Cittadinanza alla Kyenge, De Vivo:
“Ridicolo, è già tanto che sia ministro”

LA PROPOSTA - Sindaco e presidente del Consiglio comunale accolgono l'idea di conferirle il riconoscimento, ma su Facebook il consigliere di centrosinistra critica la scelta: "E' venuta da clandestina, a Civitanova abbiamo problemi più seri"
- caricamento letture
Ivo Costamagna, presidente del Consiglio comunale di Civitanova

Ivo Costamagna, presidente del Consiglio comunale di Civitanova

di Laura Boccanera

Il sindaco e il presidente del Consiglio comunale accolgono la proposta di Anna Donati di concedere la cittadinanza onoraria al Ministro Cecile Kyenge dopo gli attacchi razzisti ricevuti in questi giorni (leggi l’articolo). Il sindaco si è detto favorevole alla proposta e dalla presidenza del Consiglio arriva l’ufficialità tanto che Ivo Costamagna con una nota esplicita l’intenzione di porre la questione all’ordine del giorno del primo consiglio comunale utile di settembre. Ma non solo, Costamagna intende anche, viste le parole di apertura verso i gay di Papa Francesco presentare il regolamento per l’istituzione delle coppie di fatto. “La città di Civitanova avrà modo così di essere protagonista di un grande momento di civiltà, lanciando due profondi e significativi messaggi di apertura ed integrazione – scrive in una nota – la dichiarazione del Pontefice spazza via posizioni superate, apre un capitolo nuovo sul tema dei diritti civili ed avvia un percorso di superamento di pregiudizi radicati da lunghissimo tempo. Una presa di posizione, la sua, che merita pieno sostegno e condivisione. Sempre a settembre, credo si possa pienamente accogliere il suggerimento dell’artista Anna Donati, che ha proposto il conferimento della cittadinanza onoraria al ministro Cecile Kyenge”. Ma quel consiglio comunale vedrà probabilmente l’opposizione e il voto contrario di un esponente di Uniti per Cambiare che però ufficiosamente non fa più parte della maggioranza. Livio de Vivo, consigliere di centrosinistra eletto con la lista Uniti Per Cambiare, commentando sul gruppo Facebook dello Speaker’s Corner la notizia della proposta della Donati così scrive in merito: “E’ ridicolo dare la cittadinanza onoraria ad una persona venuta clandestina .. Già troppo che e’ diventata ministra… Non sono razzista ,credo che a Civitanova abbiamo problemi più seri” e in un post più sotto: “Oltretutto abbiamo molti eroi in casa … Non capisco perché cercare fuori”. Il sindaco liquida velocemente l’opinione di De Vivo: “De Vivo non è più parte di questa maggioranza e con questa dichiarazione lo conferma”.

Livio De Vivo Facebook



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X