Continua la truffa
dei 4,80 euro

Avvistata ieri pomeriggio in Corso Garibaldi la coppia che chiede la piccola somma per acquistare un collirio e promette di restituire i soldi
- caricamento letture

truffa1-300x272

di Alessandra Pierini

La coppia della truffa dei 4,80 non sembra voler perdere il vizio. Ieri pomeriggio moglie e marito sono stati avvistati in Corso Garibaldi, particolarmente affollato per il passeggio del sabato pomeriggio. Come da copione hanno fermato i passanti e chiesto  in prestito 4,80 euro per acquistare  un collirio, con la promessa di restituire i soldi.
La settimana scorsa era stato il maceratese Riccardo Pietroni, titolare di diversi negozi di ottica, a denunciare la microtruffa: «In questi giorni – aveva raccontato- almeno 8 persone sono passate nei nostri negozi a chiedere se avessero lasciato dei soldi per loro. In base a quanto ci hanno  detto, la scusa è stata tutte le volte che avevano urgente bisogno di un farmaco, sembra un collirio, di cui avevano regolare ricetta, ma che purtroppo il Banco Posta non funzionava e quindi erano rimasti senza soldi. A tutti è stato detto che avrebbero potuto riavere i loro soldi venendo nel nostro negozio». Pietroni aveva fatto presente che il  nome della sua famiglia era stato fatto come garanzia di sicurezza a sua insaputa e che era all’oscuro di tutto finchè i truffati non si erano presentati nel suo negozio.

A quanto pare i truffatori pensano di poter ancora contare sulla gentilezza e disponibilità dei maceratesi per poter continuare ad accumulare un piccolo gruzzoletto



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =