“Niente armi ai vigili”
La scelta del sindaco Corvatta fa discutere

CIVITANOVA Intervengono i sindacati e Corallini
- caricamento letture

vigili_urbani_armatidi Laura Boccanera

“Non dare le armi alla polizia municipale significa vedere gli agenti come polizia amministrativa”. Interviene anche il Sulpm sulla proposta del sindaco Corvatta di non armare il corpo dei vigili urbani. Una scelta che va in controtendenza rispetto a quanto predisposto dalla precedente amministrazione e che incontra il commento anche dell’organo sindacale da poco entrato in rappresentanza nel comando civitanovese con Iginia Cecchini. “In realtà non vogliamo entrare nel merito della scelta politica – spiega Benedetto Crescenzi, segretario regionale del sindacato – anzi, abbiamo incontrato Corvatta e siamo sempre ben disposti e collaborativi, non vogliamo esprimere pareri e dire se sia giusto o sbagliato armare la municipale, ma ci preme sottolineare che a Civitanova ancora non siamo riusciti ad attivare relazioni sindacali con l’ente”. Tra le problematiche che il sindacato intende affrontare ci sono anzi tutto la disposizione del servizio notturno e la rimodulazione dei turni domenicali, oltre alla richiesta di capire come vengono destinati i fondi e i proventi delle multe. Ma il tema “armamento” rimane quello più caldo: “vogliamo solo informare il sindaco che esiste un decreto ministeriale, il 145 del 1987 che sancisce che dopo le ore 22 i servizi della polizia municipale devono essere svolti con armi. I vigili a Civitanova già svolgono il servizio dalle 19 alle 1.00 e c’è stata sempre massima collaborazione ed è ancora nostra intenzione continuare a collaborare, ma nel solco delle norme vigenti. Se si viola una legge – continua Crescenzi – e un nostro agente dovesse riportare lesioni durante il servizio riterremo l’ente direttamente responsabile”. Per ora il sindacato non ipotizza azioni legali, ma riferisce che userà gli strumenti dell’agitazione e dello sciopero qualora i rapporti sindacali non vengano ripristinati”. “Ci rendiamo conto che siamo in un momento di transizione da un’amministrazione ad un’altra – sottolinea la Cecchini – e non vogliamo fare dichiarazioni di carattere politico, ma riprendere un dialogo su rispetto delle norme contrattuali e degli istituti economici di diritto”.

Sul tema interviene anche l’ex delegato alla sicurezza Giovanni Corallini che ha depositato due interrogazioni al sindaco per il prossimo consiglio comunale comunicando il proprio disappunto per il metodo con il quale è stata liquidata la scelta dell’armamento: “lo stop annunciato ai corsi di formazione per l’armamento appare una posizione ideologica lontana dalla realtà – sottolinea Corallini – si rimette in discussione una scelta deliberata dal consiglio comunale, alla faccia della tanto vantata partecipazione democratica. Scelte tecniche non possono essere annullate così senza un’ampia valutazione di tutte le problematiche di sicurezza relative agli operatori”. Nella prima interrogazione Corallini chiede di esporre le idee e motivazioni che hanno portato alla decisione di interrompere il corso, se il sindaco ha già comunicato la decisione al Corpo di Polizia Municipale e come intende annullare la precedente delibera di consiglio. I Servizi in notturna sono invece al centro della seconda interrogazione: Corallini riferisce che nel mese di giugno il servizio è stato interrotto  per alcune settimane e disposto nuovamente dal 23. “Quante sono attualmente le unità di polizia municipale – chiede il consigliere – preposte ai servizi notturni nei giorni feriali e nel week end. E’ stata inoltre predisposta una programmazione delle ferie che garantisca un numero congruo di operatori dal 1 luglio al 25 agosto?”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =