Tutti uniti contro la chiusura delle Poste

MACERATA - Il Consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno per chiedere l'apertura. Intanto sono state raccolte più di mille firme
- caricamento letture
cartello_poste-1-300x225

Ivano Tacconi, capogruppo Udc, con lo striscione nel cortile del Palazzo Comunale

Anche il Consiglio comunale di Macerata si oppone alla chiusura degli uffici postali di Piediripa, Sforzacosta e Montecassiano (leggi l’articolo). E’ stato approvato questo pomeriggio un ordine del giorno presentato dai consiglieri Ivano Tacconi (Udc) e Riccardo Sacchi (Pdl) per chiedere che i due uffici, fondamentali per i residenti delle due frazioni rimangano aperti. Intanto il consigliere Marco Menchi, residente a Sforzacosta, proprio sulla finestra dell’ufficio postale ha affisso uno striscione con un perentorio “No alla chiusura”. Anche i cittadini si stanno muovendo e sono state raccolte in pochi giorni più di mille firme proprio per chiedere che le due filiali di Poste Italiane spa rimangano aperte e continuino a prestare il loro prezioso servizio ai numerosi residenti. Striscione anche nel cortile del Palazzo Municipale: «Poste Italiane S.p.a. vergogna, no alla chiusura». Intanto  domani il sindaco Romano Carancini incontrerà i sindacati (leggi l’articolo).
cartello_poste-2-300x225 poste_protesta-1-300x225

poste_protesta-2-300x225

La raccolta firme a Casette Verdini

poste_protesta-3-300x225

poste_protesta-4-300x225

poste_protesta-5-300x225



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X