Accattonaggio ai semafori: “La municipale intervenga”

CIVITANOVA - A chiedere azioni dissuasive, anche nei confronti dei nomadi, è il consigliere Antonio Colucci (Pd)
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il consigliere comunale del Pd Antonio Colucci

Il consigliere comunale del Pd Antonio Colucci

«La polizia municipale applichi azioni dissuasive nei confronti dei nomadi e degli accattoni ai semafori». Lo torna a chiedere il consigliere comunale del Pd Antonio Colucci che a più riprese ha, anche nel passato, sollecitato il sindaco Tommaso Corvatta con suggerimenti e proposte, per tentare di risolvere l’annosa questione dei mendicanti. «Io posso dare dei suggerimenti, poi sta al sindaco, come responsabile della sicurezza, attuare gli adempimenti – sottolinea il consigliere –, e in particolare occorre spronare la polizia municipale ad effettuare un lavoro più puntuale sul territorio, non basta allontanarli dai semafori o dalle panchine, occorre la volontà di risolvere il problema». Colucci richiama dunque ad una maggiore sensibilizzazione la polizia locale, specie verso un gruppetto in particolare di questuanti, ormai noti in tutta la città: sono anni che i mendicanti ai semafori vengono percepiti come un fastidio. Nonostante la presenza, alcuni anni fa dell’ordinanza anti accattonaggio, ora revocata, il fenomeno è rimasto immutato con alcuni picchi in particolari periodi dell’anno. Fece scalpore, qualche mese fa, la presenza di un nomade che urinò all’angolo del teatro Rossini, a due passi dalla piazza principale e da Corso Umberto I (leggi l’articolo).

(l.b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X