Messaggio di Laura Boldrini
ai maceratesi per il “25 aprile”

SAN SEVERINO - La presidente della Camera scrive al sindaco Martini in occasione della cerimonia provinciale: "Profonde le radici democratiche della vostra comunità"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Laura Boldrini

Laura Boldrini

La Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, non potendo prendere parte alla cerimonia provinciale del 25 aprile, che quest’anno sarà ospitata a San Severino, in risposta a un invito del sindaco, Cesare Martini, ha inviato un messaggio in cui, fra l’altro, si evidenziano “le profonde radici democratiche e antifasciste della comunità settempedana” e si sottolinea, con riferimento proprio alle celebrazioni per la Liberazione d’Italia: “Sono trascorsi settant’anni da quella stagione e questo anniversario deve assumere per tutti noi il significato di un rinnovato impegno per trasmettere il senso e il valore della lotta di Liberazione soprattutto alle nuove generazioni per le quali quella storia rischia di apparire lontana ed impercettibile – scrive la presidente della Camera, nata a Macerata – . E questo lo si fa anche rimettendo al centro i principi della nostra Costituzione Repubblicana, nata proprio grazie alla Resistenza e alla lotta di Liberazione, agendo concretamente per rimuovere ogni ostacolo che ancora oggi limita la libertà e l’uguaglianza dei cittadini e delle persone e tutelando i diritti loro garantiti dalla Carta costituzionale, quali quelli al lavoro, allo studio e alla salute. Questa – conclude la Boldrini – è la responsabilità che spetta alle istituzioni, alla politica tutta e alla mia e alle nostre generazioni di adulti nei confronti dei nostri giovani”.

Il messaggio della Presidente della Camera sarà letto, integralmente, durante la cerimonia ufficiale che, promossa dalla Prefettura, dalla Provincia, dai Comuni di Macerata e San Severino, dall’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporeanea di Macerata, dall’Anpi Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, da Cgil – Cisl e Uil,  ricorderà il 69esimo anniversario della Liberazione d’Italia e del 70esimo delle Marche e che si svolgerà, a San Severino Marche, secondo il seguente programma: ore 10 arrivo delle delegazioni dei Comuni, delle associazioni partigiane e delle autorità presso il monumento alla Resistenza di viale Mazzini, davanti all’Itis “Divini”. A seguire alzabandiera e posa di una corona d’alloro al monumento poi partenza del corteo per piazza Del Popolo dove, alle ore 11 circa, avranno luogo gli interventi delle autorità. L’orazione ufficiale sarà a cura della senatrice Silvana Amati.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X