L’uomo del monte
ha detto LAM

UNA GIORNATA COL CANDIDATO/4 - Luigi Gentilucci, sindaco di Pievetorina, è tornato in pista con la sua Lega delle Autonomie Municipali dopo l'esclusione dalle elezioni provinciali del 2009 e la successiva vittoria al Consiglio di Stato per tornare alle urne. "Non siamo un partito ma un movimento politico"
- caricamento letture
gentilucci3-300x225

Luigi Gentilucci incontra la gente al mercato nel gazebo davanti all'ex Upim

di Alessandra Pierini

Il gazebo verde è stato piazzato questa mattina presto davanti ai locali dell’ex Upim. E’ giorno di mercato a Macerata ed è l’ultimo giorno di mercato utile per fare campagna elettorale prima delle votazioni ormai imminenti. I manifesti dei candidati maceratesi della Lega delle Autonomie Municipali fanno da pareti all’installazione e su un tavolo ci sono i tradizionali “santini” e una penna blu con la scritta bianca “Luigi Gentilucci presidente con voi e per voi”.
Luigi Gentilucci, sindaco del Comune di Pievetorina, ha sempre manifestato un forte attaccamento alla montagna e a quelle aree più interne della provincia, secondo lui, troppo spesso trascurate. Proprio per valorizzare l’area montana, Gentilucci ha deciso di candidarsi alle elezioni provinciali due anni fa, per poi battersi contro l’esclusione della sua lista e ottenere, caso più unico che raro, l’annullamento delle elezioni.
Il candidato non è ancora arrivato ma suo figlio Alessandro è già in campo. Indossa occhialoni neri e non si lascia scappare nessuno dei passanti. Ad un certo punto Luigi Gentilucci non arriva, ma appare. Più volte nel corso della giornata ci ha sorpreso con le sue apparizioni e scomparse. Un attimo prima era lì e poi non c’è più, poi riappare da un vicolo o da un angolo dove si era magicamente rifugiato per rispondere  al telefono o confrontarsi con qualcuno.

gentilucci4-300x225

Gentilucci mostra la scheda elettorale ad un votante

Viene direttamente dalla sede Rai di Ancona dove ha preso parte al confronto con gli altri candidati. Lo accompagna l’immancabile Serenella Tonini. Qualche minuto per raccontare come è andato il confronto e subito tutti al lavoro per distribuire il materiale elettorale.

«Non siamo un partito ma un movimento politico»: è questa la frase che si sente ripetere più spesso. Luigi Gentilucci si ferma a parlare con un signore anziano, si intrattiene con lui a lungo poi lo affida ad un collaboratore e scappa di corsa. Rimaniamo in attesa. Al suo ritorno, ha in mano un esempio di lista elettorale con il segno da fare per votare L.A.M. e lo consegna come un dono prezioso all’elettore che nel frattempo lo ha aspettato pazientemente.

gentilucci

In men che non si dica si fa l’ora di pranzo. Gentilucci lo passerà a Monte San Giusto con alcuni collaboratori e candidati ai quali andrà a consegnare volantini promozionali. Gentilucci non ha autista, guida sempre lui la sua auto e fa tutto da sè, con l’aiuto di pochi fidatissimi collaboratori.
Il pomeriggio si apre con una riunione nella sede elettorale per guardare, insieme ai suoi, il confronto televisivo in onda su Rai3. Continua poi con un nuovo incontro-confronto tra i candidati e i rappresentanti del mondo del volontariato organizzato dall’Avm-Csv Marche. I rappresentanti delle associazioni non sono molti ma tante sono le questioni che vogliono sottoporre ai potenziali futuri presidenti. Gentilucci sarà impegnato per quasi due ore  e, ancora una volta, Franco Capponi non perde l’occasione per ribadire che in seguito al suo ricorso si è ritrovato a dover lasciare il ruolo di Presidente della Provincia.

gentilucci5-300x225

Luigi Gentilucci durante l'incontro organizzato dal CSV

L’argomento è il cavalcavia di Civitanova, Capponi spiega i suoi progetti urbanistici. Gentilucci controbatte dicendo che la sua pianificazione non è esatta e Capponi replica: «Tu sei ottimo per far annullare le elezioni, io per queste altre cose». Gentilucci però non ci sta e spiegherà: «Ho fatto architettura anche se non mi sono laureato, ma sono comunque un geometra e credo di saperne qualcosa di pianificazione».
Al termine del confronto Gentilucci è ancora piuttosto teso, quasi distaccato da ciò che gli accade intorno. Non ha neanche il tempo di riprendere fiato che deve risalire in macchina e correre a Radio Nuova in Blu dove è atteso da Roberta Foresi per un’intervista radiofonica. Barbara, la sua efficiente  collaboratrice gli ripassa l’agenda degli appuntamenti degli ultimi giorni di campagna elettorale e Gentilucci ascolta attento.

gentilucci6-300x225

Gentilucci viene intervistato da Roberta Foresi a Radio Nuova in blu

Dopo l’intervista il candidato si rilassa e si lascia scappare anche qualche sorriso, lo stesso sorriso enigmatico che lo caratterizza sui suoi manifesti elettorali. Sembra decisamente più aperto e ci parla anche della sua famiglia. Oltre al figlio Alessandro che lavora con lui nell’azienda di famiglia, una rivendita di materiali per l’edilizia, c’è Matteo laureato alla triennale in Geologia che presto conseguirà la Laurea Specialistica ed Eleonora, appena rientrata dalla Francia: «E’ tornata proprio questa sera, è rientrata solo per andare a votare. Lei vive in Francia e insegna alla Sorbona». Un pensiero va anche a sua moglie: «Si chiama Maria Teresa e ora, da bravo maschilista – scherza – è a lavorare nell’azienda di famiglia – poi ci ripensa e aggiunge – in realtà è mia moglie il vero maschio in casa».

gentilucci7-300x225

Aperitivo elettorale con i candidati a Macerata

 

Ancora un’apparizione di Luigi Gentilucci a Macerata dove è atteso per un aperitivo elettorale con i candidati maceratesi. Parlando con i suoi esprime le sue sensazioni: «C’è grande riluttanza verso la politica, la gente non vuole saperne niente ma se poi riesci a parlare, ad approfondire, a far capire che dici qualcosa di un tantino diverso dagli altri partiti, allora ti ascoltano». La giornata si è conclusa ad Urbisaglia, nel Teatro Comunale, con un incontro a sostegno di Orietta Vissani, candidata del collegio di San Ginesio.

gentilucci8-300x225

Incontro-pubblico-Urbisaglia

Incontro pubblico a Urbisaglia a sostegno della candidatura di Orietta Vissani

gentilucci2-225x300



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X