“Rischiamo per 1.300 euro al mese,
siamo abbandonati dalla politica”

RECANATI - Nota congiunta dei sindacati dei vigili del fuoco dopo l'incidente di Squartabue dove 5 pompieri sono rimasti feriti. "L'intervento è stato effettuato nel rispetto delle norme di sicurezza"
- caricamento letture

[slideshow_deploy id=’541967′]

 

(In alto la galleria con il fotoservizio di Guido Picchio) 

 

Clicca sulla foto per guardare le immagini

Esplosione alla Gfl di Recanati (Clicca sulla foto per guardare le immagini)

“Intervento effettuato con tutte le accortezze, i vigili del fuoco lavorano per 1.300 euro al mese, siamo abbandonati dalla politica che si ricorda di noi solo in questi tristi momenti”. E’ l’intervento congiunto di tutte le sigle sindacali dei vigili del fuoco dopo l’incidente alla falegnameria di località Squartabue di Recanati (leggi l’articolo) dove questa mattina 5 pompieri sono rimasti feriti e uno, Roberto Toregiani, 44 anni di Montelupone,  è gravissimo, ricoverato all’ospedale di Torrette.

Cgil, Cisl, Uil, Conapo, Usb e Confsal sono intervenuti con una nota. “Siamo dispiaciuti che nonostante i nostri colleghi avessero indossato tutti i Dpi messi a disposizione dalla nostra amministrazione, tutta la squadra sia finita in ospedale e purtroppo un nostro collega sia molto grave. Abbiamo constatato che probabilmente l’intervento non poteva essere fatto diversamente, doveva essere eseguito in quel modo e con le accortezze adottate nello specifico. Questo grave incidente ricorda a noi tutti ed all’opinione pubblica che i rischi per un vigile del fuoco sono alti”.
fabbrica vigili del fuoco (7)I sindacati poi sottolineano come “i componenti delle squadre dei vigili del fuoco, come quella che lavorava per spegnere l’incendio di questa mattina, lavorano per 1.300 euro al mese e purtroppo siamo anche abbandonati dalla politica che si ricorda di noi solo in questi tristi momenti. Noi urliamo la nostra situazione di grave carenza di organico, legata soprattutto al blocco del turnover ed all’aumento dell’età media dei vigili del fuoco che si sta alzando pericolosamente”. Uomini che ogni giorno hanno a che fare con situazioni rischiose, uomini che sono una “risorsa che va tutelata e si deve investire su di loro, sulla loro preparazione e sulla loro professionalità. Veniamo ricordati dalla politica solo in queste tristi circostanze: no grazie. Non vogliamo essere tenuti in considerazione solo in casi di incidenti, ma vogliamo e dobbiamo essere rispettati per quello che siamo e per il valore del nostro lavoro, che offriamo alla popolazione”. Poi un messaggio ai colleghi rimasti feriti questa mattina: “Auguri ragazzi di pronta guarigione vi aspettiamo in caserma”.

(Gian. Gin.)

 

 

esplosione_gfl_recanati (2)

fabbrica vigili del fuoco (3)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =