Eliminato il recanatese Miccini
Avanzano gli azzurri Gaio e Cipolla

TENNIS, CHALLENGER GUZZINI
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Miccini1-300x207

Giacomo Miccini

Il Guzzini Challenger si sta rivelando sempre più come il torneo degli italiani che hanno impressionato positivamente nella quarta giornata di incontri. Il n. 5 in Italia Flavio Cipolla si è sbarazzato con un netto 6-0, 6-1 del ceco Jan Minar. Con questo importante successo il romano, allenato da Vincenzo Santopadre, ha rilanciato ulteriormente le proprie quotazioni per la finale di domenica, in programma al Circolo Tennis Francesco Guzzini alle ore 17.30. Nei quarti di finale Cipolla se la dovrà vedere con Kenny De Schepper n. 144 Atp. L’azzurro sta cercando di guadagnare posizioni nel ranking mondiale per poter accedere al main draw dell’Atp 500 di Washington. Al momento insieme a Paolo Lorenzi è fuori di tre posizioni, di cinque invece il senese. L’altro match della giornata è stata la sfida tra la testa di serie del torneo, Rainer Schuettler, e Stefano Galvani, quest’ultimo si è imposto sul n.116 al mondo per 7-6, 6-4. Nel primo set Galvani ha neutralizzato ben tre palle break prima di piazzare 5 punti consecutivi. Senza storia il secondo parziale. La partita più attesa era però la sfida tra i due giocatori del 1992 Giacomo Miccini, recanatese doc, e Federico Gaio. In appena un’ora e trentatré minuti di gioco il diciannovenne di Faenza è riuscito a piegare il leopardiano per 6-3, 6-3. Nel primo set Gaio toglie il servizio a Miccini nel momento migliore del beniamino di casa che perde di concentrazione lasciando così campo libero all’avversario. Identico risultato anche nel secondo parziale dove la partita è stata comunque più tirata. Miccini ha provato in più riprese a mettere in difficoltà Gaio, il n.443 al mondo però sta vivendo uno dei suoi momenti migliori per condizione fisica e mentale. Il faentino è stato bravo ad annullare due palle break sul 5-3. Nel prossimo turno Gaio affronterà Fabrice Martin che ha battuto Sijsling per 4-6, 7-6, 6-4. Le altre partite della giornata hanno visto le vittorie di De Schepper su Granollers per 7-5, 6-1, di Zemlja su Burquier per 6-2, 6-3 e di Roberto Bautista-Agut su Adrian Ungur. Il rumeno vincitore a San Benedetto non ha saputo ripetersi a Recanati. Perso il primo set per 6-4, Ungur è riuscito a pareggiare i conti nel secondo per 7-6, ma nel terzo parziale ha dovuto piegarsi subendo un netto 6-4. Per quanto riguarda il doppio sono da registrare le vittorie della coppia Nielsen-Skupski su Klein-Lemke e quella di Bemelmans-Sanchez su Lenar- Zemlja. I primi si sono imposti per 6-3, 6-4, i secondi per 6-4, 7-6. Domani (venerdì) si inizierà a giocare dalle 14.00, sul centrale ci sarà il match tra Stefano Galvani e Frederik Nielsen, mentre sul campo 3 Federico Gaio cercherà di ottenere il pass per le semifinali battendo il francese Fabrice Martin. A seguire ci sarà la sfida tra De Schepper e Flavio Cipolla, mentre alle 21.00 è previsto l’incontro tra Roberto Bautista Agut e Grega Zemlja.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X