Maceratese, spunta la tegola Grcic
in vista del match con Fabriano

Per il jolly croato si parla di un'importante lesione al ginocchio destro. Domenica all'Helvia Recina arriva la Fortitudo del nuovo mister Polselli, reduce da un ottimo pareggio interno contro la Vigor Senigallia
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
maceratese_centobuchi_01-300x255

Tomislav Grcic, colpito da un infortunio piuttosto grave

di Filippo Ciccarelli

La Maceratese sembra in grado di dominare in campo qualunque avversario e di superare ogni avversità. Ci si doveva allora mettere l’infermeria a complicare una stagione altrimenti perfetta, dal punto di vista del gioco e dei risultati, per i ragazzi di Di Fabio. Il dottor Giorgio Del Gobbo comunica infatti che Tomislav Grcic, giocatore roccioso ed in grado di ricoprire più ruoli in partita e che fa dell’agonismo la sua arma migliore, soffre di una “importante lesione alla cartilagine del ginocchio destro”, evidenziata dalla risonanza magnetica, per la quale dalla Caradel dicono che sarà necessario intervenire chirurgicamente. Evidentemente la sfortuna ed i problemi fisici, che hanno impedito a due come Troli (che è comunque sulla via del recupero e si allena con la prima squadra) e Giandomenico di poter vedere da fine agosto il terreno di gioco, continuano a perdurare. Il centrocampo è infatti il settore in cui la Macertese ha meno ricambi ed in cui potrebbe andare più in sofferenza in caso di infortuni prolungati (come quello capitato a Giandomenico) oppure squalifiche (cui sono soggetti spesso Bucci e Carboni), tanto che nel corso del campionato il mister ha spesso impiegato Arcolai, con risultati più che buoni, sulla linea mediana e quindi in un ruolo differente da quello che gli sarebbe naturale, cioè difensore centrale.
Domenica (ore 14.30, diretta streaming su CM grazie alla collaborazione di Radio Studio 7) all’Helvia Recina arriva la Fortitudo Fabriano, squadra che sulla carta sembra destinata alla retrocessione, ma che invece ha dalla sua la possibilità di sorprendere: in primis perché gioca in casa della capolista, motivata a fare risultato e con la possibilità di scendere in campo praticamente senza alcuna pressione addosso.Poi,

V4D5605-200x300

Luigi Giandomenico, finalmente pronto a scendere in campo

perché è composta soprattutto da giovani che possono fare dell’entusiasmo e della loro “incoscienza” l’arma in più per dare filo da torcere alla Maceratese. Ultimo, non in ordine di importanza, il cambio sulla panchina dei cartai avvenuto dopo le dimissioni di mister Mario Viviani, che è stato sostituito dal suo vice, Daniele Polselli, che è al debutto assoluto in Eccellenza e nelle ultime due stagioni è stato il mister del Serra Sant’Abbondio. Proprio con Polselli in panchina è arrivato domenica scorsa un risultato prestigioso per la compagine rossoblù, in virtù dello 0-0 maturato contro la Vigor Senigallia, formazione che la settimana precedente aveva regolato 1-0 il Tolentino.
Il comandamento per i biancorossi, quindi, sarà uno solo: vietato distrarsi. I giocatori non dovranno pensare alla classifica degli avversari, che hanno finora hanno incamerato solo 5 punti, né alla propria. Giornalisti e tifosi, invece, possono permettersi di guardare il calendario dell’undicesima giornata del campionato, dove spicca una gara da “fuori i secondi” tra Fermana e Grottammare, le inseguitrici più prossime della Maceratese, che ha quindi un’occasione ghiotta per allungare. Tra le note positive, c’è il fatto che Luigi Giandomenico sia pronto per scendere in campo sin dal 1′; il suo talento e la sua fame di gioco e vittorie potrà essere un’ulteriore stimolo ed aiuto per i compagni di squadra. Questo è quello che si augurano tutti i tifosi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X