Al via le Paralimpiadi di Londra
Quattro marchigiani
difenderanno i colori azzurri

Si tratta di Andrea Cionna, Riccardo Scendoni, Giorgio Farroni e Assunta Legnante
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Andrea-Cionna

Andrea Cionna

Domani (mercoledì) inizieranno le Paralimpiadi di Londra. Schierati, ai nastri di partenza, anche i 4 marchigiani che difenderanno i colori azzurri nelle rispettive discipline: Andrea Cionna (ASD Bracaccini Osimo, maratona T11/12 con guide Alessandro Carloni e Doriano Bussolotto), Riccardo Scendoni (ASD Anthropos Civitanova Marche, nei 100, 200, 400 metri T44), Giorgio Farroni (G.S. Forestale, ciclismo, categorie T2 crono e strada) e Assunta Legnante (ASD Anthropos Civitanova Marche, nel getto del peso, lancio del disco T11). Ai quattro atleti il Presidente del Comitato Paralimpico Marche, Luca Savoiardi, rivolge i suoi più calorosi in bocca al lupo per una manifestazione che possa essere foriera di grandi emozioni: “Siamo orgogliosi di loro – dice Savoiardi – l’auspicio è di poter mettere in archivio successi, medaglie e grandi soddisfazioni sportive ma certamente già il fatto di essere alle Paralimpiadi rappresenta, per i nostri atleti, un tassello estremamente prestigioso della loro carriera sportiva ma anche una parentesi fortemente emozionante della loro vita personale. I nostri quattro ragazzi avranno tutto il movimento sportivo paralimpico marchigiano a incitarli e a tifare per loro nelle rispettive discipline e nelle varie gare in cui siamo sicuri daranno il massimo per tentare di regalare grandi emozioni a quanti li seguiranno”. “Il numero di 4 atleti – conclude Savoiardi – rappresenta anche la crescita del movimento marchigiano e la gratificazione per il lavoro svolto sia dagli atleti stessi che dalle loro rispettive società sportive”. Ricordiamo che nelle precedenti Paralimpidi di Pechino 2008 il miglior risultato fu quello portato a casa da Giorgio Farroni che addirittura riuscì a salire sul podio. Per lui medaglia di bronzo nella gara su strada nella categoria mista CP1/CP2 con il tempo di 48’34’’13 dietro all’inglese David Stone e al sudafricano Riaan Nel. Settimo piazzamento, invece, per il maratoneta Andrea Cionna, con il tempo di 2h 36’41”. Un risultato ottenuto con l’amaro in bocca perché se non fosse stato per l’accorpamento delle categorie ipo e non vedenti, il maratoneta si sarebbe aggiudicato la medaglia d’oro per aver tagliato il traguardo primo tra i non vedenti. Infine nel tiro a segno, quinto posto centrato allora da Antonio Martella, con 570 punti nella specialità della Sport Pistol, e un settimo posto nella finalissima. Ricordiamo anche che il medagliere azzurro, al termine delle competizioni Paralimpiche di Pechino 2008, aveva fatto totalizzare 4 medaglie d’oro, 7 d’argento e 7 di bronzo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X