“Ci sono i soldi per Rampa Zara
L’Apm può fare quel parcheggio”

Mozione di Macerata è nel cuore che chiede anche di bloccare la trattativa per l’affitto con opzione di acquisto del Parksì dei Giardini Diaz
- caricamento letture
nascimbeni-parcheggi

Parcheggi a Macerata (nel riquadro Fabrizio Nascimbeni)

Dopo aver presentato un’interpellanza sulla rinegoziazione del contratto tra il Comune e l’Apm, i consiglieri di Macerata è nel cuore Fabrizio Nascimbeni e Francesca D’Alessandro tornano all’attacco con una mozione in cui si chiede di investire gli utili dell’Apm derivanti dalla gestione dei parcheggi nella realizzazione del parcheggio di Rampa Zara.
“Il rilancio del Centro Storico – scrivono -, obiettivo di tutti i candidati alle scorse elezioni amministrative, è una sfida che inevitabilmente passa attraverso il presupposto di infrastrutture viarie efficienti che conducano ad aree di sosta adeguate alle esigenze dei cittadini.
Sulla base di questa premessa il gruppo consiliare di “Macerata è nel Cuore” ha presentato una mozione per impegnare l’Amministrazione comunale a dare  indirizzo alla propria controllata APM SpA di investire gli utili derivanti dalla gestione dei parcheggi nella realizzazione del tanto agognato parcheggio di Rampa Zara.
La gestione delle aree di sosta porta nelle casse dell’APM SpA oltre un milione di euro l’anno e, seppure con marginalità inspiegabilmente bassa, utili nell’ordine di diverse centinaia di migliaia di euro.
Nella consapevolezza che un project financing comporterebbe tempi di rientro molto lunghi e in considerazione del fatto che il contratto di concessione prevede che gli utili devono essere reinvestiti in nuove strutture per il miglioramento del servizio di sosta, prevedere di autofinanziare parte dell’opera gioverebbe a ridurre il ricorso a capitale di terzi e, non ultimo, manterrebbe più basse le tariffe di sosta.
La mozione chiede anche l’impegno dell’attuale Amministrazione a non fornire indirizzo favorevole all’Apm S.p.a. in merito alla prospettata operazione d’affitto, con conseguente opzione d’acquisto, del parcheggio multipiano Parksì – Giardini Diaz dalla ditta Saba Italia. Un’operazione del genere andrebbe a distogliere ingenti risorse che potrebbero essere destinate dall’Apm SpA alla realizzazione del parcheggio di Rampa Zara senza nulla aggiungere allo sviluppo del sistema parcheggi maceratese”.

 

***

I CONTI IN TASCA ALL’APM:

https://www.cronachemaceratesi.it/2011/02/03/i-parcheggi-sono-una-miniera-doro-ma-il-comune-resta-senza-soldi/



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X