Mister Omiccioli: “Gli episodi hanno indirizzato la gara verso i dorici”

SERIE D - Il post Recanatese-Ancona
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
RECANATESE-1-ANCONA-6-161-300x196

Il difensore della Recanatese Luca Patrizi

di Mauro Nardi

Una partita iniziata male e finita peggio quella della Recanatese che in oltre dieci anni di militanza in serie D non aveva mai subito un passivo così pesante. L’Ancona ha letteralmente passeggiato al “Nicola Tubaldi” anche se sulla sponda giallo – rossa si contestano alcune decisioni del direttore di gara maturate nel primo quarto d’ora. In particolare i due dubbi fuorigioco non fischiati ad Ambrosini e che hanno fruttato il doppio vantaggio ospite, nonchè la frettolosa espulsione di Garcia per doppia ammonizione. “Mi dispiace per come è andata ma sopratutto per non aver giocato una partita bella e vera come doveva essere – apostrofa un amareggiato Mirco Omiccioli a fine gara – i gol non sono arrivati a causa di una difesa alta perchè conoscievamo bene le qualità di Ambrosini, Genchi e gli esterni dell’Ancona, ma quando ci sono i fuorigioco bisogna segnalarli e questo non è stato fatto. Inoltre c’è stata una espulsione a dir poco affrettata. Episodi che hanno incanalato la partita in un certo verso. Se questo fa piacere a qualcuno a me va benissimo così ma non chiedetemi di commentare la partita. E’ durata solo un quarto d’ora e non ho niente da rimproverare ai miei ragazzi“. Sull’altra sponda non si da molta importanza ai gol che hanno spianato la strada verso il facile successo. “A dire la verità il guardalinee mi è sembrato abbastanza deciso in occasione degli episodi contestati – dice il tecnico bianco rosso Massimiliano Favo – le immagini televisive probabilmente chiariranno meglio le azioni ma al di là di questo, credo che per gli avversari sia stata determinante l’espulsione che li ha costretti in dieci per quasi tutta la partita. Siamo contenti del risultato e andiamo avanti così con l’obiettivo di continuare a migliorare perchè anche oggi la squadra ad un certo punto è calata sotto il profilo dell’attenzione. Abbiamo regalato tre – quattro corner nonostante la consapevolezza che una delle loro armi principali sono le azioni da calcio piazzato e in uno di questi abbiamo rischiato di far riaprire l’incontro. Dobbiamo prestare una maggiore attenzione ma per il resto l’unico rammarico è la fine dell’imbattibilità del nostro portiere che anche oggi ha dimostrato grande sicurezza ed è stato molto bravo su queste palle lunghe degli avversari”.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X