui. Ho letto alcuni suoi commenti e l'avversione verso "i civitanovesi" e allora capisco la "sindrome palazzetto"
    18 - Set 16, 2015 - 10:46 Vai al commento »
    Difronte ad un articolo inchiesta come questo, i grillini ripetono le solite litanie di cavolate sul palazzetto, a cui tra l’altro abbiamo risposto e che qui non c’entra assolutamente nulla. Non dicono però nulla sulle questioni gravissime che l’articolo denuncia. Insomma, ossessionati da Silenzi e dal palazzetto, commentano “a prescindere” da quello che si scrive, dal contenuto dell’articolo/denuncia e cioè l'uso distorto di milioni concessi al gruppo Foresi e alla ICOC di Franco Sagretti, che seppur inquisito ha fatto una serie di conferenze stampa dove non si e’ capito dove voleva andar a parare. Dai grillini non una parola su Sagretti e i capannoni fantasma, sui finanziamenti per i capannoni abbandonati, non una parola sulle decine di milioni che la Banca ha dato a Foresi, non una parola sulla Sparkle\Acom e l’imbroglio pugliese. No, su tutto questo i grillini tacciono e parlano del palazzetto che con tutte le vicende illustrate non c’entra proprio nulla se non per la foto che e’ stata impropriamente messa.
    19 - Set 15, 2015 - 11:06 Vai al commento »
    Finalmente si inizia a far luce su una vicenda grave. Si sta parlando della prima Civita Park e della conduzione di Banca Marche, del direttore Bianconi e di Medioleasing, della facilità con cui venivano dati finanziamenti e della mancanza di seri controlli. Tutte vicende avvenute fino al 2012-2013. Parliamo degli anni 2008-2009-2010-2011, fino a quando la Banca di Italia non è intervenuta su Banca Marche nominando dapprima il direttore generale Goffi e poi i Commissari. Così come cambiano gli assetti in Civita Park e la responsabilità passa ad un nuovo amministratore. E’ un capitolo che va ancor più approfondito e che farà emergere le responsabilità di chi ha agito in maniera scorretta e di chi in quegli anni, fino al 2012, non si è accorto di nulla. In tutto questo il palazzetto non c’entra nulla e la foto con lo scheletro del Palas e i soldi che svolazzano o è un errore o una forzatura che va nella direzione di confondere le idee.
  • “Il coccodrillo? Lo so cchiappato io Frà”
    L’ironia si scatena sul web

    20 - Ago 30, 2015 - 2:24 Vai al commento »
    Volevo tenere nascosta la notizia ma al tandem Cronache\Corner non sfuggie proprio nulla!!!Mannaggia
  • Eccessi di Ferragosto,
    Silenzi ridimensiona
    i casi di coma etilico

    21 - Ago 18, 2015 - 13:04 Vai al commento »
    ______ Di seguito il documento inviato dal Direttore del Pronto Soccorso: Analisi degli accessi al Pronto Soccorso di Civitanova Marche dalle ore 0.00 alle ore 8 del 15/08/2015 In questo periodo di tempo, abbiamo registrato un totale di 26 accessi, di cui 23 con codice verde e 3 con codice giallo. Di questi, 12 avevano come problematica d’accesso, l’abuso etilico, ma il codice di gravità clinica è stato il verde per tutti. 7 pazienti sono stati dimessi al domicilio dopo visita medica, eventuali accertamenti e terapia. 5 hanno abbandonato il PS prima della conclusione dell’iter clinico. Contrariamente a quanto riportato dai media, per nessuno dei 12 pazienti è stato dichiarata la clinica del coma etilico in accordo con il codice verde di ingresso al Triage. Una paziente è stata trasportata in PS per traumi da aggressione mentre procedeva in bicicletta per il lungomare. L’impegno di lavoro per i Colleghi Medici, Infermieri e l’OSS di turno è stato indubbiamente superiore alla media, per la contemporaneità degli altri accessi in PS, per il controllo e il trattamento di quelli già in Osservazione Tecnica, Osservazione breve Intensiva e Murg, ma anche per la particolarità e delicatezza delle implicazioni inerenti alla problematica dell’abuso etilico. Tuttavia, il tutto si è svolto con fluidità e non sono state registrate criticità da doversi segnalare. Pertanto, un plauso di professionalità deve essere, sicuramente, rivolto a tutti gli Operatori in servizio. Direttore Pronto Soccorso Ospedale di Civitanova Marche Dott. Giorgio Turri
    22 - Ago 18, 2015 - 13:04 Vai al commento »
    IL COMUNICATO STAMPA INTEGRALE La notizia, stavolta ufficiale, che nessun coma etilico è stato registrato al Pronto Soccorso di Civitanova la notte di ferragosto, non può che farci piacere. Perde di contenuto il processo mediatico a cui l'intera città è stata sottoposta da quasi tutti gli organi di informazione, non soltanto locali, ma anche a livello nazionale. Una notizia, soprattutto se di cronaca, andrebbe sempre verificata facendo riferimento a fonti ufficiali, come in questo caso, la Asl o il Pronto Soccorso. Si è appurato che nessun 14enne è stato coinvolto e che degli undici ragazzi di cui si parla soltanto due hanno poco meno di 18 anni. Questo non significa che la sottocultura dello sballo non esista o che bisogna abbassare la guardia. Al contrario. Tutti siamo chiamati a fare del nostro meglio. Sarebbe però stato opportuno che al clamore di un titolo si fosse preferito la sua rispondenza al vero. Soprattutto perché, trattandosi di una notizia che riguarda i giovani, quello che è avvenuto non è certo di aiuto. Giulio Silenzi - Vice Sindaco Civitanova ___________________
  • Torna la colletta alimentare, raccolta al Tigre

    23 - Mar 9, 2015 - 14:12 Vai al commento »
    10.000 euro per le palle dell'albero di natale. QUANTE cavolate scrivete vigliaccamente dietro l'anonimato.Quante menzogne pur di screditare.
  • Pista di pattinaggio: 5.500 accessi
    2mila euro alla Croce Verde

    24 - Feb 8, 2015 - 21:53 Vai al commento »
    Ciro Esposito e' un nome fasullo,dietro si cela un vigliacco che non ha il coraggio di metterci la faccia che si nasconde per insultare e offendere per appagare le sue frustrazioni
    25 - Feb 8, 2015 - 0:17 Vai al commento »
    Il valore sociale di un sano divertimento per migliaia di famiglie,il valore attrattivo di una citta' che offrire tanto e che a dicembre ha fatto sempre il pieno di gente con forti ricadute economiche,il ruolo della Croce Verde ,sono cose che non contano? A Civitanova siamo riusciti a fare una bella cosa (5500 presenze,28.000 euro incassati,migliaia di giovani che si sono divertiti) ,gran merito va alla Croce Verde,il prossimo anno miglioreremo ancora.
  • Tari, Movimento 5 Stelle:
    “I dati di Silenzi confondono le acque”

    26 - Nov 25, 2014 - 1:38 Vai al commento »
    Giulio Silenzi Quanta saccenza professor Bottiglieri! Mi dà del bugiardo e dell’incompetente senza sapere che non c’è cosa peggiore di chi dà giudizi sprezzanti senza aver prima capito bene di cosa si parla. Il confronto non è tra i metodi ma tra una tipologia che prende in esame una famiglia di quattro persone che vive in 80 metri quadri e questo indipendentemente dalla dimensione del Comune o dalla metodologia di calcolo. Poco importa infatti dove la famiglia abiti, il valore dell’euro è sempre lo stesso per tutte le famiglie. Mi sembra elementare comprendere questo. La tabella con i 36 Comuni é corretta, non può farvi piacere ma é assolutamente corretta. E siccome avete detto che a Civitanova si paga molto di più, oltre ad aver sostenuto che la Tari del 2014 sarebbe stata più alta rispetto a quella del 2013 (questa si una menzogna che per mesi avete propinato ai civitanovesi), vi basterebbe leggere la tabella che abbiamo presentato facendo un raffronto tra 36 Comuni , per capire che a Civitanova la Tari per le famiglie, oltre ad essere diminuita è anche tra le più basse che vi siano. Questo è un dato che non potete falsare. Poi, se a Montelabbate in un anno si paga per la stessa tipologia 26 euro in meno, la cosa non modifica quanto detto. Professor Bottiglieri, lei dimostra di non essere poi così competente quando sostiene che a Civitanova un nucleo famigliare composto da un solo componente pagherebbe sempre 169,68 euro. Questa è un’altra menzogna perché a Civitanova in questo caso la tassa è ridotta del 30% e pertanto per 80 metri quadri, si pagherebbero 119 euro. Forse professor Bottiglieri prima di dare dell’incompetente ad altri sarebbe meglio che colmasse le sue lacune.
  • Silenzi promuove il Bilancio
    “La tassa sui rifiuti diminuisce”

    27 - Lug 19, 2014 - 12:10 Vai al commento »
    Puntuale come un orologio svizzero, Angelo Biondi, ovvero Caporaletti, interviene in preda alla sua ossessione. E come al solito riesce ad infilare una serie di sciocchezze che denotano anche la confusione in cui versa. E’ un grande risultato che la Tari (tassa sui rifiuti) per la prima volta negli ultimi anni sia diminuita, non solo perché non abbiamo applicato i 30 centesimi che l’anno scorso andavano allo Stato ma anche perché in più abbiamo ridotto del 4% la spesa complessiva che significa 319 mila euro. Pertanto le famiglie pagheranno rispetto al 2013 circa il 15% in meno con un incasso complessivo che diminuirà di 1milione e 200mila euro. Questa è la verità dei numeri, e tutti i profeti di sventura che prevedevano la tassa sui rifiuti aumentata, sono stati smentiti. Sulla Tasi, ancora confusione. L’incremento dal 2.5 al 2.6 che significa in termini economici 100 mila euro, verrà TUTTO destinato alle detrazioni per le famiglie che hanno portatori di handicap. Anche sui mutui, il Comune non riesce ad accenderne altri perché le amministrazioni di centrodestra hanno contratto mutui in maniera eccessiva tanto che il carico pro-capite è il più alto della provincia. E’ sintomo della patologia di tal Biondi addossare anche questa responsabilità alla giunta Corvatta. Da ultimo, la vendita del patrimonio, serve appunto per realizzare lavori pubblici ed è attuata da tutti i comuni italiani, stante la situazione della finanza locale e non ci azzecca proprio nulla con l’avanzo di 2 milioni (che per il patto di stabilità non si sarebbe mai potuto utilizzare) e che ha garantito la realizzazione del palazzetto di proprietà comunale.
  • Bilancio bloccato da mutui e tagli,
    il Comune vende il patrimonio

    28 - Lug 16, 2014 - 0:58 Vai al commento »
    Come si fa a scrivere "ritocca all'insù l'aliquota sulla Tasi per far quadrare i conti del documento di Previsione." Niente di piu' falso. Ma il titolista almeno leggesse l'articolo prima di titolare. La Tasi passa da 2.5 a 2.6 solo ed esclusivamente per introdurre agevolazioni per chi ha persone con handicap, con detrazioni di 70 euro a persona. Parliamo di circa 100.000 euro così come correttamente scrive la giornalista nell'articolo. Allora perche' un titolo cosi' assurdo e falso? Poi le braccia non le ho allargate, anche perche' il bilancio presenta anche aspetti positivi come la diminuzione della tari rispetto al 2013 e tanti altri aspetti su cui torneremo puntualmente.
  • Morgoni: “Difendiamo il Cosmari
    dai vizi della politica opportunista”

    29 - Lug 15, 2014 - 2:09 Vai al commento »
    Da un senatore, già sindaco “anche lui da 50 anni in politica", mi sarei aspettato un intervento nel merito delle questioni da me poste nell'assemblea del Cosmari e non una mera difesa d’ufficio con tante banalità. Non può passare il principio che chi esprime dubbi o criticità sul Consmari lo vuole affossare. Al contrario io dico che, proprio perché il Consorzio é importante, esprimere punti di vista critici o chiedere chiarezza su alcuni passaggi lo salvaguarda e lo tutela. Come amministratore di una città che ha il 16,5% delle quote, pongo le questioni nella sede propria: l’assemblea dei soci e per questo vengo attaccato dalla Segretaria del Pd. Come dirigente del Pd ho chiesto insieme ad altri alla Segretaria di convocare una direzione sui rifiuti e sul Cosmari dopo che in sei mesi non è mai stata organizzata senza che venisse spiegato il perché di tale omissione (se questo e' il nuovo...!). Le coincidenze su di un unico tema cominciano ad essere troppe e i vizi della politica opportunistica riemergono tutti.
  • Silenzi: “La discarica esempio
    di cattiva amministrazione,
    serve una nuova governance”

    30 - Lug 14, 2014 - 12:46 Vai al commento »
    Sono stato uno dei pochi a non votare a favore. Mi sono astenuto sul rinnovo del vecchio Consiglio di Amministrazione. Per quanto riguarda altre discariche, e' chiaro che in una programmazione pluriennale, i siti di discariche vanno obbligatoriamente individuati. Detto questo, Mei e i grillini, dove stavano quando non si realizzava la discarica di Cingoli e i cittadini pagavano milioni? Non hanno detto una sola parola, così come per le spese in più per l'Istat, per la mancata applicazione del legge sulla trasparenza e su altre questioni che ho sollevato. Mei parla sempre di altro. Ripropongo di seguito la risposta che ho dato ad un suo commento (uguale a quello di Cronache), che ho postato sulla mia pagina facebook: Alla battuta "qua siamo alle comiche" posso rispondere che, detta da un "capocomico", potrebbe essere presa sul serio. Mei adotta sempre la stessa tecnica: parlare di altro e mai sul contenuto di quello che uno esprime. Dei sei milioni spesi per non aver fatto per tempo la discarica di Cingoli in questi anni, non ha speso una parola e non lo fa neanche adesso. Sui centomila euro che spendiamo di più per l'Istat, spesa non obbligatoria, idem. Sulla mancata applicazione della legge sulla trasparenza...lo stesso. E sulle altre cose che ho sollevato nell'intervento non si riesce, con i rappresentati dei grillini, a stabilire un confronto che abbia un minimo di serietà. Solo battute, offese, e un risentimento nei confronti del Pd e dei suoi elettori che non credono a tutto, come dice Mei, ma hanno l'intelligenza di valutare e capire quello che si dice entrando nel merito vero delle questioni. 20 ore fa
    31 - Lug 13, 2014 - 15:20 Vai al commento »
    Leggo i soliti commenti di alcuni, sempre gli stessi, che non entrano nel merito delle questioni che io sollevo, ma continuano a denigrare e a dire cavolate di ogni genere, coperti vigliaccamente da nomi fasulli. E tra questi, il più vigliacco è Angelo Biondi che non ha il coraggio di firmarsi con il suo vero nome, Aldo, che è affetto da sindrome persecutoria, per la quale in rete non c’è rimedio e che dovrebbe curare in altro modo. Riporto il commento che avevo scritto all’articolo sull’intervento di Mario Antinori sempre su Cronache: Giulio Silenzi il 12 luglio 2014 alle 11:03 Puntuale come un orologio svizzero, arriva il conato di vomito di una persona vigliacca che si nasconde dietro un nome fasullo. Affetto da una sindrome persecutoria nonché denigratoria, che denota un certo squilibrio, riferisce fatti il più delle volte non veri, come ad esempio nel suo ultimo commento dove afferma che avrei evitato di indicare il rappresentante di Civitanova. Cosa questa falsa perché Civitanova il rappresentante lo ha indicato.
Capisco che ai miei denigratori dia fastidio il fatto che io sia stato il consigliere più votato da persone che evidentemente sanno apprezzare il mio modo di rendermi disponibile a risolvere i problemi.
I miei interventi, sono solo ed esclusivamente firmati con il mio nome e cognome, e non come sostiene tal Biondi con pseudonimi, perché io ci metto la faccia. Come ho sempre fatto in tutta la mia vita.
Detesto i vigliacchi che si nascondono dietro falsi nomi per denigrare e offendere. Un modo di fare questo che denota inciviltà.
Come al solito poi, nel merito, sulla questione del Cosmari nemmeno una parola.
  • Antinori: “Incredulità per gli attacchi della Lambertucci ad amministrazioni sostenute dal Pd”

    32 - Lug 12, 2014 - 11:03 Vai al commento »
    Puntuale come un orologio svizzero, arriva il conato di vomito di una persona vigliacca che si nasconde dietro un nome fasullo. Affetto da una sindrome persecutoria nonché denigratoria, che denota un certo squilibrio, riferisce fatti il più delle volte non veri, come ad esempio nel suo ultimo commento dove afferma che avrei evitato di indicare il rappresentante di Civitanova. Cosa questa falsa perché Civitanova il rappresentante lo ha indicato. Capisco che ai miei denigratori dia fastidio il fatto che io sia stato il consigliere più votato da persone che evidentemente sanno apprezzare il mio modo di rendermi disponibile a risolvere i problemi. I miei interventi, sono solo ed esclusivamente firmati con il mio nome e cognome, e non come sostiene tal Biondi con pseudonimi, perché io ci metto la faccia. Come ho sempre fatto in tutta la mia vita. Detesto i vigliacchi che si nascondono dietro falsi nomi per denigrare e offendere. Un modo di fare questo che denota inciviltà. Come al solito poi, nel merito, sulla questione del Cosmari nemmeno una parola.
    33 - Lug 12, 2014 - 1:22 Vai al commento »
    Per fortuna che gli uomini e le donne di Civitanova non vengono rappresentati da chi commenta su questo giornale. In democrazia, il giudizio degli uomini e delle donne, anche a Civitanova, viene espresso tramite il voto. Io ci ho messo sempre la faccia e porto avanti con passione le mie idee forte della rappresentanza che gli elettori mi hanno conferito. Sul Cosmari non ci sono interventi nel merito di quanto da me sostenuto, ma le solite offese di chi si nasconde vigliaccamente dietro nomi fasulli. A Bommarito (almeno lui si assume la paternità di ciò che afferma) dico che ho memoria della sua storia politica e in tema di veli pietosi, che lui richiama, molti se ne potrebbero stendere. Penso che le discussioni utili sono quelle fatte nel merito delle questioni. E questo vale anche per il Cosmari, altrimenti si da sfogo solo ai rancori personali e ai propri pregiudizi.
  • Cosmari, sull’Aia decide Renzi
    Al via la produzione di ecoballe,
    nel 2015 parte il digestore

