Il Pd è fiducioso:
“Vicino l’accordo con l’Udc”

ELEZIONI- Incontro nel fine settimana per cercare di chiudere l'alleanza dopo l'ok dell'assemblea provinciale. Luca Marconi favorito per la candidatura alla presidenza
- caricamento letture
broccolo

Roberto Broccolo, segretario provinciale del Pd

Venerdì o sabato il Pd incontrerà l’Udc per cercare di chiudere l’accordo per l’alleanza in vista delle elezioni provinciali di maggio. Il Partito Democratico metterà sul piatto la candidatura alla presidenza di un esponente dei centristi con l’assessore regionale Luca Marconi che sembra essere sempre il favorito.  In questo caso il coordinatore regionale dell’Udc Antonio Pettinari potrebbe prendere il suo posto nella Giunta Spacca. Ma per la candidatura alla presidenza si fa anche il nome del segratario provinciale Augusto Ciampechini e, in maniera più defilata, quelli dell’ex sindaco di Cingoli Leonardo Lippi e del primo cittadino di Porto Recanati, Rosalba Ubaldi.
Intanto il Pd, attraverso la seguente nota stampa, si dice molto fiducioso per l’alleanza con l’Udc:

“Ieri sera, l’assemblea del Pd provinciale, l’organo di governo più rappresentativo del partito, che indica la linea politica ed approva le coalizioni di governo, all’unanimità, ha dato pieno mandato al segretario provinciale Roberto Broccolo, di perseguire, entro un tempo ragionevole e comunque non lunghissimo, tutte le possibili strade per continuare a delineare un’alleanza che sia la più ampia possibile, con tutte le forze moderate non populiste e progressiste di governo.

marconi-luca

Luca Marconi

Oggi più di ieri un possibile accordo con l’Udc sembra più vicino, sia perché è una forza politica moderata con la quale si condivide l’esperienza nazionale di opposizione al governo Berlusconi, ed anche l’esperienza regionale di buon governo della Regione Marche.

Ancor di più oggi, dopo che l’Udc ha espresso chiaramente che non si schiererà mai con il Pdl e che forse non potrà neppure costituire il terzo polo, avendo già espresso autorevoli esponenti provinciali di Fli la volontà di correre con Franco Capponi.

Sarà necessario comunque continuare a lavorare sia per condividere con l’Udc e non solo, un programma di governo che possa tracciare delle concrete soluzioni ai numerosi problemi che vivono i cittadini della nostra provincia, che interessino la loro quotidianità, i servizi locali, i rifiuti, i trasporti, il sociale, la sanità, le politiche del lavoro; soprattutto queste ultime saranno la vera sfida da vincere per mantenere quella coesione sociale che è alla base della nostra comunità.

Quella coesione che ben rappresenta i valori della solidarietà, dell’accoglienza, dell’aiuto verso chi meno ha, del sostegno alle famiglie numerose e bisognose anche di quei servizi sociali che sappiano fornire risposte ragionevoli alla crescente insicurezze ed incertezze per il futuro.

Occorrerà ragionare non per spot o slogan televisivi, magari di particolare effetto mediatico ma privi di concretezza e di risultato, ma con concrete ed attuabili proposte di governo, oggi che gli enti locali tutti (regione, provincia e comuni) hanno subito dal governo berlusconi tagli indiscriminati ai loro bilanci, che pregiudicano l’effettiva erogazione di servizi essenziali per il cittadino.

Per far questo abbiamo sempre creduto indispensabile costituire un’ampia coalizione in cui le forze che la compongano condividano un percorso tracciato e promosso dal partito democratico, la maggiore forza di governo della coalizione, forse questa volta siamo più vicini ad ottenere un buon risultato.

Dovremo quindi completare l’esperienza regionale aggiornando ed ampliando la coalizione che ha già condiviso l’esperienza di governo della provincia di Macerata. Per raggiungere questo risultato il Pd formato da molti uomini e donne capaci di esprimere ruoli di governo è disposto a condividere un percorso che possa riportare al centro della discussione politiche di governo indirizzate a risolvere i quotidiani problemi dell’individuo, ed a discutere con gli alleati chi potrà maggiormente rappresentare l’intera coalizione ed assumere il ruolo di candidato/a presidente della Provincia di Macerata.

Già nelle scorse settimane sono stati tenuti incontri ufficiali con Sel e Federazione di Sinistra, entro questa settimana si terranno quelli con Idv ed Udc, e con tutte le altre forze politiche e della società civile, poi il quadro delle possibile alleanze con cui condividere un progetto politico sarà sempre più definito e definitivo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X