Gheddafi è stato ucciso
Berlusconi: “Ora la guerra è finita”

Il rais libico è stato colpito da un miliziano di 20 anni del Cnt mentre cercava di fuggire con un convoglio da Sirte
- caricamento letture
gheddafi

L'apertura del corriere.it

 (ANSA) – Il rais libico Muammar Gheddafi è morto. Il colonnello secondo il Cnt è stato colpito da aerei della Nato mentre cercava di fuggire con un convoglio da Sirte, città caduta oggi nelle mani degli insorti. L’esponente del Consiglio nazionale di transizione Abdel Majid dice: «Gheddafi stava cercando di fuggire in un convoglio che è stato attaccato da aerei da guerra della Nato». Gli aerei hanno colpito quattro veicoli diretti a ovest. Il capo delle forze armate del regime Abu Bakr Yunus Jaber è stato ucciso durante l’attacco, mentre il cugino e consigliere di Gheddafi Ahmed Ibrahim è stato catturato. Catturato anche uno dei figli del rais, Mutassim e il potente capo dei servizi segreti dell’ex regime Abdallah Senoussi.

Il colonnello sarebbe arrivato senza vita nella città di Misurata, dove i miliziani del Cnt lo hanno portato. Secondo altre fonti Gheddafi è stato catturato in una buca a Sirte e davanti ai combattenti del Cnt ha urlato: «Non sparate, non sparate!».

«Abbiamo visto il colonnello Muammar Gheddafi gravemente ferito che veniva portato a Misurata», ha annunciato Abu Bakr al-Frinjani, capo del Cnt di Sirte, alla tv iraniana al-Alam. Secondo questa fonte «al momento della cattura Gheddafi era ferito alle gambe in seguito ai raid della Nato, ma era vivo ed è stato portato da un gruppo che non conosciamo a Misurata».

La gente, dopo le prime voci sulla cattura di Gheddafi, è scesa in strada per festeggiare. Con continui collegamenti telefonici l’emittente araba Libia Tv sta facendo sentire la gioia dei cittadini.

Le forze militari del Consiglio di transizione libico avevano annunciato in precedenza di aver conquistato le ultime posizioni tenute dai pro-Gheddafi a Sirte. Le forze del Cnt avevano lanciato nelle prime ore di oggi una nuova offensiva contro le truppe rimaste fedeli al colonnello. Il ministro della Difesa di Gheddafi, Abubakr Yunes Jaber, è rimasto ucciso nella presa della città.

Sirte era l’ultima città della Libia dove ancora si combatteva, dopo che lunedì il Cnt aveva annunciato la conquista di Bani Walid.

«Sic transit gloria mundi», è il commento che Silvio Berlusconi avrebbe fatto sulla cattura di Gheddafi, secondo quanto riferito da alcuni presenti a una riunione del Pdl. Il premier avrebbe aggiunto: «Ora la guerra è finita».

La Russa: «È una grande notizia, non è solo finita la missione militare così come fino ad oggi intesa, ma finisce anche la fase di transizione del paese e ora si apre la questione di come aiutare la crescita del nuovo governo libico», ha detto il ministro della Difesa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =