Halley Matelica in festa
per la promozione in DNC

BASKET - La formazione di Sonaglia vince 81-71 la decisiva quinta sfida contro Falconara
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Baket Matelica

La squadra del Basket Matelica in festa

Ce l’ha fatta l’Halley Matelica! Sabato sera ha concluso trionfalmente una cavalcata lunga un’intera stagione, con il traguardo della promozione in Divisione Nazionale C, battendo nella quinta, decisiva partita della serie di finale l’ Amatori Falconara per 81-71. Quinta partita, quinta battaglia, che anche stavolta ha tenuto i tifosi in tensione fino a pochi minuti dalla fine, anche se un fine occhio tecnico come quello di coach Andrea Pecchia (Fileni Jesi ma matelicese di nascita e Vigor di educazione cestistica e cuore) ci dirà alla fine che “la partita in realtà è durata due quarti e mezzo”. L’inizio è tutto del sesto uomo matelicese: i tifosi, che stanno già preparando la coreografia, sempre più spettacolare, mentre la gente continua ad arrivare ed arrivare ed arrivare. Esauriti anche gradini e tutto quello su cui ci si poteva sedere, nel palasport non  entrava più  neanche uno spillo. Poi finalmente iniziano i quaranta minuti più importanti della stagione. Per una grande finale ci vuole un grande avversario e Falconara non si tira indietro. Inizia Bartoli a martellare, con due liberi, riprendendo in pratica il discorso interrotto in gara4.  Matelica invece cerca, com’è ovvio, di mettere la palla sotto ma è una tripla di Quercia a dare il via alle segnature biancorosse. Il calore del pubblico non riesce a scaldare subito i polpastrelli matelicesi, che restano piuttosto freddini, ma caricano quelli ospiti, che attaccano con percentuali da favola. Falconara riesce a aprire la difesa matelicese e attaccarla con le iniziative di Bartoli, di Mosca, di Oprandi, di Bellesi. La Vigor si regge invece sui movimenti in post basso di Quercia (7 dei 12 punti del primo quarto dell’Halley sono suoi). Il primo quarto si chiude sul 20-12 per Falconara. Il secondo quarto comincia bene per Falconara, che arriva a + 10, prima che Sorci ci metta una toppa con una tripla. Nel frattempo è rientrato Pecchia, fin qui abulico e falloso, mette un canestro importante e riporta Matelica in linea di galleggiamento. E’ sempre Pecchia che va coast to coast con grandissima aggressività a prendersi un fallo e a far esplodere il palace. Il suo cambio di marcia darà la scossa a tutta la squadra: la Vigor segnerà 27 punti nel solo secondo quarto e il suo giovane ispiratore vi parteciperà con 9 punti e la sensazione di avere il controllo della situazione. In difesa invece c’è ancora da lavorare, con Falconara che pesca sempre il jolly giusto: Matelica si mette a zona per evitare penetrazioni? Gli uomini di Reggiani rispondono con due triple di Conte e una di Mosca, fin qui pedina tattica insostituibile. L’intervallo dice 39-41 per gli ospiti. Il terzo quarto è quanto mai frizzante: in attacco per Matelica continua il Pecchia-show, che spacca ripetutamente in due la difesa ospite e firma anche il sorpasso (44-43). In difesa soffre invece la vitalità di Bartoli, che riesce a farsi fischiare a favore 5 falli in 3 azioni, caricando le spalle di Rosei, Quercia e Pecchia .  Ma ormai, con il cronometro che scorre verso l’epilogo di tutto, è battaglia su ogni pallone e l’Halley ha i gladiatori adatti al compito: Sorci, che fa una partita di grande sostanza da uomo squadra, Gatti, che ha aperto le marcature della ripresa ed è sempre pronto a prendere e riconvertire gli assist dei propri compagni, Rosei, come sempre dinamico e reattivo su ogni pallone, Quercia, che in post basso fa sempre malissimo ai falconaresi e, naturalmente, Usberti, che sarà l’autentico incubo dei prossimi sonni di Mosca e soci. Il campo di battaglia ormai è sotto i tabelloni, Falconara soffre e quando Mosca, a metà quarto periodo, nel tentativo vano di arginare Usberti, commette il suo quinto fallo, l’intero attacco di Falconara si inceppa. Priva dell’uomo in grado di portare lontano il lungo matelicese per poi attaccare liberamente l’area, Falconara riesce a segnare a malapena 8 punti, mentre Matelica ormai è padrona del campo e del suo destino. Quando Usberti arpiona il rimbalzo e subisce il fallo, sul 77-69 matelicese, a 47” dal termine, è lo stesso Sonaglia, saltando con i pugni alzati, a dare il segnale al pubblico che ormai si può festeggiare. Da lì in poi, solo pandemonio, gioia, hip hip e, per i giocatori, una sincera e meritata felicità.

Vigor Basket Matelica – Amatori Falconara:  81 – 71
MATELICA: Porcarelli 3, Sorci 7, Coicchio n.e., Boni n.e., Bracchetti, Gatti 9, Quercia 16, Agabiti Rosei 9, Pecchia 16, Usberti 21. All.re Sonaglia.
FALCONARA: Conte 6, Bartoli 19, Oprandi 10, Esposito n.e., Caraceni 3, Vaccaro, Mosca 18, Alessandroni 4, Bellesi 9, Ciarallo 2. All.re Reggiani.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X