Bomber Feroce fa volare la Lorese
“Devo ringraziare i miei compagni”

PRIMA CATEGORIA - La punta traccia un bilancio positivo della prima parte di stagione. E' in vetta alla classifica dei marcatori del girone C con 14 reti
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Rinaldo-Feroce-punta-della-Lorese

Rinaldo Feroce, punta della Lorese

di Filippo Ciccarelli

Quando la tua media goal è praticamente di uno a partita, vuol dire che stai giocando nella categoria sbagliata, o che comunque sei un “top” per il campionato. Ed effettivamente Rinaldo Feroce i numeri del bomber ce li ha tutti. Dopo l’esperienza nel settore giovanile della Robur Macerata, ha esordito nel 1997 a 17 anni in C2 con la Maceratese di mister Gianni Balugani. A 21 diventa capocannoniere in Eccellenza con la maglia del Montegiorgio, quindi veste la divisa di Matelica e Castelferretti. Vince il campionato con il Chiesanuova, prima di trasferirsi a Loro Piceno, dove milita da 3 stagioni, squadra che è ai vertici del girone C del campionato di Prima categoria, con 26 punti incamerati in 15 partite, e forte del miglior attacco del girone con 25 reti all’attivo.

Buongiorno Feroce: la Lorese ha 26 punti, ed è a cinque lunghezze dalla vetta: qual è il suo bilancio del vostro campionato fino a questo momento?
“Il bilancio sicuramente è positivo, perché comunque siamo una squadra piuttosto giovane. Un po’ di tempo fa dicevo che non avevamo un traguardo preciso, ma cerchiamo di fare del nostro meglio, domenica dopo domenica. Al giro di boa del campionato mi ritengo soddisfatto”.

Lei ha segnato, ad oggi, 14 reti: è un’ottima annata dal punto di vista personale…
“Sicuramente sì, come dico spesso io sono il finalizzatore della squadra. Raccolgo cioè gran parte del lavoro dei compagni, che mi mettono in condizione di segnare. Il merito va ripartito tra tutti: ho la possibilità di giocare servito da ottimi giocatori”.

Secondo lei chi se la giocherà per la vittoria finale?
“Fiuminata di sicuro ha una rosa molto competitiva e ben fornita di titolari di livello ed ottimi ricambi. Anche a livello numerico penso che abbiano qualcosina in più rispetto agli altri. Poi c’è la Cluentina, che è una vera sorpresa. Sono bravi, giovani e corrono tantissimo, in 15 partite hanno sorpreso un po’ tutti. Poi vedo noi, Casette Verdini, Santa Maria Apparente, Moglianese, tutti sullo stesso livello”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X