“Sempre meno spiagge libere e a rimetterci sono i bagnanti”

CIVITANOVA - La protesta di un lettore. Il tratto a cui fa riferimento è quello tra La Contessa e Fosso Castellaro che i gestori hanno occupato con diversi lettini, a seguito del permesso del Comune
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

spiaggia libera occupata“Sempre meno spiagge libere a discapito dei bagnanti”. La pensa così Innocenzo Di Donato, un nostro lettore che protesta per un ulteriore brandello di litorale che viene dato in concessione agli stabilimenti balneari. In particolare il tratto a cui si riferisce è quello fra lo chalet La Contessa e il fosso Castellaro. Dal 9 agosto infatti lo chalet, col permesso del Comune, ha aggiunto alcuni lettini in quel tratto di spiaggia. Tutto regolare e lo conferma l’assegnazione temporanea dell’area fino al 31 agosto, ma Di Donato esprime sconcerto per questo tipo di scelte. “Non esistono praticamente quasi più spiagge libere, complimenti alla giunta che fa scelte di questo tipo mentre continuiamo a pagare tasse per ogni cosa”. Nella delibera è specificato che la concessione di 210 mq viene autorizzata per rispondere all’erosione della costa subita dallo chalet “stante la diminuzione complessiva della propria area in concessione di circa  2.290 metri quadrati a seguito delle numerose mareggiate invernali”. Non è la prima volta che gli stabilimenti balneari chiedono di allargare la superficie a disposizione: lo scorso anno un gruppo di residenti addirittura protestò per la richiesta di uno chalet del lungomare nord di ampliare i propri spazi (leggi l’articolo).

(l.b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X