I comuni maceratesi al top per la raccolta differenziata

Montelupone (percentuale record dell’80,75%), Appignano e Montecosaro ai primi tre posti nelle Marche
- caricamento letture

comuni-ricicloniAncora un pioggia di premi, come del resto avviene tutti gli anni, per i Comuni maceratesi nell’edizione 2011 dei “Comuni Ricicloni per la Regione Marche” la manifestazione dedicata all’ambiente ed in particolare alla raccolta differenziata e promossa da Legambiente Marche, dall’Assessorato all’Ambiente della Regione Marche e dall’Arpam, con l’intento di conferire riconoscimenti a tutte quelle realtà più virtuose nella raccolta e nella differenziazione dei rifiuti.
Anche in questa edizione sono stati premiati i Comuni che hanno superato, nel corso del 2010, il 50% di raccolta differenziata, così come previsto dalla normativa vigente e che si sono ripartiti, considerando il numero degli abitanti e due scaglioni di diverso merito sulla raccolta differenziata (RD  compresa tra il 50 e il 64,9% e RD superiore al 65%, obiettivo di legge del 2012) il fondo stanziato dall’Assessorato all’Ambiente della Regione Marche di 120 mila euro.
Dei 48 premi conferiti ben 25 sono stati assegnati a città e paesi della provincia di Macerata, 18 anconetani, 4 fermani e solo 1 di Ascoli Piceno, nessuno per Pesaro. Sul podio, ai primi tre posti, nella classifica della percentuale della raccolta differenziata superiore al 65%, troviamo proprio tre Comuni maceratesi: Montelupone Comune Riciclone 2010 con una percentuale record dell’80,75%, al secondo posto Appignano con il 77,05% ed al terzo posto Montecosaro con il 76,61%. Ancora Comuni maceratesi dal quinto al quattordicesimo posto: Castelraimondo (5° posto – 75.69%), Recanati ( 6° posto – 75,57%), Urbisaglia ( 7° posto – 74,26%), Treia (8° posto – 73,38%), Ripe San Ginesio (9° posto – 72,67%), Potenza Picena (10°posto – 71,75%), Corridonia (11° posto – 70,57%), Tolentino (12° posto – 70,04%), San Severino Marche ( 13° posto – 69,2%) e Montefano ( 14° posto – 68,55%).
comuni-ricicloni-2-300x224 Ottimi piazzamenti, sempre ai primi posti, per i Comuni maceratesi anche nella classifica riservata alle percentuali della raccolta differenziata compresa tra il 50 ed il 64,9%: San Ginesio (1° posto – 67,89%), Loro Piceno (2° posto – 67,33%), Camerino (3° posto – 65,64%), Civitanova Marche (4° posto – 65,53%), Belforte del Chienti (7° posto – 65,21%), Serrapetrona (8° posto – 64,71%), Monte San Giusto (9° posto – 64,15%), Camporotondo di Fiastrone (10° posto – 64,08%), Caldarola (12° posto – 63,56%), Colmurano (13° posto – 62,62%), Morrovalle (21° posto – 57,21%) e Porto Recanati (22° posto – 56,68%).
Da sottolineare che il Premio Speciale per la Raccolta della Frazione Organica è stato assegnato, tra le atre, al Comune di Ripe San Ginesio (38,01%) mentre il Premio Speciale per l’Innovazione è stato conferito al progetto di identificazione e misurazione dei sacchetti dei rifiuti attualmente in fase di sperimentazione a Petriolo. Il Premio è stato assegnato al Cosmari ed al Comune di Petriolo: inoltre al Cosmari è stato anche conferito il Premio Speciale sulla Qualità della Raccolta Differenziata.
Al termine della cerimonia di premiazione, che si è tenuta all’Auditorium “Giovanni Tebaldini” di San Benedetto del Tronto, grande soddisfazione per Daniele Sparvoli, vicepresidente del Cosmari, per Giuseppe Giampaoli, direttore del Cosmari e per tutti gli amministratori presenti che hanno ricevuto i complimenti per i risultati raggiunti e per la qualità dei materiali raccolti con il “Porta a Porta” da parte dell’Assessore regionale all’Ambiente Sandro Donati, dal direttore tecnico dell’Arpam Gianni Corvatta, da Pierluigi Gorani del Conai, dal Responsabile scientifico nazionale di Legambiente Stefan Ciafani, dal Dirigente regionale Piergiorgio Carrescia e dal Presidente di Legambiente Marche Luigino Quarchioni. Tutti hanno riconosciuto al Cosmari ed ai Comuni maceratesi il ruolo di leadership sia nella raccolta differenziata che nell’impiantistica e nell’innovazione. Il “Modello Macerata” è sempre più un esempio da imitare che ha saputo imporsi grazie alla qualità dei servizi e grazie al diretto coinvolgimento dei cittadini, delle Amministrazioni comunali e di chi si occupa di della raccolta, trattamento, smaltimento ed avvio ai riciclo dei rifiuti e cioè Cosmari, Sintegra e cooperative sociali quali Meridiana e La Talea.
Prossimo appuntamento a Roma per il prossimo 14 luglio quando verranno resi noti i nomi dei Comuni vincitori della fase nazionale del Premio dei “Comuni Ricicloni”. Dalle indiscrezioni sembra che sono in ottima posizione, anche a livello nazionale proprio i Comuni maceratesi.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X