Stroncata da una malattia a tredici anni
Colmurano in lutto per Valentina

La piccola è morta al Salesi dopo aver lottato tre anni. Sempre al suo fianco i genitori Amos Pazzaglia e Giuseppina. L'ultimo saluto alla piccola domani alle 10 nella chiesa parrocchiale San Donato
- caricamento letture
Valentina con papà Amos

Valentina con papà Amos

Non ce l’ha fatta Valentina Pazzaglia, la tredicenne di Colmurano affetta da tre anni da una terribile malattia. La piccola, dopo aver lottato con la forza di un leone, è morta ieri pomeriggio poco dopo le 18 all’ospedale Salesi di Ancona. Al suo fianco, come sempre in questi tre terribili anni, i genitori Amos e Giuseppina.
Tutta la comunità di Colmurano si era stretta intorno alla famiglia in questo lungo periodo. Negli ultimi giorni le condizioni di Valentina si erano aggravate e in molti hanno preso parte alla veglia di preghiera organizzata dalla parrocchia. Ieri però è arrivata in città la terribile notizia che ha lasciato tutti senza parole.
Nonostante la malattia la piccola Valentina aveva continuato a frequentare, per quanto possibile, le lezioni scolastiche online e nel 2012 aveva vinto con un suo disegno un concorso indetto da Poste Italiane (leggi l’articolo)

Molti i messaggi di familiari e conoscenti sulla bacheca di Facebook di papà Amos che in questi mesi ha raccontato il suo dolore e la sofferenza di Valentina.
«Chiunque abbia avuto la fortuna di incontrarla anche solo una volta nella propria vita – scrive l’Avulss di Urbisaglia –  non potrà mai dimenticare l’incanto di quel volto ed il vortice di amore che avvolgeva e risucchiava chiunque le passasse accanto. Che fosse una bimba speciale lo capivano tutti, ora è un angelo speciale». Ricorda una promessa Paolo Vescovi:«Vale da quando ti ho incontrata ho imparato a lottare contro tutto, mi ricordo la prima volta che ti ho vista e mi hai colpito con la tua forza. Ho conosciuto i tuoi genitori e ho capito quali persone eccezionali sono. Ora Vale spero che da lassù possa sempre dare la forza a tutti noi e ti dico grazie. Ringrazio di averi incontrata e conosciuta, per me sei e sarai sempre la più grande artista che ho mai incontrato.Ti prometto che porterò a termine quello che ti dissi ad ogni costo. Ti abbraccio piccolo angelo mio. Spero che mia figlia cresca con la tua tempra e io con la forza dei tuoi genitori». Mario Lambertucci ha pubblicato il disegno di una farfalla colorata e scrive: «Un bacione grande grande da parte di tutti noi a te e un grande abbraccio a papà e mamma che con molta dignità ti hanno assistito e coccolato fino ad oggi».

La salma della piccola sarà esposta nella chiesa della Santissima Annunziata per quanti vorranno salutarla. Il funerale si svolgerà domani alle 10.00 nella chiesa parrocchiale San Donato

(a.p.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X