Seconda aggressione in corso Cairoli,
sconosciuto tira pugno ad un passante

MACERATA - Episodio fotocopia di ciò che è avvenuto venerdì. Un 60enne di Montecassiano è stato portato in ospedale. La polizia avrebbe individuato un paio di persone sospette che sono state portate in questura per accertamenti
- caricamento letture

polizia movidadi Gianluca Ginella

Un episodio quasi fotocopia di quanto avvenuto venerdì: oggi pomeriggio un uomo è stato colpito al petto con un pugno da uno sconosciuto. L’episodio è avvenuto lungo corso Cairoli, a Macerata. La stessa via dove venerdì è stata aggredita una donna di 71 anni (leggi l’articolo). L’uomo, che di anni ne ha sessanta, ed è di Montecassiano, è stato portato al pronto soccorso e dimesso dopo essere stato visitato. La polizia avrebbe un paio di sospetti.

Nel giro di cinque giorni, in corso Cairoli due persone sono state colpite al petto con un pugno. Il primo episodio venerdì quando una donna anziana è stata colpita da uno sconosciuto, che poi si è dileguato. La donna, a causa del pugno, si è rotta due costole. Oggi è avvenuto un episodio analogo. E’ successo intorno alle 18,30. E’ allora che un 60enne di Montecassiano, L. B., è stato colpito da uno sconosciuto, senza nessun motivo. L’uomo è stato soccorso e trasportato in ospedale dove è stato visitato e poi dimesso (non avrebbe riportato conseguenze gravi a causa dell’aggressione). Sul posto è intervenuta la polizia di Macerata che ha raccolto la testimonianza dell’uomo. Gli investigatori avrebbero individuato un paio di sospetti che sono stati portati in questura per accertamenti e per la fotosegnalazione. Gli inquirenti non escludono che le aggressioni siano legate alla folle moda che si chiama knockout game e che negli Stati Uniti ha già portato a tre morti. Si tratta di colpire un passante con un unico pugno e stenderlo. E nei due episodi avvenuti in corso Cairoli l’aggressore (o gli aggressori) hanno colpito con un unico pugno da qualcuno che poi si è allontanato. Ma la seconda aggressione potrebbe costare cara all’aggressore che è stato scoperto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X