    34 - Lug 1, 2014 - 12:46 Vai al commento »
    Un resoconto distorto, per quanto mi riguarda, quello del giornalista che all'assemblea del Cosmari non ha partecipato. Peccato che nessuno gli abbia riferito che sono intervenuto per evidenziare il danno di oltre 6 milioni di euro che ha comportato la mancata attivazione della discarica di Cingoli; che non vi sono mai state sentenze del TAR di sospensioni dei lavori e che questo potere non poteva essere del Presidente del Cosmari (come invece è avvenuto). 6 milioni non sono poca cosa. Poi, ho contestato le centinaia di migliaia di euro fatti pagare nel 2013 ai Comuni dove si e' applicato l'istat in misura del 2,5% (solo Civitanova ha pagato o meglio i cittadini hanno pagato circa 50.000 euro); ho denunciato l'assurdita' di pagare oltre 600.000 euro di interessi passivi, di interessi pagati alle banche; ho evidenziato come venga calpestata la legge sulla trasparenza e che alcuni membri del CdA non hanno reso pubblici i loro redditi e lo stato patrimoniale e questo impedisce ai Comuni di pagare al Cosmari e poi tante altre cose rilevanti. Peccato che il resoconto giornalistico ignori tutto questo. Certamente non e' un buon servizio alla verità e al giornalismo.
  • Primo maggio,
    folla sul lungomare

    35 - Mag 2, 2014 - 15:23 Vai al commento »
    Veramente un primo maggio da incorniciare. Grazie anche alla bella giornata, si è registrato un successo di pubblico e giudizi positivi sia per la festa al lungomare che per la mostra dei cecchettari in piazza. Ha organizzato l’assessorato alla cultura e turismo del Comune di Civitanova,in collaborazione con associazione balneari sud. Nell'articolo non viene specificato, ed e’ da parte mia giusto ringraziare tutti coloro che si sono adoperati per la riuscita della giornata che è costata ,tra l'altro,poche migliaia di euro. Non leggendo" i soliti" commenti mi sono preoccupato, però, forse la dimenticanza nell'articolo di chi ha organizzato non ha fatto scatenare le critiche e i veleni...
  • Civita Park, si avvicina l’apertura
    Tra gli ospiti Marco Berry

    36 - Mar 25, 2014 - 16:57 Vai al commento »
    Biondi o meglio Caporaletti, la sua acredine cresce a dismisura con il passare del tempo. Sul piano politico non merita risposta, ma l'aver in maniera vigliacca tirato in ballo mio figlio adolescente proprio non glielo permetto. Sfoghi le sue frustrazioni sulla politica, distorca pure quello che faccio, ma i figli non c'entrano nulla. Si vergogni di questo comportamento ed è grave che vengano pubblicate valutazioni che riguardano un minore.
  • “Silenzi fa la danza della pioggia pur di affermare che al Cosmari siamo asini”

    37 - Mar 12, 2014 - 14:38 Vai al commento »
    Ho posto delle questioni di rilevante portata. La comunità maceratese ha speso dagli 8 ai 10 milioni di euro in più per promesse elettorali e incapacità amministrativa di cui anche Sparvoli porta la responsabilità. Vedo però che di questo non si discute, mentre alcuni -pochi per la verità- preferiscono le solite banali polemiche.Risponderò nel merito a Sparvoli, alle sue menzogne e alle sue omissioni. Mi preme solo qui far presente che intervengo solo con il mio nome e cognome come ho sempre fatto nella mia vita assumendomi le mie responsabilità. E finché questo modo di fare trova il consenso di tanti cittadini continuerò a rappresentarli.E in democrazia ai miei detrattori dico “ve ne dovete fare una ragione” e aggiungo che reputo una vigliaccheria quella di nascondersi dietro nomi falsi per sfogare i propri rancori.Inoltre mi piace ricordare che come vice sindaco ho volontariamente rinunciato a percepire indennità e rimborsi spese chilometrici e/o di ogni altra natura che complessivamente potevano variare dai 1.500 ai 2.000 euro e che il vitalizio che percepisco è di circa 2.300 euro netti al mese.
  • Unicam a Civitanova, c’è la trattativa
    Silenzi: “Da Unimc uno sfregio alla città”

    38 - Gen 2, 2014 - 23:21 Vai al commento »
      L’aspetto culturale è sicuramente quello più corposo: accanto al mantenimento e rafforzamento di eventi ormai consolidati come Civitanova Danza e i festival maggiori, oltre ai grandi concerti (Stadio, Malika Ayane, Matia Bazar, Graziani, Don Airey (pianista Deep Purple), per citarne alcuni, l’estate civitanovese è stata costellata da centinaia di appuntamenti variegati ed eterogenei, dal teatro per ragazzi, a quello dialettale, dalle iniziative nei quartieri, fino agli appuntamenti di musica, cinema e letteratura. Oltre ai grandi festival esistono una miriade di iniziative di grande attrattiva che intendiamo mantenere e potenziare. Futura Festival, alla sua prima edizione,  si è rivelato un grande progetto culturale di spessore e di successo, ideato da un fine intellettuale che lo ha diretto artisticamente e il cui marchio è stato registrato dal Comune. Decine di iniziative per nutrire la mente, molte con gran partecipazione di pubblico. Per il 2014 prevediamo una formula più concentrata, 10 giorni complessivi. La collaborazione con le scuole sarà ancora più evidente, gli incontri sono già partiti nel mese di Novembre. Il livello culturale e intellettuale è garantito anche da un gemellaggio con la città di Foligno e il suo Festival della Scienza, diretto da uno dei piu’ grandi scienziati italiani, Edoardo Boncinelli, che ha tenuto quest’anno da noi una lezione magistrale davanti a 400 persone. I conti di Futura ci sono al dettaglio, anzi al centesimo, e sono stati consegnati ai consiglieri che ne hanno fatto richiesta, come Marinelli ad esempio. A conti fatti il comune interverrà’ per circa 50.000 mila euro, il resto (150.000 circa) derivano da sponsor privati e pubblici. Sfido chiunque a citare un solo esempio in Italia di un festival che è durato più di tre settimane al costo per il Comune di 50.000 euro. Sulla trasparenza non possiamo ricevere lezioni da nessuno. Quando si richiedono i documenti vengono dati.  E’ un compito, un obbligo dei dirigenti e dei funzionari fornirli. Da parte mia non posso che sollecitarli. Capisco che questo mandi via di testa i detrattori, quelli che per due mesi, tutti i giorni, dicevano che avremmo speso 350.000 euro, anzi qualcuno ha sparato persino cifre più alte, che non avevamo una sola sponsorizzazione ecc. ecc,  quelli che volevano il vuoto dopo che erano rimasti vedovi di Popsophia (marchio privato che si è avvalso di ingenti risorse pubbliche civitanovesi per poi andare a cercare nuovi lidi), ma fortunatamente non è andata così.
    39 - Gen 2, 2014 - 19:50 Vai al commento »
     
    Alcuni commentatori sono mossi da pregiudizio politico e da livore e pertanto tutto quello che si fa' e' fatto male.  Vorrei invece puntualizzare nel merito alcune cose.La prima Per quando riguarda il "Panettone" stava lì da 5 anni. Il centrodestra le ha provate tutte per poi fare causa al Ministero, perdendo e facendo pagare 40 mila euro al Comune tra avvocati e spese.  Noi in 10 mesi abbiamo fatto il progetto, ottenuto le approvazioni ministeriali necessarie per rientrare nel bando regionale che abbiamo vinto ottenendo 500 mila euro a fondo perduto dalla Regione per poi fare l'appalto e l'aggiudicazione e i lavori, in tempo per l'estate.  Nessuno avrebbe scommesso un euro sul fatto che in 10 mesi saremmo riusciti a fare tutto questo. Ora si chiede la bonifica o la messa in sicurezza.? La risposta e' scritta: messa in sicurezza permanente (come tutto il lungomare sud interessato). La sostanza dunque è che quel tratto di arenile e' stato riconsegnato ai cittadini in assoluta sicurezza certificata.  Per fare la bonifica, sarebbero necessari milioni di euro e dal punto di vista della fruibilità non cambierebbe nulla.  A questo intervento va aggiunta la bonifica del Brigantino dall'amianto bruciato.Anche qui anni di parole. Ora lo smantellamento e' avvenuto e dal punto di vista ambientale, non mi sembra poca cosa.(In tutti questi anni i grilli attuali stavano in silenzio)  Ho definito la procedura della rimozione del Panettone come una delle migliori pratiche amministrative di cui andiamo fieri così come lo sono tutti i Civitanovesi che hanno a cuore la citta' e che non "gufano" e non "rosicano".
  • Civitanova guarda al “Futura”

    40 - Giu 4, 2013 - 23:30 Vai al commento »
    Legga bene sig. Caporaletti, ho risposto precisamente, ma il suo furore offensivo annebbia la vista e confonde le idee. Il suo nervosismo è palese e la conduce sul terreno dell'insulto dove io non la seguirò. Quindi chiudo qui.
    41 - Giu 4, 2013 - 18:57 Vai al commento »
    Caporaletti, lei prima offende e poi pretende che alle sue farneticazioni io non debba risponderle a tono. Tanto schiumoso rancore,  più volte manifestato in diverse forme non consone ad un uomo di "cultura",  non avendo mai avuto con lei rapporti diretti, a mio avviso, non può che trarre origine dal fatto che lei ha chiesto ruoli sulla cultura nel Pd Civitanovese non a me (non l'ho mai scritto), ma all'assessore regionale Sara Giannini. Solo dopo questa richiesta, non soddisfatta, ha iniziato una spietata critica usando a volte termini offensivi che non ha mai usato con nessuno, ad esempio con la precedente amministrazione. Non essendoci stata  nessuna questione che direttamente ci ha visto coinvolti è logica la deduzione che ho fatto. Altrimenti razionalmente non saprei cosa altro pensare. Detto questo le critiche nel merito sono da me accettate. Il fatto è che lei nel merito ci entra poco anzi distorce l’informazione in modo disonesto. Come può paragonare la Stagione di Mogliano, con tutto il rispetto, a quella di Civitanova citando il solo teatro Rossini, quando sa benissimo che la nostra città articola le sue proposte su 3 teatri? Proposte che alla stagione teatrale (abbandonata dalla precedente amministrazione) uniscono quella di Danza, di musica Classica, di teatro ragazzi e da quest’anno anche quella di musica Jazz? E se lei si ostina a definire “annullata” una iniziativa di cui è già stata annunciata l’edizione del 2014 debbo soltanto accettare l’impossibilità di comunicare con lei in modo corretto.    
    42 - Giu 3, 2013 - 19:32 Vai al commento »
    Qualsiasi proposta avrebbe ricevuto gli stessi interventi perché poggiano sul pregiudizio politico e per questo non possono che essere faziosi. Chi scrive è avulso dalla realtà e parla senza conoscere: c’è un fermento culturale in città che proprio la nuova politica sta sostenendo e valorizzando.  Futura ha riunito attorno a se intelligenze e forze creative della nostra città che stanno apportando un valore aggiunto al progetto complessivo proprio in nome della partecipazione e del coinvolgimento. Stanno per essere presentati altri progetti che vedranno coinvolte altre figure civitanovesi di rilievo. Mai come in questa fase tutta la città è partecipe alla progettualità. Il Concorso “Civitanova Danza per domani” non è stato annullato anzi è già stata annunciata l’edizione del 2014. In stretto collegamento con la ottava edizione si offre un Campus formativo con prestigiosi insegnanti come Frederic Olivieri, Direttore della Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro della Scala e Florence Clerc dell’Opera de Paris. La questione Ciarrocchi è precedente alla nostra amministrazione, ma sembra che si dimentichi che molte opere del nostro Maestro sono presenti nelle sale della Pinacoteca Civica Marco Moretti. Il Signor Caporaletti, aspirando a incarichi nel PD civitanovese, e non avendoli ottenuti, ha deciso da allora di “vomitare” tutto il suo rancore personale, permettendosi di emettere sentenze tranchant verso chi ci ha sempre messo la faccia ed è sempre passato al vaglio del voto che in democrazia ha ancora un alto valore.
  • “Silenzi non ci considera,
    Miss Italia via da Civitanova”

    43 - Apr 25, 2013 - 0:54 Vai al commento »
    E' veramente spregevole quello che scrive Roberto Carlo Marsili. Dire che il giorno dei funerali facevo foto con il cellulare e ricercavo giornalisti per rilasciare interviste è totalmente falso ed è riprovevole e vergognoso utilizzare circostanze drammatiche e dolorose per gettare discredito. Non ho scattato alcuna foto ai funerali e non ho volutamente rilasciato nessuna intervista. Ho scritto nel mio profilo fb che in quei momenti c'è solo bisogno di meditazione, raccoglimento e silenzio e a questo mi sono coerentemente attenuto. E' proprio vero che la cattiveria umana e la faziosità non hanno limiti. 
  • Bocciata la variante Ceccotti
    “Ora ripenseremo completamente l’area”

    44 - Nov 26, 2012 - 13:48 Vai al commento »
    La mia era una risposta a tal "gattaccio". Chi con la menzogna e con la calunnia cerca di screditarmi con me sbatte male, e lo ribadisco, perché' il confronto va fatto sulla VERITA'. Sig. Iacopini Lei DISINFORMA. Della Ceccotti in Consiglio si è iniziato a parlare a mezzanotte fino alle 4 ed io sono stato presente alla maratona sulla Ceccotti dalle prime osservazioni fino alle fine. Che poi il Consiglio sia iniziato alle 21 ed io sia stato assente appunto fino alle 24 perchè impegnato altrove  con delega del Sindaco è un'altra cosa. Io ho scritto nel mio intervento la VERITA'. Se poi vuole informazioni sulle materie che mi riguardano, faccia fare le interrogazioni su quello che vuole ai consiglieri 5 Stelle e riceverà risposte puntuali ed esaustive. Per Lei il mio posto è quello di insegnante di Educazione Fisica. Ebbene, ha ragione, pechè quello è il mio posto di lavoro. Ho però anche un'altra funzione che è quella di vice Sindaco che svolgo con passione e disinteresse personale e che mi deriva anche dal fatto di avere avuto il consenso di tanta gente che mi ha fatto essere largamente il più votato. Può dispiacere ma è così e questo mi da la calma di rispondere al suo arrogante modo di aggredire la persona.
    45 - Nov 25, 2012 - 14:49 Vai al commento »
    Il bello della rete è che ci si può trincerare dietro l'anonimato e dire così tante sciocchezze senza assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Parlare di etica e firmarsi "il gattaccio" fa solo ridere. Veniamo alle sciocchezze. Sulla questione Ceccotti e Sabbatini ho seguito tutte le fasi, le ho condivise ma so stare al mio posto. Non intervengo nel merito perchè c'è l' assessore all'urbanistica ed è lui quello titolato a parlare anche per me. Sulle bugie invece  non posso non intervenire. In Consiglio, sulla Ceccotti, ero presente anche se non avevo diritto ad intervenire e non potevo votare in quanto gli assessori non votano in Consiglio. Sono stato presente a tutta la maratona notturna, dalla mezzanotte alle 4 del mattino. Smettetela di dire menzogne e fare dietrologia perchè  con me sbattete male: la coerenza e la trasparenza ispirano la mia vita. Sulla Ceccotti il merito è di tutti quelli che si sono spesi in questi anni. Il Sindaco, l'Assessore, la Giunta e i Consiglieri di Maggioranza hanno dato prova di coesione e il Pd di essere un partito serio che non si fa condizionare se non dal bene comune.
  • Troiani: “Apertura a Fli per poche decine di voti”
    Corvatta: “Aprirò anche ai 5 stelle e a Sel”

    46 - Giu 23, 2012 - 18:59 Vai al commento »
    Ma su Goldrake, sia serio. Come può scrivere in così poche righe così tante bugie? Quanto livore ha incorporato... Già "la stampa" di Civitanova le ha risposto facendole fare la figura che merita. Per quanto riguarda la segretaria di cui io mi "sarei dotato", mi dica chi è così la potrò conoscere e magari farmi dare una mano. P.s. Le consiglio di cambiare nickname...Goldrake combatteva per la verità, lei invece vuol far trionfare la menzogna
  • La Giunta Corvatta è quasi pronta
    Giulio Silenzi vice sindaco

    47 - Giu 1, 2012 - 1:31 Vai al commento »
    x Francesco Clerico, se ha tempo l'aspetto lunedì o martedì mattina alle 7.15 al "bar Tiffany" all'inizio di viale Vittorio Veneto a Civitanova, così le offro un caffè e la potrò salutare prima di andare a lavorare a Fermo presso il Liceo Scientifico. Come vede ho un lavoro e tanto per rassicurala le confermo che a Civitanova rinuncerò ad ogni compenso economico indipendentemente dalla funzione che svolgerò nel Consiglio Comunale che per la prima volta in assoluto mi vede presente come amministratore. Il bello della rete è che ognuno forte dei luoghi comuni può scrivere ciò che vuole anche dicendo un sacco di "cavolate".  P.S. Il caffè è di ottima qualità!  
  • Ballottaggi: i partiti
    fuori dal Palazzo

    48 - Mag 24, 2012 - 11:36 Vai al commento »
    L'editorialista Zallocco non so quale film abbia visto. Non certo quello proiettato a Civitanova dove il Pd è il primo partito della città e da solo ha la metà dei voti di tutta la Coalizione. Il Pd a Civitanova ha eletto 8 consiglieri su 15 della maggioranza; tra i suoi 8 consiglieri 4 non hanno mai fatto parte del Consiglio Comunale ed inoltre nel gruppo del Pd c'è il consigliere comunale più votato di tutti i 360 candidati con 642 preferenze. Se questa è una disfatta...? Insomma la situazione descritta nell'articolo è ben lontana dalla realtà. Ma forse c'è stato un errore di battitura e ci si è dimenticati di mettere una L accanto al Pd...  
  • Il Tar dà ragione al Cosmari
    Bocciati i ricorsi di Macerata e Pollenza
    Carancini: “Appello al Consiglio di Stato”

    49 - Apr 7, 2012 - 22:59 Vai al commento »
    Sono perfettamente d'accordo con le considerazioni del Sindaco Carancini che ritengo sacrosante. Voglio rispondere a Lucky che noi avevamo individuato al discarica di Cingoli e solo l'avvento di Capponi bloccò tutto come più volte detto e sistematicamente ignorato da chi evidentemente è in malafede e fa finta di nulla.
  • Il Pd: “Nessuna rottura con Corvatta”

    50 - Apr 3, 2012 - 14:02 Vai al commento »
    Non capisco che cosa c'entri  la vostra risposta dove si parla del risultato delle primarie nè l'invito ad accettare più serenamente le analisi post-voto. Non ho e non abbiamo come Pd alcun problema ad "accettare" le analisi quando queste si fondano su basi reali. Ho il massimo rispetto per il lavoro da voi svolto come per quello di tutti i giornalisti delle altre testate. Il problema è che è stata pubblicata una notizia assolutamente falsa seppur in forma ipotetica. L'ipotesi Palombini non è mai esistita ed è frutto della fantasia di qualche disperato che evidentemente non sa più cosa inventarsi per danneggiare il PD e voi ci siete cascati. Con rinnovata stima, vi auguro buon lavoro
  • Il Pd non vuole la “falce e martello”
    e fa un pensierino su Palombini candidato sindaco

    51 - Apr 3, 2012 - 2:03 Vai al commento »
    E' davvero stupefacente leggere notizie così prive di fondamento. Credendo nella buona fede di chi ha scritto l'articolo, sarebbe meglio se le fonti "accreditate" fossero meglio accertate. Arrivare a parlare di rottura, di un candidato (in base all'ultimo gossip dietro la porta ci sarebbe l'assessore Palombini) da contrapporre a Corvatta è frutto di pura fantasia. Il Pd ha intrapreso un dialogo nel rispetto dei ruoli, senza mettere mai nessuna pregiudiziale su nessuno, riconoscendo al candidato sindaco la responsabilità e l'onere della proposta di coalizione perché ciò che ci sta a cuore è il bene della città e dei civitanovesi. Tutto il resto sono chiacchiere o patetici tentativi di colpire e destabilizzare il Pd che invece ha i piedi ben saldi a terra e che è determinato a proseguire nel cammino avviato. 
  • Ex Ceccotti: chi pagherà?

    52 - Feb 21, 2012 - 13:02 Vai al commento »
    Lo stralcio dell’area Coccotti operato dalla Provincia in sede di approvazione della variante generale al PRG del Comune di Civitanova Marche è stato disposto in ragione della mancata chiarezza programmatoria iniziale dell’atto approvato dal comune (non superata neppure in fase di controdeduzioni)  cui è seguito l’invito dell’ente sovraordinato ad una nuova pianificazione per garantire il superamento delle incertezze quali quantitative individuate per la zona in argomento,perché' allora parlare di politica? Nella ricostruzione che nell'articolo si fa  c'e' un buco grande ,troppo grande,mancano LE SENTENZE CHE HANNO CONDANNATO IL COMUNE E DATO RAGIONE ALLA PROVINCIA e questo smonta la tesi che vi siano state scelte politiche cioè' discrezionali da parte della provincia,pertanto non si può' dire "che vi e' stato il prevalere delle ragioni politiche sulle reali prospettive della città'. I giudici  hanno fin qui accertato la correttezza  della provincia da un punto di vista della normativa,è il comune che ha fatto irregolarità'.    Come sintetizzato nella sentenza lo stralcio è avvenuto perché: a) non sono stati chiaramente individuati come richiesto (con la deliberazione interlocutoria 19.6.2006 n. 309) i tre comparti costituenti il PN e come espressamente normato dallo stesso P.R.G. adottato; b) nella tabella contenuta nelle N.T.A. le indicazioni, sia quantitative che qualitative richieste, sono rese come dato complessivo non distinto tra la N.E. e la R.E., né sono esplicitati i quantitativi volumetrici. Il dato relativo alle previste demolizioni ricomprende sia quelle contenute nel comparto di N.E. che in quello di R.U.; c) all’interno di ciascun comparto le volumetrie nell’ambito di una medesima destinazione, ad esempio nel terziario (direzionale e commerciale) risultano computate con un parametro (altezza) diverso e variabile e con modalità non riconducibili alla norma generale di P.R.G. (art. 2.2.3.2).   Avverso la delibera provinciale di stralcio è stato proposto nell’anno 2007  ricorso al TAR Marche dal Comune di Civitanova, con richiesta cautelare di sospensiva. Il Tar Marche con ordinanza n. 715/2007 ha respinto l’istanza di sospensione; L’ordinanza del TAR Marche è stata impugnata dal Comune di Civitanova avanti al Consiglio di Stato. Il Consiglio di Stato con ordinanza n. 2781/2008  ha respinto l’appello del Comune; Successivamente il TAR Marche con sentenza n. 82/2009 ha respinto, nel merito, il ricorso del Comune di Civitanova Marche ritenendo infondati tutti i motivi (sia procedurali che di merito) di ricorso. Avverso la sentenza del TAR Marche il Comune di Civitanova Marche ha promosso appello  al Consiglio di Stato con richiesta di sospensiva dell’efficacia della stessa. Il Consiglio di Stato non si è espresso sull’istanza di sospensiva avendo la difesa del Comune chiesto la “riunione al merito” dell’istanza stessa. Non risulta ancora fissata l’udienza per la discussione nel merito del ricorso  in appello.  
  • Giulio Silenzi interviene sulla manovra economica

