Overtime Festival 2012, il pugile Roberto Cammarelle vince il premio “Etica Sportiva”

L'assessore allo sport del comune di Macerata Alferio Canesin ha consegnato il riconoscimento ad Assisi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Foto-di-gruppo-con-Comune-Mc-Federazione-Pugilistica-Italiana-Franco-Falcinelli-Cammarelle-Ass.Pindaro-fratelli-Spagnuolo

I fratelli Spagnuolo e l’assessore Canesin con Roberto Cammarelle

Nella splendida cornice del Convitto Nazionale Principe di Napoli di Assisi il plurimedagliato pugile Roberto Cammarelle ha ricevuto il premio “Etica Sportiva” nell’ambito di Overtime Festival 2012, la rassegna nazionale del racconto sportivo organizzata dal Comune di Macerata e dalla Associazione culturale Pindaro di Pesaro. Il riconoscimento gli è stato attribuito “per aver accettato con dignità e sportività l’ingiusto verdetto che lo ha privato della medaglia d’oro alle Olimpiadi di Londra 2012. Gesto più unico che raro in un mondo dello sport sempre più dominato da interessi e lamentele”. Dinanzi ad una folta platea di studenti umbri Cammarelle ha raccontato con grande serenità la sua ultima esperienza olimpica: “sono tornato da Londra comunque contento e senza rimpianti, con la certezza di aver dato tutto e fatto il mio meglio, e soprattutto con la convinzione di averlo vinto sul ring quel match contro Anthony Joshua”. Il Campione di Cinisello Balsamo, bronzo ad Atene 2004 e oro a Pechino 2008, emozionando i presenti, ha poi commentato così la sua scelta di restare dilettante: “il pugile professionista combatte solo per se stesso, io indossando la maglia azzurra ho avuto l’onore e la fortuna di rappresentare tutto il movimento pugilistico e l’intera nazione italiana”. L’atleta delle Fiamme Oro ha detto che i sacrifici sopportati durante la sua carriera sono stati ampiamente compensati dalla gioia di fare sport e ha invitato i giovani presenti a coltivare le passioni e a impegnarsi in qualunque campo della vita. A far gli onori di casa Claudio Ricci e Francesco Mignani, sindaco e assessore allo sport del Comune di Assisi, sede del  Centro Tecnico Nazionale della Federazione Pugilistica italiana. Il premio è stato materialmente consegnato a Cammarelle da Alferio Canesin, Assessore allo Sport del Comune di Macerata. Durante l’incontro sono infine intervenuti Franco Falcinelli, il Presidente della federazione Pugilistica italiana che ha messo in luce l’importanza per tutto il movimento di essere rappresentato da un campione come Cammarelle, e Michele Spagnuolo, Presidente dell’Associazione culturale Pindaro, che ha elencato una serie di comportamenti etici messi in essere da sportivi di ieri e di oggi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X