Nuovo Eurospin, bloccate le ruspe

MACERATA - I lavori per la realizzazione del supermercato in via dei Velini sono fermi dopo che i proprietari di un terreno vicino a dove sorgerà il market hanno lamentato uno sconfinamento diffidando, tramite il loro legale, l'azienda a interrompere le operazioni di sbancamento
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
La parete che dà sulla strada

La parete che dà sulla strada

I lavori all'Eurospin di via dei Velini (foto di Guido Picchio)

I lavori all’Eurospin di via dei Velini (foto di Guido Picchio)

Lavori per la realizzazione del nuovo Eurospin in via dei Velini, a Macerata: bloccate le ruspe dopo che i proprietari di un terreno confinante a dove sorgerà il supermercato si sono lamentati prima sulle pagine di Cronache Maceratesi (leggi l’articolo) e poi  tramite il loro legale, sostenendo vi sia stato uno sconfinamento.

Circa 80 metri quadrati. Questa l’area su cui avrebbero sconfinato le ruspe che stavano lavorando per la realizzazione del nuovo Eurospin di via dei Velini. Da qui la telefonata del legale della famiglia Domizi (Alberto, Vittorio e Ivana), l’avvocato Gino Ranciaro, al direttore dei lavori, il geometra Luigi Carelli, presidente della commissione Ambiente e territorio del Comune che aveva approvato i lavori per la nascita del supermercato. “Stavano eseguendo opere di sbancamento, quando i miei clienti si sono accorti che c’era stato uno sconfinamento mi hanno chiamato – dice Ranciaro –. Ho fatto una diffida sia alla ditta Eurospin che al geometra Carelli e i lavori si sono immediatamente fermati. Ora siamo in attesa della perizia degli uffici comunali sulla determinazione dei confini. Ad avviso dell’azienda non c’è stato sconfinamento, mentre per noi c’è stato, su di un’area di quattro metri per venti metri”. Ma questo è solo l’ultimo episodio dell’iter, sin qui piuttosto travagliato, della nascita del supermercato. A cominciare dai dubbi espressi dal consigliere comunale Claudio Carbonari nel corso dei passaggi per l’approvazione del progetto, e di quelli di Pierpaolo Tartabini (Sel) che sosteneva il fatto che il progetto, realizzato attraverso la procedura Suap (lo sportello unico per le attività produttive), ricadesse a fianco di un’altra area Suap. eurospin_via_dei_velini (9)Tutti per Macerata, neonata associazione di cittadini,  aveva parlato di un conflitto di interessi di Carelli (leggi l’articolo), subito dopo le proteste dei residenti che avevano parlato di ecomostro e del fatto che fosse il terzo supermercato lungo la via.

Redazione CM

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X