    53 - Ago 26, 2011 - 23:15 Vai al commento »
    Per Tamara La scelta fatta da Zedda è sicuramente un bel segnale e sono contento che lei lo abbia messo in evidenza. Sono perciò convinto che le farà piacere sapere che per lo Sferisterio anch'io nelle ultime Stagioni Liriche mi sono comportato analogamente pagando il mio bilgietto, pur potendo entare gratuitamente, per assistere alle opere liriche che volevo vedere. Per Disco Rotto L'adeguamento dell'indennità (previsto dalla legge) è stato conseguente al fatto che ho rinunciato al doppio reddito andando in aspettativa non retribuita mentre prima l'indennità era determinata in considerazione che il predecessore all'indennità stessa da presidente aggiungeva lo stipendio da dirigente scolastico.
    54 - Ago 23, 2011 - 17:59 Vai al commento »
    Per Cerasi Non sono mai stato un uomo d’apparto. Sono un uomo libero che fa politica con passione, convinto che ci siano valori per i quali è giusto impegnarsi e che non ha mai pensato “ai cavoli propri”. Con impegno, rigore e onestà ho sempre cercato di risolvere i problemi dei cittadini e per quanto possibile sono stato vicino alle persone che avevano più bisogno. I politici non sono tutti uguali e il dramma in questa fase è che non si riconosce più chi si impegna da chi invece ne approfitta. La logica “di notte tutti i gatti sono grigi” non ci porterà da nessuna parte. Molte persone non mi hanno evitato ed hanno trovato in me un interlocutore attento che ha cercato di fare fatti e non parole. Quando dico di essere stato eletto dai cittadini, affermo che la gente con il voto è sovrana ed è libera di scegliere i propri rappresentanti. Non conta da quanto tempo si sta in politica ma contano le idee e la passione e contano i fatti concreti che si riescono a realizzare. Almeno io la penso così. Per Carla Sono meravigliato che mi si tiri in ballo per lo Sferisterio. Negli anni in cui ho gestito lo Sferisterio, ho risanato i bilanci ed insieme ad altri del CdA abbiamo chiuso le gestioni delle Stagioni Liriche 2007-2008-2009 in attivo (caso unico in Italia). So che questo chi ha un pregiudizio politico non lo riconoscerà mai e che addirittura si citi Nero Giardini con il quale riuscì a fare un contratto pluriennale che ha onorato per poi scegliere di abbandonare per i motivi da lui detti in conferenza stampa e che invito a rileggere (così come invito rileggere i miei interventi sullo Sferisterio che troverete anche su Cronache Maceratesi), francamente mi pare eccessivo. La considerazione che faccio è che sono intervenuto per la soppressione delle 3 feste che cancellano i valori fondanti degli italiani e vedo invece che il dibattito che si è sviluppato è su altro. Una sorta di processo ai politici indifferenziati. Cosa questa che non condivido: ci sono politici onesti e seri e politici che hanno fatto di tutto per allontanare la gente dall’impegno politico. Non ritengo sia giusto come già detto “fare di tutta un’erba un fascio”.
    55 - Ago 23, 2011 - 9:16 Vai al commento »
    Leggo ora i commenti, alcuni nel merito e altri che non c'entrano nulla con il contenuto del mio articolo. E' segno dei tempi che alcuni commenti anonimi e insulti vadano di pari passo incuranti della vera questione posta. Voglio comunque intervenire sui punti sollevati. Sono contro ogni inutile privilegio dei politici che dovrebbero in questa fase difficile dare l'esempio e ritengo serie le proposte fatte dal Pd contro i costi della politica più volte avanzate da Bersani (vedi www.beta.partitodemocratico. it ). Per quanto mi riguarda voglio precisare di essere sempre stato eletto dai cittadini, non ho mai avuto nomine di secondo grado ma solo cariche istituzionali elettive. Il giorno dopo aver perso le elezioni provinciali sono tornato ad insegnare al Liceo Scientifico e debbo dire che la cosa mi piace molto. Non ho mai avuto un doppio reddito e quando avevo una funzione istituzionale ho rinunciato all'insegnamento andando in aspettativa non retribuita per dedicarmi a tempo pieno all'attività amministrativa. Il vitalizio è previsto dalla legge e dopo 14 anni in Regione è di 2.700 euro netti mensili. Sono comunque favorevole alla soppressione del meccanismo dei vitalizi e alla loro trasformazione in pensioni del tipo INPS così come ha proposto il Pd. Credo nella buona politica, nella democrazia elettiva dove sono i cittadini a scegliere i propri rappresentanti, nella partecipazione, nell'onestà e nella trasparenza. Un po' meno nella demagogia e nella logica del fare di tutta un'erba un fascio.
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy