Verifica rinviata a settembre
Scontro Carancini-Pettinari sul SOF

Alla riunione di maggioranza il sindaco prende tempo, per il direttore artistico è intenzionato a confermare Pizzi per un altro anno mentre il presidente della Provincia punta su Giancarlo Del Monaco
- caricamento letture
pettinari-carancini1

Antonio Pettinari e Romano Carancini alla prima del Rigoletto (foto Picchio)

di Alessandra Pierini

Non è bastato il secondo tempo per concludere la partita politica del Comune di Macerata e i tempi supplementari si giocheranno a settembre. I segretari di partito e i capigruppo di maggioranza si erano riuniti venerdì scorso quando il sindaco Romano Carancini  aveva risposto al duro documento (leggi l’articolo) che chiedeva, in più punti,  la verifica dell’operato dell’amministrazione, ripercorrendo quanto la sua Giunta è riuscita a fare in questi mesi. Il suo contro documento, però, sembra non aver convinto più di tanto visto che questo pomeriggio, in una nuova convocazione, sia  i Comunisti Italiani che il segretario del Pd Bruno Mandrelli hanno nuovamente fatto leva sui punti focali del documento: metodo utilizzato dall’amministrazione, priorità di governo e necessità di cambiare qualche nominato, in Giunta o nelle partecipate, se non consono all’attuazione del programma.

A questo punto Carancini ha spiazzato tutti. “Ci aspettavamo  un documento di sintesi o un intervento risolutivo –

lattanzi1-300x199

Michele Lattanzi

dichiara Michele Lattanzi, capogruppo dei Comunisti –   ma così non è stato e il sindaco ha preso tempo, rimandando tutto al rientro dalle vacanze”.

Nell’incontro di oggi pomeriggio nella sede dei Comunisti Italiani, il Sindaco ha dichiarato  di essersi fatto, grazie all’intervento di tutti, un quadro completo della situazione sul quale poter riflettere. A settembre incontrerà nuovamente la sua maggioranza, alla quale ha promesso condivisione e apertura. Intanto però Carancini e i suoi continueranno ad amministrare, soprattutto per affrontare priorità e problemi contingenti che non possono aspettare come ad esempio il futuro dello Sferisterio Opera Festival.

E qui si è apre un nuovo “scontro”, stavolta con il presidente della Provincia, Antonio Pettinari, sul direttore artistico per il prossimo anno. Il sindaco – che si ritiene soddisfatto dell’attuale stagione – è intenzionato a rinnovare la fiducia a Pier Luigi Pizzi per un altro anno per velocizzare i tempi (lo stesso Pizzi ha già detto di voler

Giancarlo_Delmonaco

Giancarlo Del Monaco

restare e di avere pronto il programma per la prossima stagione), mentre Pettinari sarebbe intenzionato a puntare su Giancarlo Del Monaco, figlio del famoso tenore Mario e direttore di Macerata Opera dal 1986 al 1988. Dal 2009, Giancarlo Del Monaco è direttore artistico del Festival Opera di Tenerife e vanta numerose importanti esperienze all’estero.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X