“Ecocardiogramma? Tra sei mesi o domani se a pagamento”

LA SEGNALAZIONE - Il nostro lettore Maurizio Brugnoni riferisce quanto ha sperimentato personalmente
- caricamento letture
L'ospedale di Macerata

L’ospedale di Macerata

I malfunzionamenti nella sanità pubblica sono ormai diventati all’ordine del giorno. Nonostante i tanti interventi dei rappresentanti del tribunale del malato, l’allarme dei sindacati  e le segnalazioni dei cittadini, la situazione non sembra migliorare. L’ennesima segnalazione arriva da Maurizio Brugnoni di Treia. 

«A settembre 2013 – scrive –  mi viene prescritta, per un controllo di routine, un EcoCardiogramma da sforzo. Telefono al CUP e mi viene dato l’appuntamento per il 31 gennaio 2014. Non avendo particolare urgenza, me ne faccio una ragione. Verso il 20 di gennaio 2014 mi telefona il CUP per comunicarmi che, a causa di un guasto alla macchina, mi devono spostare l’appuntamento al 12 giugno 2014. A questo punto chiedo se esiste la possibilità di eseguire l’esame in altra struttura limitrofa: c’è la possibilità di andare a Fabriano il 17 marzo 2014 oppure Urbino sempre a marzo. A questo punto chiedo se è possibile eseguire l’esame a pagamento. Perfetto! Problemi zero. L’esame si può effettuare tranquillamente il giorno dopo. Costo dai 75 ai 108 euro a seconda del medico scelto.
Secondo me è molto grave non tanto per il caso personale, in assenza di patologie particolari potrei anche aspettare, ma per coloro che si trovano invece nella necessità di eseguire l’esame in tempi brevi».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X